Quetzalcoatl, Viracocha, e Kukulkan: Gli antichi Dei Anunnaki che ritorneranno un giorno?

08 Febbraio, 2017 |Tag: Esopolitica | from Author

Ma chi erano questi dèi? E perché sono descritti così simili?

E 'possibile che Quetzalcoatl, Viracocha, e Kukulkan erano in realtà una divinità? Le descrizioni di tutti e tre gli antichi dèi è particolarmente interessante in quanto tutte e tre le divinità erano raffigurati con caratteristiche identiche per gli abitanti del Sud America: la pelle bianca, un ampio fronte e una brizzolata barba rossa e grandi occhi azzurri. Erano queste tre divinità mesoamericane in qualche modo collegati agli antichi Anunnaki?

Se diamo uno sguardo alle antiche culture in tutto il mondo, in particolare quelle del continente americano troveremo le storie e le leggende che sono stranamente simile. Dagli Aztechi, Olmechi, Maya, per l'Inca e le culture che li precedono, troviamo la prova di "dei" che hanno lasciato la Terra, promettendo di tornare un giorno.

Ma chi erano questi dèi? E perché sono descritti così simili?

Viracocha è il grande dio creatore nella mitologia pre-Inca. Era una delle divinità più importanti del pantheon Inca ed era visto come il creatore di tutte le cose. Stranamente, gli antichi descrivevano Viracocha con caratteristiche che non erano simili per gli abitanti del Sud America. Viracocha è rappresentato come avere una barba e un paio di baffi qualcosa di molto insolito, perché gli indiani americani non avevano lunghe barbe e baffi, ancora più strano, la rappresentazione di Viracocha è molto simile agli antichi dèi degli antichi Sumeri in Mesopotamia.

E' un segno rivelatore che dobbiamo prestare attenzione?

È interessante notare che, proprio come Viracocha era raffigurata con le caratteristiche a differenza di quelli dei popoli nativi delle Americhe, il dio azteco Quetzalcoatl e diverse altre divinità dal pantheon Centro e Sud America, sono stati descritti nelle leggende con la barba, la pelle bianca, gli occhi azzurri e relativamente alti.

Se confrontiamo queste descrizioni con le divinità dell'antica Mesopotamia, notiamo numerose similitudini affascinanti che sollevano molte domande.

La barba una volta si credeva di essere un segno di una influenza europea preistorica, rapidamente alimentata ed arricchita da spiriti di epoca coloniale, e il suo significato nella cultura del continente insulare della Mesoamerica.

I Maya, Aztechi, erano persone dalla pelle scura. Erano normalmente non molto alti e aveva gli occhi marroni. Kukulcan di, Quetzalcoatl e anche Viracocha erano nella loro rappresentazione umana in totale contrasto, con i capelli bianchi o argento, la pelle bianca, occhi azzurri, ed erano molto più alti rispetto ai nativi.
Kukulkan, proprio come Quetzalcoatl, aveva una forma umana, e con caratteristiche così come quella di un serpente piumato.

Allora, chi erano questi "dei"? Da dove venivano e cosa ancora più importante, perché tutti loro hanno promesso di tornare un giorno?

Chi erano Quetzalcoatl, Viracocha, e Kukulkan? Se fossero veramente stato dei mesoamericani, perché antiche civiltà delle Americhe descrivono loro che hanno la pelle bianca, un ampio fronte e una brizzolati barba rossa e grandi occhi azzurri? Inoltre, come ha fatto il 'serpente piumato, alias Quetzalcoatl' a raggiungere l'impero lontana degli Aztechi?

Da dove vengono? E 'possibile che Quetzalcoatl, Kukulkan, e Viracocha sono infatti un solo Dio, che in qualche modo era fisicamente presente in tutte le antiche culture americane? E perché egli è costantemente associato, nel folklore messicano nativo con il pianeta Venere?

E 'possibile che questi Dei Antichi erano in realtà viaggiatori nello spazio, i viaggiatori che sono venuti sulla Terra come molti antichi teorici suggeriscono? Che cosa succede se questi dèi sono di fatto la stessa divinità descritte nell'antica Mesopotamia: Gli antichi Anunnaki?

