Home

La Grande Piramide di Giza e l'Arca di Noah : Collegati attraverso i cambiamenti di coscienza?

 
13 Novembre, 2016 | Categoria : Archeologia | Commenti
homepage

Egyptian-Judicial-System

Due fenomeni che stanno tormentando l'umanità da lungo tempo sono l'Arca di Noè e la Grande Piramide di Giza. Tuttavia raramente è stato suggerito che questi due misteri sono collegati tra loro. Uno, l'Arca, fa parte della storia del biblico diluvio e sarebbe da molti considerato come un fatto meramente mitologico. L'altro, la Grande Piramide è probabilmente il megalite più impressionante sul nostro pianeta, la cui esistenza nessuno dubita. In questo articolo si sostenere che l'Arca e la grande piramide sono collegati attraverso i cambiamenti di coscienza, che hanno dato origine alla civiltà umana e della storia. Per dimostrare questo proposito, mi baserò sul calendario Maya, ma anche su una recente traduzione interessante di un Rotolo del Mar Morto di pertinenza dell' Arca.

Figure 1. Worldview maps showing the eight-partitioning of the global grid. (a) Mayan cosmogram from the Codex Madrid. In the center is the Tree of Life, the polar axis, which is surrounded by eight deities and various calendrical signs defining their spiritual qualities. (b) Aztec cosmogram from Codex Fejérváry-Mayer with a central deity in the north from which Trees of Life are projected in eight different directions.

Figure 1. Worldview maps showing the eight-partitioning of the global grid. (a) Mayan cosmogram from the Codex Madrid. In the center is the Tree of Life, the polar axis, which is surrounded by eight deities and various calendrical signs defining their spiritual qualities. (b) Aztec cosmogram from Codex Fejérváry-Mayer with a central deity in the north from which Trees of Life are projected in eight different directions. (Originals courtesy of famsi.org)

L'idea che l'aumento della civiltà umana è stata causato da un cambiamento nella coscienza della menti globali è un'idea centrale nel mio libro più recente La mente globale e l'ascesa della civiltà (Inner Traditions, 2016). Questa idea è diversa per quanto riguarda l'importanza dalle altre due idee principali (al di fuori del mainstream) che cercano di spiegare la nascita della civiltà, vale a dire, Ancient Aliens e Atlantide. L'antica idea aliena è che gli esseri umani su questo pianeta hanno cominciato a creare civiltà su interventi di extraterrestri, che sono venuti da stelle e galassie lontane e condiviso le loro conoscenze sulla terra. L'Atlantis, o idea "civiltà perduta" d'altra parte è che ci deve essere stato una civiltà "persa" molto più grande di quelle che in realtà conosciamo e che i sopravvissuti di questa civiltà hanno aiutato gli antichi egiziani, Mesopotamia e la valle dell'Indo che è emersa circa 5.000 anni fa.

Figure 2. The first appearance of some significant aspects of civilization

Figure 2. The first appearance of some significant aspects of civilization (From The Nine Waves of Creation, Inner Traditions, December 2016).

La terza alternativa - quella che vi propongo - è che le civiltà sono sorte sul nostro pianeta a causa degli spostamenti precisamente cronometrati nella coscienza nella fase iniziale. Questo avrebbe immediatamente spiegato perché l'aumento della civiltà sembra essere stato un tale evento improvviso con così poche forme precedenti. Egitto, per esempio sembra essere passato dall'età della pietra ad una monarchia sofisticata in grado di erigere piramidi entro il lasso di tempo di poche generazioni. Se ci fosse stato un cambiamento di coscienza collettiva, non ci sarebbe comunque alcun motivo di ritenere che questa evoluzione dovrebbe essere il risultato di un processo lento e graduale di apprendimento. A mio avviso, il più alto significato di tale cambiamento ha avuto luogo nella mente globale ed è stato attivato all'inizio del Lungo Computo Maya (o sesto Wave) nel 3115 aC. Come risultato di ciò, le persone in risonanza con questa mente globale vennero dotati delle funzionalità di creare la civiltà.


