3

Bill Ryan curatore del sito www.serpo.org

I segreti del "disclosure project"

Disclosure_projectDi misteri, si sa, è pieno l'universo. Inutile dire che sono innumerevoli i segreti che ci vengono tenuti nascosti come infinite sono le verità celate o semitaciute che non ci verranno mai esplicitamente dette. Una, ad esempio, è che il governo statunitense copre l’evidenza degli UFO da oltre 50 anni. La storia ha una data, un inizio e un luogo.

      On Line

IlluminatiCome dice la parola stessa gli Illuminati sono i portatori di luce, quelli che sanno, ma la loro luce è, apparentemente, Lucifero o Satana. Appartengono a tredici delle più ricche famiglie del mondo e sono i personaggi che veramente comandano il mondo da dietro le quinte. Vengono anche definiti la Nobiltà Nera, i Decision Makers, chi fa le regole da seguire per Presidenti e Governi.

Urzi
 "È giunto il momento di alzare il velo di segretezza che circonda l'esistenza degli Ufo e di far emergere la verità affinché la gente sia messa a conoscenza di uno dei più importanti problemi che la Terra si trova ad affrontare". (Paul Hellyer)

link

La Macchina delle copie

copie

Questa volta vogliamo partire da un particolare emerso dai racconti degli addotti in Italia e
ancora prima negli U.S.A. Ad esempio (Linda Porter, 1963 Porterville, California.) la formazione
delle copie,che avviene all'interno di cilindri, sottolineando il fatto che, non vogliamo ripetere
quanto già conosciuto in merito a tale argomento, ma che si vuole soltanto trovare una possibile
spiegazione al funzionamento del meccanismo di copiatura .
Dalla testimonianze raccolte risulta che l'addotto viene introdotto in un contenitore
cilindrico trasparente totalmente immerso in un fluido caldo più denso dell'acqua e meno dell'olio
(così descritto dagli addotti) di colore verdastro dove è possibile respirare.
Il fatto che in poco tempo gli alieni e alcuni fazioni militari, riescano a creare una copia di
un individuo, uguale in tutto e per tutto, (tranne per la caratteristica di avere l'innesto di un' anima),
è molto interessante.

Ufo trinagolare scovato negli archivi dello shuttle columbia

Vota la News
26 Gennaio, 2013 | Category : Ufologia | Author: Fonte | Commenti  

Da quando il sito della NASA eol.jsc.nasa.gov è tornato alla ribalta a seguito della questione del satellite UFO Black Knight [La NASA cancella le foto del Black Knight Satellite: errore o insabbiamento], molti utenti si sono messi di nuova lena a scavare all'interno della'rchivio fotografico intenzionati a scovare altre foto che proverebbero l'esistenza di astronavi extraterrestri nell'orbita del nostro pianeta.

E a quanto pare, i frutti del lavoro di costoro cominciano a vedersi. Nelle immagini scattare dagli astronauti delle missioni dello Shuttle Columbia, compare una misteriosa sagoma triangolare che non somiglia a nessun oggetto spedito in orbita dai terrestri. Di cosa si tratta? Un satellite segreto, oppure un'astronave aliena in orbita attorno alla Terra?

Qualche utente dei forum, però, invita alla prudenza perchè potrebbe trattarsi di qualcosa attaccato al vetro dello shuttle. In verità, se si osservano bene le due immagini che ritraggono il misterioso triangolo, si nota che l'oggetto cambia direzione.

ufo-triangolo-nasa-03.jpg

Inoltre, nella seconda foto, il triangolo sembra più distante dall'orizzonte terrestre rispetto alla prima. Dal display in verde alla base delle foto, ci si rende conto che le foto sono state scattate a 17 secondi di distanza l'una dall'altra. Questa informazione ci dice che il triangolo si muove molto rapidamente.

ufo-triangolo-nasa-02.jpg

La foto è stata scattata il 12 gennaio del 1986. Per scattare la foto, gli astronauti hanno utilizzato la famosa macchina fotografica fabbricata dalla Hasselblad, supportata da un solo obiettivo fisso da 100 mm.

E' verosimile che il pilota abbia cercato di manovrare lo shuttle per ottenere la migliore visuale possibile dell'oggetto, non essendo la macchina fotografica supportata da zoom ottico. La foto è stata impressionata su pellicola Kodak ASA 64 con esposizione naturale... è un miracolo che sia stata ottenuta questa foto! Ecco le pagine dell'archivio NASA:

http://eol.jsc.nasa.gov/scripts/sseop/photo.pl?mission=ST...

http://eol.jsc.nasa.gov/scripts/sseop/photo.pl?mission=ST...

Come nel caso del satellite UFO Black Knight, anche le foto del triangolo sono state catalogate sotto la voce “Space Debris”, detriti spaziali. La domanda da fare alla NASA sarebbe: ma da quale oggetto spaziale si è staccato un frammento gigante perfettamente triangolare? Questo conferma il fatto che l'oggetto in orbita c'è e che quindi non si tratta di qualcosa attaccato al finestrino. Come prova definitiva basta guardare la prima foto del set fotografico per rendersi conto che non c'è nulla attaccato al vetro dello Shuttle:

http://eol.jsc.nasa.gov/scripts/sseop/photo.pl?mission=ST...

Qualcosa c'è, anche se non è dato di sapere di cosa si tratti! Per amore di verità, molti blog affermano che la foto sia stata scattata a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, il che è impossibile, dato che il primo modulo della ISS verrà installato in orbita solo nel 1998. L'identificativo della missione è STS-61C, la ventiquattresima missione del programma Shuttle, e la settima dello Shuttle Columbia. L'obiettivo primario della missione era il rilascio in orbita del satellite per telecomunicazioni Satcom Ku-1.

fonte http://ilnavigatorecurioso.myblog.it/archive/2013/01/25/gigantesco-ufo-triangolare-scovato-negli-archivi-fotografici.html


Copyright © 2008 by PHP-Nuke 8.1 WL-Ed.. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license