I segreti del "disclosure project"

Disclosure_projectDi misteri, si sa, è pieno l'universo. Inutile dire che sono innumerevoli i segreti che ci vengono tenuti nascosti come infinite sono le verità celate o semitaciute che non ci verranno mai esplicitamente dette. Una, ad esempio, è che il governo statunitense copre l’evidenza degli UFO da oltre 50 anni. La storia ha una data, un inizio e un luogo.

      On Line

IlluminatiCome dice la parola stessa gli Illuminati sono i portatori di luce, quelli che sanno, ma la loro luce è, apparentemente, Lucifero o Satana. Appartengono a tredici delle più ricche famiglie del mondo e sono i personaggi che veramente comandano il mondo da dietro le quinte. Vengono anche definiti la Nobiltà Nera, i Decision Makers, chi fa le regole da seguire per Presidenti e Governi.

Urzi
 "È giunto il momento di alzare il velo di segretezza che circonda l'esistenza degli Ufo e di far emergere la verità affinché la gente sia messa a conoscenza di uno dei più importanti problemi che la Terra si trova ad affrontare". (Paul Hellyer)

link

antico testo egizio intagliato sulla porta di un antico e sacro sito

eGYPT

Finalmente ho raggiunto il MIO traguardo e risolto il segreto della mia anima: Io sono QUELLO a cui rivolgevo le preghiere, QUELLO a cui chiedevo aiuto. Sono QUELLO che ho cercato. Sono la stessa vetta della MIA montagna. Guardo la creazione come una pagina del MIO stesso libro. Sono infatti l’UNICO che produce i molti, della stessa sostanza che prendo da ME. Poiché TUTTO è ME, non vi sono due, la creazione è ME STESSO, dappertutto. Quello che concedo a ME stesso, lo prendo da ME stesso e lo do a ME stesso, l’UNICO, poiché sono il Padre ed il Figlio. Quanto a quello che voglio, non vedo altro che i MIEI desideri, che sgorgano da ME. Sono infatti il conoscitore, il conosciuto, il soggetto, il governante ed il trono. Tre in UNO è quello che sono e l’inferno è solo un argine che ho messo al MIO stesso fiume, allorché sognavo durante un incubo. Sognai che non ero il SOLO unico e così IO stesso iniziai il dubbio, che fece il suo corso, finché non mi svegliai. Trovai così che IO avevo scherzato con ME stesso. Ora che sono sveglio, riprendo di sicuro il MIO trono e governo il MIO regno che è ME stesso, il signore per l’eternità.”

Non c'è solo l'acqua su Marte : Ecco il fossile di un rettile marziano

   
30 Settembre, 2015 | Category : Ufologia | Author: Fonte | Commenti  

fossile-marte-rettile

A poche ore dall'annuncio della Nasa che conferma la presenza di acqua liquida su Marte, i cacciatori di anomalie marziane hanno scoperto una bizzarra formazione che somiglia incredibilmente allo scheletro fossile di un dinosauro. Certo che se fosse vero l'acqua su Marte sarebbe una bazzecola!

Mentre la Nasa conferma la presenza di acqua allo stato liquido sulla superficie di Marte, i cacciatori di anomalie non se ne stanno con le mani in mano.

Un’immagine pubblicata dalla Nasa, ripresa dal rover Curiosity, mostra una bizzarra formazione rocciosa che secondo gli ufologi potrebbe essere lo scheletro fossile di un’animale preistorico vissuto su Marte.

Come segnalato dal canale YouTube “Paranormal Crucible”, l’immagine è stata scattata all’interno del cratere Gale [Vedi immagine Nasa originale].

«Sembrano i resti di un mostro preistorico», si azzarda nel video. «Se guardiamo più da vicino, si può vedere un teschio con un piccolo osso, e possiamo vedere chiaramente l’orbita oculare e la spina dorsale curva dell’animale».

 Gli autori del video pensano che i resti osservati nella foto siano simili alla struttura scheletrica dei Draghi di Komodo, enormi lucertole capaci di sopravvivere in ambienti molto difficili: «È possibile che una specie di rettile abbia camminato in passato sulla superficie di Marte?».

Come sempre in questi casi, ci si pone la domanda: si tratta realmente dei resti fossilizzati di un’antica creatura marziana oppure è solo un bizzarro inganno della nostra percezione?

fossile-marte-rettile-nasa

Immagini simili a quest’ultima sono molto frequenti. I cacciatori di anomalie, infatti, in altre occasioni hanno trovato quelli che sembrano scheletri fossili, insetti marziani, manufatti e strutture sotterranee.

Ma la Nasa commenta spiegando che si tratta solo di rocce dall’erosione insolita e che i cacciatori di anomalie sono vittime della pareidolia, ovvero l’illusione ottica provocata da quei meccanismi del cervello che non sopporta le informazioni incomplete e che fa vedere oggetti e forme familiari anche dove non ce ne sono! Chi ha ragione?

Fonte

Copyright © 2008 by PH-Nuke 8.1 WL-Ed.. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license