I segreti del "disclosure project"

Disclosure_projectDi misteri, si sa, è pieno l'universo. Inutile dire che sono innumerevoli i segreti che ci vengono tenuti nascosti come infinite sono le verità celate o semitaciute che non ci verranno mai esplicitamente dette. Una, ad esempio, è che il governo statunitense copre l’evidenza degli UFO da oltre 50 anni. La storia ha una data, un inizio e un luogo.

      On Line

IlluminatiCome dice la parola stessa gli Illuminati sono i portatori di luce, quelli che sanno, ma la loro luce è, apparentemente, Lucifero o Satana. Appartengono a tredici delle più ricche famiglie del mondo e sono i personaggi che veramente comandano il mondo da dietro le quinte. Vengono anche definiti la Nobiltà Nera, i Decision Makers, chi fa le regole da seguire per Presidenti e Governi.

Urzi
 "È giunto il momento di alzare il velo di segretezza che circonda l'esistenza degli Ufo e di far emergere la verità affinché la gente sia messa a conoscenza di uno dei più importanti problemi che la Terra si trova ad affrontare". (Paul Hellyer)

link

La Macchina delle copie

copie

Questa volta vogliamo partire da un particolare emerso dai racconti degli addotti in Italia e
ancora prima negli U.S.A. Ad esempio (Linda Porter, 1963 Porterville, California.) la formazione
delle copie,che avviene all'interno di cilindri, sottolineando il fatto che, non vogliamo ripetere
quanto già conosciuto in merito a tale argomento, ma che si vuole soltanto trovare una possibile
spiegazione al funzionamento del meccanismo di copiatura .
Dalla testimonianze raccolte risulta che l'addotto viene introdotto in un contenitore
cilindrico trasparente totalmente immerso in un fluido caldo più denso dell'acqua e meno dell'olio
(così descritto dagli addotti) di colore verdastro dove è possibile respirare.
Il fatto che in poco tempo gli alieni e alcuni fazioni militari, riescano a creare una copia di
un individuo, uguale in tutto e per tutto, (tranne per la caratteristica di avere l'innesto di un' anima),
è molto interessante.

Nuovo record per il teletrasporto: 143 chilomentri - Fisica Trekkie

06 Settembre, 2012 | Category : Attualità | Author: Fonte | Condividi | Commenti

teletrasporto.jpgUn team di ricerca internazionale della stazione ottica terrestre dell'ESA nelle isole Canarie ha stabilito un nuovo record mondiale di 'teletrasporto quantistico', riproducendo le caratteristiche di una particella di luce attraverso una distanza di 143 km. 

Grazie al progetto finanziato dall'ESA, i ricercatori provenienti da Austria, Canada, Germania e Norvegia, hanno trasferito le proprietà fisiche di una particella di luce - un fotone - alla sua partner via teletrasporto quantistico, colmando così una distanza di 143 km tra il telescopio Jacobus Kapteyn di La Palma e la Stazione ottica dell'ESA a Tenerife. I risultati sono stati pubblicati nella rivista Nature di questa settimana.

Una volta acquisite la misura di alcune proprietà della particella - come la polarizzazione o lo spin - il teletrasporto riprodurrà le stesse caratteristiche su entrambe le particelle, indifferentemente dalla distanza alla quale si trovano. L'esperimento rappresenta un grande passo in avanti nella comunicazione con i satelliti tramite questo metodo. 

"La realizzazione di questo esperimento è stata una grande sfida - spiega Anton Zeilinger, che ha coordinato l'esperimento - i fotoni dovevano essere inviati attraverso la turbolenta atmosfera tra le due isole. A questa distanza non si poteva usare la fibra ottica, e abbiamo dovuto trovare nuovi metodi". La tecnologia potrà essere usata in futuro per un nuovo Internet più veloce e sicuro, oltre che per le comunicazioni con lo spazio.

Il record precedente, raggiunto pochi mesi fa in Cina, era 94 chilometri. E'anche un ottimo esempio di riunire le competenze di scienziati provenienti da diversi stati membri dell'ESA per eseguire esperimenti straordinari dalla stazione Optical Ground dell'ESA.


First Page
First Page
First Page
Last Page

 

Copyright © 2008 by PHP-Nuke 8.1 WL-Ed.. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license