Bob lazar aveva ragione: L'elemento 115 introdotto nella tavola ufficiale dell' IUPAC

11 Gennaio, 2016 | Categoria: ufologia | Commenti
homepage

bob-lazar-l'lement-115

Ormai è ufficiale che l’elemento 115 è stato introdotto nella tavola periodica ufficiale dell’IUPAC il 30 dicembre 2015, insieme agli elementi con numero atomico 113, 117 e 118, andando così a completare il settimo periodo della tavola. Si chiama Ununpentio (detto anche eka-bismuto) ed è il nome temporaneo, assegnato dalla IUPAC, di un elemento superpesante sintetico della tavola periodica, che ha come simbolo temporaneo Uup e numero atomico 115.

IL FISICO BOB LAZAR AVEVA RAGIONE

Bob Lazar è divenuto celebre per aver dichiarato di aver lavorato presso l’installazione S4 a Groome Lake, all’interno dell’Area 51. In effetti proprio grazie a lui è cresciuto il mito di questa, ormai celebre, base segreta americana. Non sto a riassumere la sua storia, credo in molti la conoscano già, ma vale la pena farlo per sommi capi. Innanziutto Lazar, senza mai trarne alcun beneficio ne tanto meno mai ritrattando, dichiarò di aver lavorato sui Black Project, ovvero, progetti di retroingegneria su un modello di  “disco volante”. 

George Knapp ( Giornalista ) e John Lier ( ex pilota CIA ), furono coloro che mediarono la sua testimonianza verso il mondo esterno. Cito questi due nomi solo per ricordare che la storia di Lazar è stata manipolata e distorta e si sa il motivo. Ma sappiamo che..la verità è una grande menzogna tutta da svelare.

Knapp e Lier furono infatti testimoni del fatto che almeno una parte della sua storia fosse vera. Una volta, proprio su indicazione di Lazar, si recarono nel deserto e videro un ufo esattamente dove e nel momento indicato da Lazar. E’ più possibile ipotizzare che Lazar sia stato uno strumento di disinformazione? di rilascio informazioni? Insomma come spesso accade in ufologia le storie sono più complesse di quanto non sembri in prinicipio. Lazar non è quindi ne un truffatore ne colui che possiede la verità sugli ufo. Ma non si può mettere da parte la sua storia solo perchè gli venne affibiata un’assurda accusa di sfruttamento della prostituzione o perchè non si ritrova traccia delle sue credenziali accademiche. Ed intanto, tornando alla ragione di questo articolo, scopriamo che alcuni scienziati russi del Joint Institute for Nuclear Research dell’Università di Dubna, e scienziati statunitensi del Lawrence Livermore National Laboratory,  hanno creato quello che definiscono l‘elemento 115.  Come si lega a Bob Lazar? Beh lui affermò che la propulsione dei dischi volanti (Ufo)  era basato proprio su un fantomatico elemento 115.

Bob Lazar

Questa scoperta probabilmente conferma in parte la storia dell’elemento 115, ma per ora non i è la confema che tale elemento, fosse il vero combustibile. Gli scienziati lo hanno chiamato “ununpentium”, bensì può far luce sul fatto che dietro alle rivelazioni di Bob Lazar vi fosse una qualche strategia non campata per aria, ma personalmente credo che lo stess Bob dica la verità in merito.  Tanto per fare un esempio, che magari questo elemento non aveva nulla a che vedere con la propulsione, forse serviva a qualcos’altro, come ad esempio a far parte di un processo di attivazione, insieme ad altri elementi chimici e processi tecnologici, dell’azione di innesco per la propulsione antigravitazionale usata dagli scafi alieni per volare ovunque, anche nel cosmo. Attendiamo ulteriori scoperte da parte della comunità scientifica, che di sicuro ci farà attendere altri 50 anni…se tutto va bene.

source

Un po' di storia sull'elemento 115

Tramutazione:

  Sintetizziamo elementi più pesanti instabili usando elementi più stabili come bersagli in un acceleratore di particelle.

Allora bombardiamo l'elemento bersaglio con varie particelle atomiche e sub-atomiche. Facendo questo, in realtà forziamo neutroni nel nucleo dell'atomo ed in alcuni casi uniamo 2 nuclei dissimili insieme. A questo punto accade la tramutazione, creiamo dall'elemento bersaglio un elemento diverso, più pesante. Per esempio, nei primi anni 80', il laboratorio per la ricerca sugli ioni pesanti in Darmshtot, in Germania, ha sintetizzato alcuni elementi 109 bombardando bismuto 203 con ferro 59.
Per mostrare come è difficile fare questo, hanno dovuto bombardare l'elemento bersaglio per una settimana per sintetizzare 1 atomo di elemento 109. E su questo soggetto, che questo stesso laboratorio ha previsto che nel futuro dovrebbero potere bombardare curium 248 con calcio 48 per produrre l'elemento 116, il quale decadrà, allora attraverso una serie di nuclides ignoti a loro, ma ben conosciuti dagli scienziati di S-4. La lunghezza di tempo durante la quale un elemento esiste prima che decade determina la sua stabilità.

