Chi era Noè, l'ultimo patriarca antidiluviano super-longevo che visse per 950 anni?

26 Giugno, 2018 |Tag: Esopolitica | from Author

Si dice che nei tempi antichi certe persone godessero di vite incredibilmente longeve


Oggi quando parliamo di persone che sono vissute per oltre 200 anni, per non parlare di 900 anni, diventiamo subito scettici e diciamo che non è possibile una vita così lunga.

Nonostante questo, i testi antichi suggeriscono il contrario.

Nel lontano passato, venti antenati maschi vivevano tra Adamo, che era considerato il primo essere umano sulla Terra e, Abramo, l'uomo accreditato con la costruzione dell'Alleanza.

Da questa storia antica, possiamo selezionare dieci patriarchi che sono spesso soprannominati patriarchi antidiluviani perché vivevano sulla Terra prima che il Diluvio Universale travolgesse la terra.

Nei precedenti articoli, ho discusso l'enigma generale dietro i patriarchi antidiluviani super-longevi e Methushelah, un uomo che secondo gli antichi testi visse 969 anni.
Il Matusalemme era considerato un uomo con una delle più lunghe vite umane nella storia della Terra e visse per incredibili 969 anni fino alla distruzione causata dal Diluvio Universale.

Methuselah era il nonno di Noè.

Noè è menzionato nell'Antico Testamento nel Primo libro delle Cronache e nei libri di Tobia, Saggezza, Siracide, Isaia, Ezechiele, 2 Esdra, 4 Maccabei; nel Nuovo Testamento, è menzionato nei vangeli di Matteo, e Luca, la Lettera agli Ebrei, 1 ° Pietro e 2 ° Pietro.
Secondo il Tanach e la Bibbia, Noè, insieme a sua moglie, i suoi figli Shem, Ham e Japheth, e le sue figlie furono uno degli otto sopravvissuti alla grande alluvione scatenata da Dio per distruggere i violenti discendenti di Adam e Eve.

Quando Noè aveva 600 anni, Dio gli ordinò di costruire un'enorme arca fatta di legno di gopher, che serviva a proteggere lui e la sua famiglia, così come tutte le specie animali sulla Terra durante l'alluvione.

Tuttavia, ancora più importante, Noah è considerato dalle religioni abramitiche come il padre dell'umanità attraverso i discendenti dei suoi tre figli.
Secondo i testi antichi, Noè era il decimo e l'ultimo dei super-longevi patriarchi antidiluviani: Noè morì 350 anni dopo l'alluvione, all'età di 950. La Bibbia e altri testi antichi spiegano come Noè era il terzo uomo più lungo dell'intero Bibbia, superando persino Adamo che visse fino all'età di 930 anni. Inoltre, in proporzione alla sua lunga vita, ha generato tre figli dopo i 500 anni.

Nonostante il fatto che un certo numero di studiosi si rifiutino di riconoscere l'esistenza di un'alluvione universale, ci sono prove di massicce inondazioni, poiché vari archeologi indicano che ci fu un diluvio storico tra 5.000 e 7.000 anni fa che colpì terre che andavano dal Nero Mare a quella che molti chiamano la culla della civiltà, una zona tra i fiumi Tigri ed Eufrate.
Alla fine, i figli di Noè divennero i progenitori di una nuova umanità.

Tuttavia, questa non era un'umanità moralmente rinnovata come Babel sarebbe venuto a dimostrarlo.

L'inclinazione del cuore umano continuerà ad essere verso i peccati.

Nonostante ciò, Dio avrebbe continuato a lavorare nel corso della storia per la realizzazione del suo piano di redenzione.

È storicamente noto che dopo Noè, la durata della vita umana si è drasticamente ridotta a "soli" 120 anni, come vediamo con Mosè.

Questo fatto storico solleva una serie di domande.

Chi erano questi cosiddetti patriarchi antidiluviani? Perché e come potevano vivere per centinaia di anni?

Le vite date per i patriarchi nel Libro della Genesi sono Adam 930 anni, Seth 912, Enos 905, Kenan 910, Mahalalel 895, Jared 962, Enoch 365 (non morì ma fu portato via da Dio), Methuselah 969, Lamech 777 , Noah 950.

Erano diversi dagli umani comuni? Forse geneticamente diverso? Curiosamente, l'evidenza di durate super longeve è presente in numerosi e diversi testi antichi.

Ad esempio, il canone di Torino Reale descrive, nelle ultime due righe della colonna una sorta di riassunto dell'intero documento in cui possiamo leggere: "... Venerables Shemsu-Hor, 13.420 anni; Regna davanti allo Shemsu-Hor, 23.200 anni; Totale 36.620 anni '.

Inoltre, la famosa lista dei re sumeri, così come il canone reale di Torino descrive incredibili regni longevi:

"Dopo che la regalità discese dal cielo, la regalità era in Eridug. In Eridug, Alulim divenne re; regnò per 28800 anni. Alaljar governò per 36000 anni. 2 re; regnarono per 64800 anni ".

Quindi, chi erano sulla terra gli esseri descritti come i super-longevi patriarchi antidiluviani? Umani ordinari con una durata di vita mal interpretata o mal tradotta?

Oppure, è possibile, come molti autori suggeriscono, che gli esseri descritti nella lista dei re sumeri, il canone reale di Torino e i super-longevi patriarchi antidiluviani non fossero normali esseri umani, ma esseri non interamente dalla Terra?

https://www.filosofiaelogos.it

Fonte