La NASA ha catturato le immagini della materia che sfugge a un buco nero supermassivo!

18 Agosto, 2017 |Tag: Spazio | from Author

Gli astronomi pensano che le corone abbiano una delle due configurazioni probabili

Due telescopi della NASA sono riusciti a catturare il momento in cui una Corona di un buco nero Supermassive ha lanciato materia dal devourer cosmico. La corona associata alla Mrk 335 è stata espulsa dal foro nero che va a circa il 20 per cento della velocità della luce.
Proprio quando pensavate che le cose della NASA non potessero essere più emozionanti ... catturano una misteriosa ed 'enorme' massa di energia che in qualche modo sfugge ad un "buco nero supermassico". Dici? Beh, non andiamo troppo avanti , è una possibilità, ma è abbastanza probabile che sia solo un altro fenomeno cosmico estremamente raro.
Fiona Harrison, il principale investigatore di NuSTAR presso il California Institute of Technology di Pasadena, ha dichiarato: 'La natura dell'energia energetica dei raggi X che chiamiamo la corona è misteriosa, ma ora con la capacità di vedere cambiamenti drammatici come questo stiamo ottenendoindizi sulla sua dimensione e struttura ".
Secondo la scrittura sul sito web della NASA:
Gli astronomi pensano che le corone abbiano una delle due configurazioni probabili. Il modello "lamppost" dice che sono fonti compatte di luce, simili alle lampadine, che si trovano sopra e sotto il foro nero, lungo il suo asse di rotazione. L'altro modello propone che le corone si diffondano più diffusamente, come una nuvola più grande intorno al buco nero o come un "sandwich" che avvolge il disco circostante di materiale come fette di pane. Infatti, è possibile che i coronas passino tra le due configurazioni a lamppost e sandwich.
Il telescopio Array per telescopi nucleari (NuSTAR) e il telescopio Swift sono riusciti a catturare il fenomeno raro in un buco nero chiamato Markarian 355, che si trova a soli 324 milioni di anni luce dalla Terra. Questa nuova osservazione aiuta gli astronomi a capire come si formano questi flash e potrebbero aiutare a risolvere alcuni dei misteri sui corpi celesti.
Gli astronomi dicono che è la prima volta in cui è possibile relazionare l'espulsione della corona con un flare. Questo aiuta a spiegare come i fori neri danno energia ad alcuni degli oggetti più luminosi dell'universo.
Lo statista dell'astronomo che la misteriosa emissione è stata causata dall'uscita della sua corona, che è una fonte di particelle energetiche.
"Questa è la prima volta che abbiamo potuto collegare il lancio della corona ad un flare", ha dichiarato Dan Wilkins dell'Università di Saint Mary a Halifax, in Canada.
"Questo ci aiuterà a capire come i fori neri supermassici alimentino alcuni degli oggetti più luminosi dell'universo".
I ricercatori affermano che i buchi neri supermassici non emettono alcuna luce da soli.
Stranamente, secondo gli astronomi, questo buco nero supermassivo, situato al centro della nostra galassia, era una delle più brillanti sorgenti a raggi X della galassia, ma qualcosa di molto strano è avvenuto 8 anni fa quando la MRL 335 è sbiadita da un fattore di 30 ha detto Luigi Gallo Un astronomo e investigatore del progetto.

English Version
NASA has captured something HUGE escaping a supermassive black hole

Two NASA telescopes managed to capture the moment a Supermassive Black Hole’s Corona launched out of the cosmic devourer. The corona associated with Mrk 335 ejected from the black hole traveling at about 20 percent the speed of light.

Just when you thought things at NASA couldn’t get more exciting bam… they capture a mysterious ‘huge’ mass of energy somehow escaping a ‘supermassive black hole’. Alien you say? Well let’s not get ahead of ourselves here, it is a possibility but it’s quite likely that it’s just another super rare cosmic phenomenon.

Fiona Harrison, the principal investigator of NuSTAR at the California Institute of Technology in Pasadena, said: ‘The nature of the energetic source of X-rays we call the corona is mysterious, but now with the ability to see dramatic changes like this we are getting clues about its size and structure.’
According to writing on NASA’s website:

Astronomers think coronas have one of two likely configurations. The “lamppost” model says they are compact sources of light, similar to light bulbs, that sit above and below the black hole, along its rotation axis. The other model proposes that the coronas are spread out more diffusely, either as a larger cloud around the black hole or as a “sandwich” that envelops the surrounding disk of material like slices of bread. In fact, it’s possible that coronas switch between both the lamppost and sandwich configurations.
The Nuclear Spectroscopic Telescope Array telescope (NuSTAR) and Swift telescope managed to capture the rare phenomenon in a black hole called Markarian 355, which is located just 324 million light years from Earth. This new observation helps astronomers understand how these flashes are formed and could aid in solving some of the mysteries about celestial bodies.

Astronomers say it is the first time that where it is possible to relate the ejection of the crown with a flare. This helps explain how black holes give energy to some of the brightest objects in the universe.

Astronomer’s stat that the mysterious emission was caused by ejection of its corona, which is a source of energetic particles.

‘This is the first time we have been able to link the launching of the corona to a flare,’ said Dan Wilkins of Saint Mary’s University in Halifax, Canada.

‘This will help us understand how supermassive black holes power some of the brightest objects in the universe.’

Researchers state that supermassive black holes don’t give off any light by themselves.

Strangely, according to astronomers this supermassive black hole, located at the center of our galaxy was once one of the brightest X-ray sources in the galaxy but something very strange happened 8 years ago when MRL 335 faded by a factor of 30 said Luigi Gallo an astronomer and investigator of the project.

https://www.filosofiaelogos.it

Fonte