I Rotoli del mar Morto rivelano che l'Arca di Noè aveva la forma di una piramide
Queens Piramidi e la Zep Tepi: pianificazione primaria durante l'apice della Golden Age
Pensare criticamente su Time: Una ciclica vista della conoscenza e civiltà

Il calendario Maya si basa su diversi periodi di tempo caratterizzati da diverse qualità spirituali e quando andiamo da uno di questi periodi ad un altro, un cambiamento nella coscienza avviene di fatto. Fino l'anno 2011 l'onda Lunga consisteva in tredici cosiddetti baktun (periodi temporali di 144.000 giorni o 394,3 anni comuni), che hanno spostato tra sette vette (o giorni) e sei valli (o notti). Siamo in grado di conoscere gli eventi storici dei diversi turni di coscienza generati da questa ondata e in particolare dal suo punto di partenza molto.
Il download della mente umana e la nascita della civiltà
Questo è stato il calendario che i Maya utilizzavano per la datazione di tutte le loro piramidi ed è stato molto significativo per loro. Sosterrò che abbiamo ragioni per ritenere che l' inizio nel 3115 aC, ha significato un cambiamento significativo nella coscienza e che i Maya avevano qualcosa da dire su ciò che questo significava per gli esseri umani. Di conseguenza, l'iscrizione più pertinente di questo inizio è probabilmente quello della tavoletta della croce a Palenque, in cui si afferma che all'inizio del : "il Primo Padre che eresse l'Albero del Mondo" in modo che "la luce poteva entrare. "da questo, l'inizio del lungo Computo Maya sembra aver comportato una metafisica spostare tutto su scala globale provocato dal primo Padre (quello che noi chiameremmo Dio), che ha eretto l'albero del mondo (quello che la maggior parte delle culture si riferiscono come l'Albero della vita) nel Nord.

 

The Long Count, Straight Lines and the Erection of Pyramids

Figure 3. The building of pyramids in different parts of the world in relation to the Mayan Long Count (3115 BC) and pre-long Count (start 8240 BC).

Figure 3. The building of pyramids in different parts of the world in relation to the Mayan Long Count (3115 BC) and pre-long Count (start 8240 BC). (From The Global Mind and the Rise of Civilization with permission).


In un primo momento questo può sembrare criptico, ma non è così se lo si inserisce nel contesto di Maya e della cosmologia azteca in cui il mondo è spesso raffigurato come un cosmogramma partizionato con l'Albero della Vita al centro (vedi figura 1). Quello che credo che i Maya di Palenque poi dicevano era che in 3115 aC una griglia globale di otto direzioni è stato attivato proveniente dal Polo Nord (l'Albero della Vita). Come esseri umani erano in risonanza con questo Albero della Vita e gli otto partizionamenti ha creato questo, sono stati completamentei trasformati da questo e costretti a creare la civiltà. L'attivazione di una griglia di linee rette e perpendicolari pari a un profondo cambiamento nella coscienza, che per la prima volta ha dotato gli esseri umani con un strutturato e razionale, o se vi piace compartimenti stagni, la mente, che ha permesso loro di creare civiltà.
Supponendo che gli esseri umani creano le loro culture e le società in base al principio della 'come all'interno - Quindi Outside' questo significherebbe che un tempo piuttosto breve, dopo un tale cambiamento di coscienza ha avuto luogo, vorremmo iniziare a trovare linee rette e perpendicolari nel record archeologico . Ci si aspetta che la gente avrebbe quindi iniziare a proiettare la loro nuova mente strutturata (creato da risonanza con una griglia globale di linee rette e perpendicolari) sulla loro realtà esterna. Prima di entrare in questo, è naturalmente rilevante per chiedere se era già noto che qualcosa è accaduto intorno al periodo del 3115 aC per indicare che un cambiamento nella coscienza avrebbe poi avuto luogo. L'elenco in figura 2 di un paio di "prime" della storia umana indica che questo era davvero il caso.
Mentre l'esattezza di alcune di queste date può essere contestata e forse spostata un centinaio di anni o giù di lì in entrambe le direzioni, è altrettanto indiscutibile che essi mostrano un quadro molto coerente. Quindi, una serie di fenomeni connessi con vere civiltà con la scrittura e la vita della città per la prima volta è emerso sul nostro pianeta intorno al momento d'inizio del Lungo Computo Maya. Possiamo anche osservare che poi sono emersi contemporaneamente civiltà in diverse località diverse. Per me almeno questo è chiaramente in linea con il cambiamento globale dedotta al momento dell'iscrizione a Palenque.

