Home

Ricercatori scoprono una razza sconosciuta con teschi allungati all'interno di una necropoli!

 
24 Maggio, 2016 | Categoria : Archeologia | Commenti
homepage

malta-skulls

Questa è l'archeologia proibita il meglio! I ricercatori sono rimasti perplessi davanti ad una razza sconosciuta con teschi allungati scoperti all'interno di una antica necropoli risalente a 5000 anni fa.
Secondo i rapporti, una serie di teschi allungati misteriosi, che apparteneva ad una razza sconosciuta sono stati scoperti dai ricercatori all'interno di un'antica necropoli rinvenuti a Malta. L'antico sito si crede che risalga ad almeno 5.000 anni. Tra le scoperte più misteriose c'era un particolare cranio allungato, privo delle comuni Fossa.
Come ci immergiamo nella storia intricata dell' uomo, veniamo a scoprire quanto poco sappiamo della umanità e della nostra civiltà. In realtà, sembra che ogni singola scoperta ci porta ancora più indietro nel tempo, correggendo i pezzi incompleti del puzzle che la storia di oggi chiama mainstream.
Un antico sito che promette di riscrivere la storia conosciuta del genere umano è l'Ipogeo di Hal Saflieni, un sito archeologico di scavi sotterranei che secondo i ricercatori risale a circa 3.300-3.000 aC. Durante gli scavi, mentre i ricercatori stavano analizzando i resti di una antica necropoli hanno scoperto migliaia di resti umani con teschi allungati, a differenza di qualsiasi dei nostri antenati nel nostro albero evolutivo.

Malta’s Ħal Saflieni Hypogeum


L'Ipogeo enigmatico di Hal Saflieni non è solo conosciuto per le migliaia di teschi allungati scoperti lì, ma dalle ha altre caratteristiche che ha attratto ricercatori da tutto il mondo, che sono venuti a studiare le proprietà acustiche uniche all'interno della gigantesca camere sotterranee di Malta risalnte a più di 5000 anni fa.
Secondo i visitatori e ricercatori che hanno avuto l'opportunità di entrare nel sito antico complesso, una volta dentro, ci si sente come se si fosse all'interno di una campana gigante: il critico di architettura Richard tempesta ha spiegato la strana sensazione: "Perché percepisci qualcosa proveniente da qualche altra parte e si viene trafitto. "( Fonte )
Come molte altre scoperte, anche questa è stato fatta per caso quando nel 1902, i lavoratori in un cantiere edile hanno sfondato il tetto che portava alla scoperta di un antico segreto incredibile.
Un pioniere di Archeologia e gesuita e membro della 'Compagnia di Gesù' Manuel Magri era responsabile degli scavi. Misteriosamente, poco prima della pubblicazione del rapporto di scavo nel 1907, il sacerdote è morto in circostanze sospette.

kt52dc509f


Secondo il rapporto, l'antico sito è stato descritto come una catacomba massiccia con tre livelli intricati, scolpitoe in circa 2000 tonnellate di roccia. Le mura dell'antico sito sono state decorate con diverse figure gemometriche: Spirali, sfere, pentagoni, temi floreali e raffigurazioni di animali.
I teschi allungati misteriosi erano evidentemente differenti da quelli della gente comune. La maggior parte dei teschi sono stati esposti nel Museo Archeologico di La Valletta, tuttavia, dopo il 1985, i crani trovati nei numerosi siti a Malta sono scomparso senza lasciare traccia.
Mentre molte persone rimangono scettici circa i teschi allungati, e ogni volta che tali resti vengono trovati le persone tendono a classificarli come una bufala , i teschi allungati di Malta sono tutt'altro che ordinari. Infatti, la loro esistenza e le caratteristiche anomale sono ben documentate da testi e le immagini del Dr. Anton Mifsud, e il suo collega Dr. Carlo Savona Ventura che ha dettagliato le loro numerose caratteristiche strane come allungamenti, fori e occipiti gonfi e partizioni temporali stranamente sviluppati, che sono diversi di qualsiasi razza umana conosciuta sul pianeta.
È interessante notare che i teschi allungati enigmatici ha catturato l'occhio del National Geographic Magazine, che ha scritto su di loro nel 1920, ed ha descritto gli antichi abitanti di Malta come una razza di esseri con i teschi allungati:
Da un esame delle scheletri vengono porati risalenti all'età della pietra, sembra che i primi abitanti di Malta erano una razza di persone dal cranio allungato di altezza media, simile al primo popolo d'Egitto, che si è diffuso verso ovest lungo la costa al nord dell' Africa, dove alcuni sono andati a Malta e in Sicilia e altri per la Sardegna e la Spagna. NATIONAL GEOGRAPHIC MAGAZINE Gennaio-giugno del 1920 VOLUME XXXVII.
La parte più misteriosa di questi crani incredibili è il fatto che essi sono scomparsi. Come molte altre scoperte in tutto il pianeta, anche questo sembra indicare che ci sono parti della nostra storia che devono essere riscritte, e che i rigorosi schemi tradizionali fissati in posizione stanno spingendo la società moderna a scavare ulteriormente nella storia dimenticata del genere umano.

 

http://www.filosofiaelogos.it

Fonte

 

homepage

Copyright © 2008 by PHP-Nuke 8.1 WL-Ed.. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under theGNU/GPL license