La morte è solo un'illusione, non è reale!

30 Agosto, 2017 |Tag: Esoterismo | from Author

Un'illusione generata dalla nostra coscienza. Inoltre, la vita non finisce quando il corpo muore e può durare per sempre.

Controversa come può sembrare a molti, uno scienziato ha rivelato come la morte non è reale, è un'illusione generata dalla nostra coscienza. Inoltre, la vita non finisce quando il corpo muore e può durare per sempre.
Robert Lanza, scienziato della School of Medicine di Wake Forest, dice nel suo libro "Biocentrismo", che la morte è un'illusione generata dalla nostra coscienza.
Il dottor Lanza è stato membro del team di scienziati che hanno clonato i primi embrioni umani di primo stadio del mondo. Nel settembre del 2011, la società di Lanza ha ricevuto l'approvazione dall'agenzia di regolamentazione dei medicinali e sanitarie del Regno Unito per avviare il primo studio di cellule staminali embrionali umane in Europa.
Dr. Lanza è coautore del libro Biocentrismo: come la vita e la coscienza sono le chiavi per comprendere la vera natura dell'universo, che è possibile acquistare qui.
Il professore ha preso notorietà pubblica dopo la pubblicazione del suo libro, che, basato sulle nozioni della fisica quantistica, spiega la sua particolare ipotesi secondo cui la biologia e la vita sono l'origine della realtà e dell'universo e non l'altro. Quindi, il tempo sarebbe solo un'entità creata dalla vita che la osserva.
Secondo questa teoria, ci sono molte realtà sostenute da diversi livelli di coscienza.
In questo modo, la fine della vita sarebbe solo una nozione immersa nelle nostre menti, poiché se non ci sono né tempo né spazio, non ci può essere la morte.
Lanza scrive sul suo sito web come la morte non esiste in un mondo senza tempo e senza tempo. Alla fine, anche Einstein ha ammesso che "Now Besso" (un vecchio amico) "è partito da questo strano mondo poco prima di me. Questo non significa nulla. Persone come noi ... sanno che la distinzione tra passato, presente e futuro è solo un'illusione ostinatamente persistente ".
Secondo nuove prove, Einstein aveva ragione - la morte è un'illusione. Inoltre, il ricercatore, l'autore e l'imprenditore sostiene che l'immortalità non significa un'esistenza perpetua nel tempo, ma risiede al di fuori del tempo.
Lanza afferma che il concetto di morte come lo conosciamo non esiste in nessun senso in quanto non esistono limiti reali secondo i quali può essere definito.
In sostanza, l'idea di morire è qualcosa che ci è sempre stato insegnato ad accettare, ma in realtà esiste solo nelle nostre menti.
L'idea del biocentrismo è simile all'idea di universi paralleli, l'ipotesi formulata da molti fisici teorici secondo cui esiste un numero infinito di universi in cui esistono e si verificano contemporaneamente varie varianti di persone e situazioni. Quindi, se qualcuno crede nella morte per tutta la vita, creerà la loro realtà basata su questa credenza e, al contrario, se qualcuno crede che sia fatta di essenza immortale e che siamo solo in questa vita di passaggio, noi Vivere in modo completamente diverso da quello che siamo abituati, creando la nostra realtà basata su quella credenza, altrimenti totalmente incompatibile con quella precedente.
Secondo il biocentrismo, il tempo non esiste indipendentemente dalla vita che la osserva. La realtà del tempo è stata interrogata da una strana alleanza di filosofi e fisici.
I primi sostengono che il passato esiste solo come un'idea nella mente, che a loro volta sono eventi neuroelettrici che si verificano rigorosamente nel momento presente.
Poi la morte e l'idea dell'immortalità esistono in un mondo senza confini spaziali o lineari. Quindi si può concludere che la morte non può essere un evento finale o finale, come lo consideriamo di solito.

English Version
Scientist concludes death is only an illusion, it is not real

As controversial as it may sound to many, a scientist has revealed how death is not real, it is an illusion generated by our consciousness. Furthermore, life does not end when the body dies, and it can last forever.

Wake Forest University School of Medicine scientist Robert Lanza says in his book “Biocentrism,” that death is an illusion generated by our consciousness.

Dr. Lanza was a member of the team of scientists that cloned the world’s first early stage human embryos. In September of 2011, Lanza’s company received approval from the UK’s Medicines and Healthcare Products Regulatory Agency to start the first human embryonic stem cell trial in Europe.

Dr. Lanza is the co-author of the book Biocentrism: How Life and Consciousness are the Keys to Understanding the True Nature of the Universe, which you can buy here.
The professor took public notoriety after the publication of his book, which, based on notions of quantum physics, explains his particular hypothesis that holds that biology and life are the origin of reality and the Universe, not the other way around. Thus, time would be only an entity created by the life that observes it.

According to this theory, there are many realities supported by different levels of consciousness.

In this way, the end of life would be only a notion instilled in our minds, since if there is neither time nor space, there can be no death.
Lanza writes on his website how Death does not exist in a timeless, spaceless world. In the end, even Einstein admitted, “Now Besso” (an old friend) “has departed from this strange world a little ahead of me. That means nothing. People like us…know that the distinction between past, present, and future is only a stubbornly persistent illusion.”
According to new evidence, Einstein was right – death is an illusion. Furthermore, the researcher, author, and entrepreneur argues that immortality doesn’t mean a perpetual existence in time, but resides outside of time altogether.

Lanza states how the concept of death as we know it does not exist in any real sense since there are no real limits according to which it can be defined.

Essentially, the idea of dying is something we have always been taught to accept, but in reality, it exists only in our minds.

The idea of biocentrism is similar to the idea of parallel universes, the hypothesis formulated by many theoretical physicists according to which there are an infinite number of universes in which diverse variations of people and situations exist and occur simultaneously. Thus, if someone believes in death throughout their lives, they will create their reality based on this belief, and, on the contrary, if someone believes that he is made of immortal essence and that we are only in this life of passage, we will live in a way totally different than what we are used to, creating our reality based on that belief, otherwise totally incompatible with the previous one.
According to biocentrism, time does not exist independently of the life that observes it. The reality of time has been questioned by a strange alliance of philosophers and physicists.

The former argue that the past exists only as an idea in the mind, which in turn are neuroelectric events that occur strictly in the present moment.

Then death and the idea of immortality exist in a world without spatial or linear boundaries. Thus, it can be concluded that death can not be a terminal or final event, as we usually consider it.

https://www.filosofiaelogos.it

Fonte