Zep Tepi e il mistero Djed: Backbone di Osiride - Parte I
Calendari Sacri e Capodanno: cicli del tempo e Ages
Ha fatto egiziano mummificazione discendono da una più antica e, forse, tecnica di conservazione reversibile?

Nella mente globale spiego quasi tutti i fenomeni (Figura 2) che è venuto con il "pacchetto" di civiltà intorno al 3200-3000 aC, come i risultati del download di una nuova geometria per le nostre menti olografiche. Ma l'emergere di linee rette e perpendicolari, così come gli "otto-partizionamenti" citati nell'iscrizione Maya appaiono anche nel record archeologico da questo momento? È stato per esempio il cambiamento di coscienza che ha portato le persone a iniziare a costruire le piramidi? Sembra plausibile, dal momento che dopo tutto alcune delle piramidi sono caratterizzate da una precisione geometrica stupefacente.
Per aiutare a esplorare questa possiamo in figura 3 vedere (linee continue) come la costruzione delle piramidi nel mondo è legata al Lungo Computo Maya. Almeno secondo gli archeologi professionisti e non che le piramidi sono state costruite prima dell'inizio del Lungo Computo Maya, ma molto particolare intorno a 3115 aC la gente ha iniziato a costruirle in diverse parti del mondo. Possiamo anche vedere in figura (linee spezzate) che vicino al conte pre-Long (l'onda che precede il Lungo Computo) persone circa 8000 aC a Gobekli Tepe e altrove avevamo già iniziato a costruire strutture rettangolari semplici. Questo era ancora lontano dalle linee rette precise che ha avuto inizio con il Lungo corretta, ed era più come una "prima volta" all'inizio del conte pre-Long.

Figure 4. Satellite photo of the Great Pyramid of Giza showing that it is eight-sided.

Figure 4. Satellite photo of the Great Pyramid of Giza showing that it is eight-sided. (Apollo Mapping and DigitalGlobe. With permission from Ikonos.)