È interessante notare che, se diamo uno sguardo al Codex Telleriano-Remensis vedremo le descrizioni di quello che sembra essere un volo di un veicolo spaziale che effettua una crociera e atterraggio per lo stupore e il terrore degli indigeni ... trovare:

"... Ogni sera, e per diverse notti, una grande chiarezza appare proveniente dall'orizzonte, salendo verso il cielo, avente la forma di una piramide in fiamme, è molto impressionato il re di Texcoco, tanto che ha deciso di porre fine a tutte le guerre ... "

English Version

Quetzalcoatl, Viracocha, and Kukulkan: The Ancient Anunnaki Gods that will RETURN one day?

Is it possible that Quetzalcoatl, Viracocha, and Kukulkan were in fact ONE deity? The descriptions of all three ancient Gods is especially interesting since all three deities were depicted with features not characteristic for the inhabitants of South America: white skin, a wide forehead and graying red beard and big blue eyes. Were these three Mesoamerican deities somehow connected to the Ancient Anunnaki?

If we take a look at ancient cultures around the globe, specifically those of the American continent we will find stories and legends that are eerily similar. From the Aztecs, Olmecs, Maya, to the Inca and the cultures that predate them, we find evidence of ‘Gods’ who left Earth, promising to return one day.

But who were these gods? And why are their descriptions so similar?

Viracocha is the great creator god in the pre-Inca mythology. He was one of the most important deities in the Inca pantheon and seen as the creator of all things. Strangely, the ancients described Viracocha with features that were not characteristic for the inhabitants of South America. Viracocha is represented as having a beard and a mustache something very unusual because American Indians did not have long beards and mustaches, even more strangely, the representation of Viracocha is very much like the ancient Gods of ancient Sumer in Mesopotamia.

Is that a tell-tale sign we need to pay attention to?

Interestingly, just as Viracocha was depicted with features unlike those of the native people of the Americas, the Aztec god Quetzalcoatl and several other deities from Central and South American pantheons, were described in legends as being bearded, white-skinned, blue-eyed and relatively tall.

If we compare those descriptions with the deities from ancient Mesopotamia, we ill notice numerous fascinating similarities that raise many questions.

The beard once believed to be a mark of a prehistoric European influence, quickly fueled and embellished by spirits of the colonial era, and its significance in the continentally insular culture of Mesoamerica.

The Maya, ancient Aztecs, were dark skinned people. They were normally not very tall and had brown eyes. Kukulcan’s, Quetzalcoatl’s and even Viracocha were in their human representation a complete contrast, having white or silver hair, white skin, blue eyes, and were much taller than the natives.
Kukulkan, just as Quetzalcoatl, had a human form as well as that of a feathered serpent.

So who were these ‘Gods’? Where did they come from and more importantly, why did all of them promise to return one day?

Who were Quetzalcoatl, Viracocha, and Kukulkan? If he truly were ancient Mesoamerican Gods, why did ancient civilizations of the Americas describe them having white skin, a wide forehead and graying red beard and big blue eyes? Furthermore, how did the ‘feathered serpent, aka Quetzalcoatl’ reach the distant empire of the Aztecs?

Where did he come from? Is it possible that Quetzalcoatl, Kukulkan, and Viracocha are in fact ONE God, which somehow was physically present in all ancient American cultures? And why is it that he is persistently associated, in native Mexican folklore with the planet Venus?

Is it possible that these Ancient Gods were in fact spacefaring travelers who came to Earth as many ancient astronaut theorists suggest? What if these gods are in fact the same deities described in Ancient Mesopotamia: The ancient Anunnaki?

Interestingly, if we take a look at the Codex Telleriano-Remensis we will find descriptions of what seem to be flights of a spacecraft that performs cruises and landings to the astonishment and terror of the natives…:

“…Every evening, and for several nights, a great clarity appears coming from the horizon, rising towards the heavens, having the shape of a pyramid in flames, it greatly impressed the king of Texcoco so much that he decided to end all wars…”


http://www.filosofiaelogos.it/

Fonte