I segreti del "disclosure project"

Disclosure_projectDi misteri, si sa, è pieno l'universo. Inutile dire che sono innumerevoli i segreti che ci vengono tenuti nascosti come infinite sono le verità celate o semitaciute che non ci verranno mai esplicitamente dette. Una, ad esempio, è che il governo statunitense copre l’evidenza degli UFO da oltre 50 anni. La storia ha una data, un inizio e un luogo.

      On Line

IlluminatiCome dice la parola stessa gli Illuminati sono i portatori di luce, quelli che sanno, ma la loro luce è, apparentemente, Lucifero o Satana. Appartengono a tredici delle più ricche famiglie del mondo e sono i personaggi che veramente comandano il mondo da dietro le quinte. Vengono anche definiti la Nobiltà Nera, i Decision Makers, chi fa le regole da seguire per Presidenti e Governi.

Urzi
 "È giunto il momento di alzare il velo di segretezza che circonda l'esistenza degli Ufo e di far emergere la verità affinché la gente sia messa a conoscenza di uno dei più importanti problemi che la Terra si trova ad affrontare". (Paul Hellyer)

link

La Macchina delle copie

copie

Questa volta vogliamo partire da un particolare emerso dai racconti degli addotti in Italia e
ancora prima negli U.S.A. Ad esempio (Linda Porter, 1963 Porterville, California.) la formazione
delle copie,che avviene all'interno di cilindri, sottolineando il fatto che, non vogliamo ripetere
quanto già conosciuto in merito a tale argomento, ma che si vuole soltanto trovare una possibile
spiegazione al funzionamento del meccanismo di copiatura .
Dalla testimonianze raccolte risulta che l'addotto viene introdotto in un contenitore
cilindrico trasparente totalmente immerso in un fluido caldo più denso dell'acqua e meno dell'olio
(così descritto dagli addotti) di colore verdastro dove è possibile respirare.
Il fatto che in poco tempo gli alieni e alcuni fazioni militari, riescano a creare una copia di
un individuo, uguale in tutto e per tutto, (tranne per la caratteristica di avere l'innesto di un' anima),
è molto interessante.

X-37B: il misterioso velivolo si prepara per una nuova missione in ottobre - Perchè l'esercito americano è interessato allo spazio?

30 Settembre, 2012 | Category : Ufologia | Author: Fonte | Condividi | Commenti

X37b

L'esercito degli Stati Uniti sta approntando la nuova missione del segretissimo velivolo robotico X-37B, che dovrebbe vedere il suo inizio entro la fine del prossimo mese di ottobre. Scopo principale della missione è quello di saggiare la resistenza dell'aereo e la sua riutilizzabilità, un pò come gli shuttle spaziali della NASA. La missione è stata denominata Orbital Test Vehichle 3 - OTV3, in quanto si tratta del terzo test dell'aereo - e partirà dalla base di lancio di Cape Canaveral.

"I preparativi per il lancio da Cape Canaveral sono iniziati", ha dichiarato il maggiore Tracy Bunko in una conferenza stampa tenutasi al Pentagono. "Siamo pronti per il lancio entro ottobre, ma la data esatta resta ancora soggetta a modifiche in base alle condizioni meteo e ad altri fattori".


Una missione misteriosa

Come per le precedenti due missione dell'X37-B, anche i dettagli di OTV3 sono stati classificati. Ma a quanto dicono i militari, l'attenzione principale è focalizzata sull'utilità della navetta e il suo riutilizzo per la spola tra la superficie terrestre e l'orbita del pianeta. Resta un interrogativo inevaso: perchè i militari americani sono interessati allo spazio?

"Uno degli aspetti più promettenti dell'X37-B è di avere a disposizione un sistema efficiente ed economico per trasportare rapidamente carichi utili o tecnologia da testare nello spazio", ha dichiarato il maggiore Bunko. Ma a quel fine? Lo sviluppo di nuove armi spaziali? Oppure l'esercito è interessato allo sviluppo e utilizzo della Stazione Spaziale Internazionale per scopi militari?

05%20-%20X-37B%20-%20Missione-di-Collaudo.jpg 

Un nuovo sito di atterraggio?

Mentre entrambe le precedenti missioni dell'X-37B sono atterrate sulla pista della base di Vandenberg, l'Air Force sta prendendo in considerazione la possibilità di utilizzare per le prossime missioni le infrastrutture del Kennedy Space Center della NASA, in Florida, il che significherebbe un ulteriore passo verso la militarizzazione della NASA e del volo spaziale in generale (almeno per gli americani). "Stiamo valutando di utilizzare il Kennedy Space Center per le operazioni di lancio, atterraggio e rifornimento, nel tentativo di risparmiare denaro", spiega Bunko. 

Il lancio inaugurale del misterioso drone è avvenuto il 22 aprile 2010, in una missione orbitale durata 225 giorni. La seconda missione - OTV2 - ha avuto una durata di ben 469 giorni. Questa terza missione cercherà di superare la durata di OTV2? I militari non si sono sbilanciati su questo punto, ne è stata chiarita la natura della missione.

Secondo alcuni commentatori, tanta segretezza potrebbe essere giustificata dal fatto che l'X37-B potrebbe essere un drone-spia. Nel corso delle due missioni precedenti, la Cina rese noti i suoi timori sul fatto che il veicolo spaziale potrebbe essere la piattaforma per nuove armi orbitali o uno strumento per disattivare i satelliti.

L'X37-B è una versione ridotta dello shuttle, la navicella della NASA ormai andata in pensione, utilizzato dalla Air Force Research per missioni di natura indeterminata. L'X37-B non ha pilota e può rimanere in orbita per missioni della durata superiore all'anno solare, molto più a lungo delle navicelle con equipaggio umano. Al suo interno è stato realizzato un vano di carico delle dimensioni di un furgone. [Fonte - Fonte].


 

 

Copyright © 2008 by PHP-Nuke 8.1 WL-Ed.. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license