Secondo le fonti antiche egiziane le piramidi sono state costruite in modo da riflettere il tumulo primordiale che era emerso dalla distesa di acque. Ma allora, qual è il "tumulo primordiale" e quali erano "le acque" da dove sono emerse e quale era il motivo per la costruzione di un tale monumento in onore di questo tumulo? Per rispondere a queste domande è facile ,l'aumento iniziale della civiltà e la costruzione delle piramidi erano davvero riflessi da un cambiamento nella coscienza. Il tumulo è semplicemente la nuova mente globale che emergeva dalla Terra.
Guardato da un satellite la piramide di Giza può per esempio essere vista per essere ottagonale (o "otto-partizionato", per usare la terminologia e la disposizione dei cosmogrammi Maya, Fig 1). Sappiamo anche che la piramide è diretta verso nord vero con una precisione sorprendente, deviando solo di quattro minuti di arco da questa direzione. Questo è stato il senso stesso che gli scritti Maya parlano quale era la direzione dell'albero della vita e l'origine degli otto-partizionamenti. Nel mio libro sono anche entratoe nel dettaglio di come la geometria di questa piramide è collegata alla mente globale. Sembra che la Grande Piramide era una rappresentazione della nuova mente globale descritto dai Maya, ma costruito in pietra dagli egiziani.
Questa piramide è stata costruita intorno al 2600 aC, ma secondo molti archeologi òa piana di Giza ha cominciato ad essere preparata per questo già intorno al 3200 aC e sembra quindi essere stata un riflesso del download di una mente strutturata da linee rette. Ma per quanto riguarda le antiche iscrizioni egiziane che parlavano delle piramidi come tumuli primordiali che emergono dalla distesa di acque? Che tipo di acqua stavano parlando e come si connettono al cambiamento di coscienza?
Giza, Il Time Keeper of the Ages: allineamenti, misurazioni e cicli lunari
36.400 aC: il tempo storico della Tepi Teoria Zep
The Infinite Ogdoad: La Creazione Pantheon dell'Antico Egitto e predecessore Dei dell'Antico Regno
Per rispondere a questo possiamo prima notare che in modo simile alle otto divinità maya e azteche in figura 1, l'Antico Regno (in particolare nella città di Ermopoli) ha onorato una serie di otto Dei denominato Ogdoad, che consisteva di quattro maschi e le coppie femminili: Nu e Naunet, Amon e Amaunet, Kuk e Kauket, Huh e Hauhet. Questi sono stati associati con rane e serpenti, rispettivamente, e simboleggiavano il caos delle acque primordiali ed erano più probabili analogie con le coppie che abbiamo visto in figura 1.
Non voglio entrare troppo in approfondimento su ciò che "acqua" si intende qui, ma possiamo notare che alcune antiche storie della creazione parlano di acqua come il substrato della creazione. L'acqua di solito significa onde e può benissimo essere simboleggiato come un campo quantistico caotico di onde che hanno dominato il mondo fino a quando la struttura venne alla luce in forma di griglia di linee rette e perpendicolari che è stato attivato nel 3115 aC. Il tumulo primordiale con le sue otto-partizionamenti è emerso poi dallo stato di galleggiamento di coscienza che il mondo, e tutti i suoi abitanti, era stato in prima di questo punto nel tempo. E 'poi così sorprendente che gli egiziani hanno deciso di costruire una piramide su larga scala per onorare questa nuova realtà strutturata che in effetti era quello che aveva creato la loro civiltà? Le piramidi d'Egitto, e megaliti in altri luoghi del mondo dal tempo stesso, sono quindi i monumenti in pietra che sono stati costruiti in modo da riflettere la nuova griglia globale, che li ha cambiati per sempre.
Il Diluvio una storia come riflesso di un cambiamento nella coscienza
Tuttavia, la stessa dicotomia tra l'acqua e la struttura rettilinea, come nella descrizione egiziana delle piramidi suona una campana fortemente dell'Arca di Noè e il Diluvio della storia biblica. La letteratura su questo Flood è immensa e molti punti di vista diversi su di esso sono stati esposti se non altro perché le storie di inondazione abbondano nelle culture di tutto il mondo.
Mentre i ricercatori tradizionali considerano il Diluvio per lo più come una favola, ci sono essenzialmente due altri gruppi che hanno un interesse particolare su questo. Uno di questi gruppi credono che il mondo era in realtà in senso fisico invaso un po 'di tempo prima della nascita della civiltà e ha raccolto il sostegno di un gran numero di queste storie. L'altro gruppo considera il Diluvio come un atto di creazione di Dio (o gli dei) e non come un overflowche accade per qualche motivo. Il supporto per questo punto di vista può essere trovato nel racconto biblico. La mia interpretazione del Diluvio come un riflesso del cambiamento nella coscienza dalla distesa caotica delle acque e si avvicina a questo secondo gruppo. Essa si basa sul presupposto che prima dello scaricamento della mente strutturata delle otto direzioni, la vita era vissuta in modo più orientata e variabile che dopo.

Two scrolls from the Dead Sea Scrolls lie at their location in the Qumran Caves before being removed for scholarly examination by archaeologists.

Two scrolls from the Dead Sea Scrolls lie at their location in the Qumran Caves before being removed for scholarly examination by archaeologists. ( public domain )


