I segreti del "disclosure project"

Disclosure_projectDi misteri, si sa, è pieno l'universo. Inutile dire che sono innumerevoli i segreti che ci vengono tenuti nascosti come infinite sono le verità celate o semitaciute che non ci verranno mai esplicitamente dette. Una, ad esempio, è che il governo statunitense copre l’evidenza degli UFO da oltre 50 anni. La storia ha una data, un inizio e un luogo.

      On Line

IlluminatiCome dice la parola stessa gli Illuminati sono i portatori di luce, quelli che sanno, ma la loro luce è, apparentemente, Lucifero o Satana. Appartengono a tredici delle più ricche famiglie del mondo e sono i personaggi che veramente comandano il mondo da dietro le quinte. Vengono anche definiti la Nobiltà Nera, i Decision Makers, chi fa le regole da seguire per Presidenti e Governi.

Urzi
 "È giunto il momento di alzare il velo di segretezza che circonda l'esistenza degli Ufo e di far emergere la verità affinché la gente sia messa a conoscenza di uno dei più importanti problemi che la Terra si trova ad affrontare". (Paul Hellyer)

link

La Macchina delle copie

copie

Questa volta vogliamo partire da un particolare emerso dai racconti degli addotti in Italia e
ancora prima negli U.S.A. Ad esempio (Linda Porter, 1963 Porterville, California.) la formazione
delle copie,che avviene all'interno di cilindri, sottolineando il fatto che, non vogliamo ripetere
quanto già conosciuto in merito a tale argomento, ma che si vuole soltanto trovare una possibile
spiegazione al funzionamento del meccanismo di copiatura .
Dalla testimonianze raccolte risulta che l'addotto viene introdotto in un contenitore
cilindrico trasparente totalmente immerso in un fluido caldo più denso dell'acqua e meno dell'olio
(così descritto dagli addotti) di colore verdastro dove è possibile respirare.
Il fatto che in poco tempo gli alieni e alcuni fazioni militari, riescano a creare una copia di
un individuo, uguale in tutto e per tutto, (tranne per la caratteristica di avere l'innesto di un' anima),
è molto interessante.

Marte, riscaldamento globale

   
25 Novembre, 2013 | Category : Attualità | Author: Fonte | Commenti  

Proprio come il Grand Canyon , il fiume  Nanedi Valles tutta la superficie marziana ci suggerisce che c’era l'acqua liquida , che  attraversava il paesaggio , secondo un team di ricercatori che credono che l'idrogeno molecolare ha reso abbastanza caldo il pianeta per far defluire l'acqua.
Si tratta di un pannello diviso a confronto una sezione di Arizona Grand Canyon a sinistra contro una sezione di Marte ' Nanedi Valles a destra . Nanedi Valles si trova nel quadrilatero Lunae Palus di Marte . La parte settentrionale dell'immagine Nanedi Valles mostra un fiume una volta tagliato attraverso di essa , simile a quella che scorre attraverso il Grand Canyon. Anche se questa sezione del Nanedi Valles è di quasi 2,5 km di larghezza , altre porzioni sono almeno due volte più largo . Lievi differenze morfologiche tra i due canyon sono imputabili alle grandi differenze di età tra le regioni e il corrispondente alto grado di erosione su Marte .

La presenza di idrogeno molecolare , oltre all'anidride carbonica e acqua , potrebbe aver creato un effetto serra su Marte 3,8 miliardi anni fa, che ha spinto le temperature sufficientemente elevate per permettere acqua liquida , i ricercatori affermano , in questo numero di Nature Geoscience .

Il team comprende Ramses M. Ramirez , uno studente di dottorato lavorare con James Kasting , Evan Pugh professore di Geoscienze , Penn State .

Marts-global-warming I precedenti tentativi di produrre temperature abbastanza calde per consentire modelli climatici acqua utilizzata per liquidi che includono solo anidride carbonica e acqua e hanno avuto successo. I ricercatori hanno usato un modello per dimostrare che l' atmosfera con anidride carbonica sufficiente , acqua e idrogeno potrebbe aver fatto le temperature di superficie di Marte calda sopra lo zero. Quelle temperature sopra lo zero permetterebbero acqua allo stato liquido di fluire attraverso la superficie marziana oltre 3,8 miliardi di anni fa e forma le antiche reti di valle , come Nanedi Valles , tanto sezioni modo del serpente Grand Canyon attraverso gli Stati Uniti occidentali di oggi.

"Questo è emozionante perché spiegando come presto Marte avrebbe potuto essere più caldo e abbastanza umido per formare le antiche valli erano scienziati a grattarsi la testa per gli ultimi 30 anni ", ha detto Ramirez . "Pensiamo che possiamo avere una soluzione credibile a questo grande mistero . "

I ricercatori notano che una teoria alternativa è che le valli marziane formati dopo le grandi meteoriti bombardato il pianeta , generando atmosfere di vapore che poi piovuto fuori . Ma questo meccanismo non può produrre grandi volumi di acqua ritenute necessarie al scolpire le valli .

"Pensiamo che non ci sia modo di formare le antiche valli con qualsiasi freddi modelli Marte primi alternativi ", ha detto Ramirez . "Tuttavia , il problema con la vendita di un caldo precoce Marte è che nessuno era stato in grado di mettere avanti un meccanismo realizzabile negli ultimi tre decenni . Quindi , ci auguriamo che i nostri risultati convincere la gente a riconsiderare le loro posizioni ".

Ramirez e ricercatore post -dottorato Ravi Kopparapu co - sviluppato un modello climatico unidimensionale per dimostrare la possibilità che i livelli di gas da attività vulcanica potuto creare abbastanza idrogeno e biossido di carbonio per formare una serra e aumentare le temperature sufficientemente per permettere acqua liquida . Una volta sviluppato il modello , Ramirez ha eseguito il modello utilizzando i nuovi dati di assorbimento di idrogeno e lo ha utilizzato per ricreare le condizioni sul presto Marte , un tempo in cui il sole era di circa il 30 per cento in meno brillante di quanto lo sia oggi.

« È un po ' sorprendente pensare che Marte avrebbe potuto essere caldo e umido perché al momento in cui il sole era molto dimmer ", ha detto Ramirez .

Mantello di Marte ' sembra essere più ridotto di quello della Terra , sulla base di prove da Shergotty , Nahkla e meteoriti Chassigny , meteoriti marziane chiamato per le città nei cui pressi sono stati trovati. Un mantello più ridotta outgasses più idrogeno relativi ad acqua , rafforzando così l'effetto serra idrogeno .

" La molecola di idrogeno è simmetrica e sembra essere abbastanza noioso da sé ", ha detto Ramirez . "Tuttavia , altri gas di fondo , come l'anidride carbonica , possono perturbare e farlo funzionare come un potente gas a effetto serra a lunghezze d'onda in cui l'anidride carbonica e l'acqua non assorbono troppo forte . Quindi , l'idrogeno riempie i vuoti lasciati dagli altri due gas serra . "

Oltre a Ramirez , Kopparapu e Kasting , ricercatori del progetto includono Michael E. Zugger , ingegnere senior di ricerca , Applied Research Laboratory , Penn State , Tyler D. Robinson , University of Washington , e Richard Freedman , SETI Institute.

Il sostegno per la ricerca proviene da Virtual Planetary Laboratory della NASA Astrobiology Institute .

fonte: Contacts and sources:
A’ndrea Elyse Messer
Penn State

Copyright © 2008 by PHP-Nuke 8.1 WL-Ed.. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license