Eppure, anche se sostengo che la storia del diluvio biblico e molti altri sono un cambiamento nella coscienza non credo che tutte le storie di inondazione hanno descritto un tale cambiamento. Ci sono per esempio le storie di piene provenienti dalle zone a rischio tsunami lungo la costa linee del Pacifico e le altre aree del mondo che molto probabilmente riflettono le inondazioni fisiche. D'altra parte, sembra difficile credere che l'intero pianeta potrebbe mai essere coperto dall'acqua (finalmente non negli ultimi miliardi di anni). Per questo motivo, ma ancora più importante, perché c'è così tanto la prova che un cambiamento nella coscienza ha avuto luogo, suggerisco che la storia biblica del Diluvio e il suo predecessore nella Mesopotamia, sono descrizioni dello stesso cambiamento di coscienza che l'iscrizione Maya e la Grande Piramide hanno descritto.
Se la storia biblica del Diluvio non riflette il download della nuova geometria della mente è per esempio difficile capire perché Noah è stato chiamato per costruire una nave che era di forma rettangolare. Nella mente globale che quindi sostengo il diluvio riflette il caos senza direzione che era a portata di mano prima che il conteggio pre-Long ha avuto inizio nel 8240 aC (Figura 2). Faccio notare che notevolmente simile al Ogdoad egiziana e l'iscrizione Maya ci sono stati anche in questa storia di quattro superstiti coppie maschio-femmina sull'Arca di Noè (famiglia di Noè).
Vale la pena notare che secondo la tradizione ebraica e musulmana i monti di Ararat, dove si dice che l'Arca di Noè di aver atterrata, si riferisce in realtà al Monte Judi sul confine turco-siriano. Questa montagna si trova molto vicino ai luoghi, come Gobekli Tepe, dove secondo gli archeologi (vedi figura 3) gli esseri umani ha iniziato a costruire strutture rettilinee, come le sale in linea con la direzione nord-sud. Quindi forse della Genesi gli autori sapevano che questo era il luogo sulla Terra, dove gli esseri umani hanno cominciato a risuonare con una griglia globale perpendicolare. Se è così, Noè e la sua famiglia possono essere considerati come simboli di coloro che sono sopravvissuti e sono stati in grado di adattarsi al cambiamento nella coscienza a differenza di quelli che volevano rimanere nel caos senza direzione.
La nave rettilinea sopravvissuta al Diluvio è quindi un parallelo diretto al concetto egiziano di un tumulo primordiale che è emerso dalla distesa delle acque. In entrambi i casi la geometria rettilinea ha giocato un ruolo fondamentale nelle storie della creazione (e la costruzione delle piramidi egizie erano molto simile a una rappresentazione della creazione) come gli antichi sapevano che era attraverso questo che gli esseri umani sono stati in grado di cambiare e diventare civilizzato. Entrambe le storie della creazione egiziani ed ebrei quindi confermano la Maya. Quindi, tutto ha un senso se si guarda su di loro come le descrizioni di un cambiamento nella coscienza, dove i sopravvissuti sono stati quelli che adattato alle e cominciò a onorare le linee rette e perpendicolari, che su scala globale hanno dato origine alla civiltà.

Che ne è stato di Atlantis: The Flood dal cielo
Kuh-e Alvand: Cercando la vera montagna di Noè e della sua arca
Somiglianza sorprendente tra indù Flood leggenda di Manu e il racconto biblico di Noè

Ciò che questi antichi messaggi, che circa l'Arca e del tumulo primordiale, sembra dirci è che i cambiamenti nella coscienza che hanno avuto luogo nel 8240 e 3115 aC, rispettivamente, sono stati in linea di massima della stessa natura. Uno era la "prima volta" (quello che gli egiziani hanno parlato come Zep Tepi), mentre il secondo è stato quando la civiltà nel vero senso della parola ha cominciato. Inoltre, questi cambiamenti sono stati vissuti come molto impegnativo per coloro che li ha vissuti e non tutti potrebbe essere stato in grado di transitare da uno stato quasi-sciamanico caotica al predominio di una mente con una struttura rettilinea. Il risultato in termini di vita umana era un cambiamento nella coscienza in due fasi in cui il primo agricoltura generata e la seconda civilizzazione.

 

A panel from the door of the Baptistery in Florence, which appears to show Noah’s Ark as a pyramid.

A panel from the door of the Baptistery in Florence, which appears to show Noah’s Ark as a pyramid.

Il fatto che un rotolo del mar morto di recente ha dato una nuova traduzione del libro della Genesi non fa che aumentare questa interpretazione. Secondo questa traduzione l'Arca di Noè non era affatta costruita come una nave, ma come una piramide. Questo fatto non era conosciuto come ho scritto la mente globale. Eppure, per quanto mi riguarda si fornisce la prova definitiva che l'Arca e la grande piramide riflettono la stessa antica mente strutturato da geometria sacra che emerge dalle "acque" caotiche.
Data la vicinanza tra gli ebrei e gli egiziani nei tempi antichi non è particolarmente sorprendente che ha condiviso una visione di come il tumulo primordiale e quindi la mente umana emerse e le loro differenze in simboleggia questo risulta essere molto minore. Per coloro che vogliono capire come l'evoluzione della coscienza è legata alla ascesa e la caduta della civiltà, fino ai nostri giorni e oltre, sembra quindi come uno studio di come il calendario Maya è legata al campo d'onda quantistica (il caotico acque) alla base della nostra esistenza sarà un emozionante viaggio di scoperta.

 

http://www.filosofiaelogos.it/

fonte

 

homepage

Copyright © 2008 by PHP-Nuke 8.1 WL-Ed.. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under theGNU/GPL license