Gli atomi di alcuni elementi decadono più velocemente degli atomi di altri elementi, così, più velocemente un elemento decade, più instabile è considerato quell'elemento. Quando un atomo decade, rilascia o irradia particelle sub-atomiche ed energia, quale è la radiazione che rivela un contatore Geiger.

 

Graphic Elemento 115Graphic Elemento 115

Altri pianeti e sistemi stellari

Ci sono elementi con numeri atomici più alti che sono stabili, sebbene non esistono naturalmente sulla Terra e non possiamo sintetizzarli in acceleratori di particelle. Questi sono gli elementi nel campo 114, 115, che non appaiono sulla nostra tabella periodica. Oltre l'elemento 115, gli elementi divengono instabili di nuovo e, difatti, elemento 116 decade in una frazione di secondo.
Il reattore trovato nella nave aliena a S4 è basato primariamente su un elemento super-pesante con un numero atomico di 115. L'elemento 115 sarà designato come "Ununpentium" secondo gli orientamenti IUPAC e da qui sarà riferito con la sua abbreviazione periodica, "Uup". La sua designazione periodica e configurazione dell'elettrone appaiono sotto:

Tavola periodica degli elementiTavola periodica degli elementi

 

Proprietà generali

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Element 115 - Elemento 115

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Teoria:

Una sostanza deve avere almeno un atomo per essere considerato materia.
Deve avere almeno un protone ed un elettrone, e nella maggior parte dei casi un neutrone è considerato materia.

Qualche cosa più corto di un atomo come gli upquarks e i downquarks che tengono insieme protoni e neutroni; o protoni, neutroni, o elettroni, individualmente sono considerati essere massa e non costituiscono materia finché non formano un atomo. Ecco perchè si dice che la gravità A tiene insieme la massa o la "roba" che tiene insieme protoni e neutroni.

Una volta che si forma un atomo, la forza elettromagnetica diventa un fattore sostanziale.

 

GravitàGravità

La gravità A è quella attualmente identificata come la forza forte nucleare nella corrente principale della Fisica e gravità A è l'onda di cui abbiamo bisogno da accedere ed amplificare per abilitarvi alla distorsione dello spazio/tempo richiesto per "pratici" viaggi interstellari.
La localizzazione della Gravità A è trovata nel nucleo di ogni atomo di tutta la materia qui sulla Terra e l'universo.
Accedere alla Gravità A coi naturali elementi trovati sulla Terra è un grande problema. Ricordiamo che la gravità A è la forza maggiore che tiene insieme la massa costituita da protoni e neutroni ed altre particelle sub-atomiche. Ciò significa che la gravità A verso cui cerchiamo di accedere è praticamente inaccessibile perché è localizzata dentro la materia che abbiamo qui sulla Terra.
Ci sono altri elementi che non esistono naturalmente sulla Terra e che un piccolo gruppo del governo americano sperimenta. E' chiamato elemento 115 ed ha 2 proprietà molto insolite.

Antigravity

Propulsione a gravità

Cosa ha a che fare l'elemento 115 con la Gravità?

L'elemento 115 è ottenuto in triangoli illustrato sopra ed è usato per motorizzare il reattore. E' usato per creare una reazione di trasmutazione con un protone addizionale da 115 a elemento 116 che immediatamente decade e rilascia antimateria. Ma più importante, quando un elemento diviene così pesante da avere 115 protoni e isole di stabilità, la forza cumulativa nucleare forte o "onda di Gravità A" irradia o si estende oltre il perimetro dell'atomo. Accediamo a questa gravità e l'amplifichiamo, focalizzandola per opporsi di fatto alla gravità naturalmente propagata all'esterno dalla Terra.

Questa non è "antigravità" e noi non generiamo gravità dal nulla come alcuni teorici ancora credono.
Questo elemento è allora inserito nel reattore.

Questo pezzo di elemento 115 è sia la fonte dell'onda di gravità A, sia il bersaglio che è bombardato con protoni per rilasciare l'antimateria. Solo 223 grammi di 115, sono sufficienti per il funzionamento della nave per 30 o 45 anni.
L'elemento 115 è stato donato agli americani dai visitatori "stranieri". Questo elemento è usato sia come combustibile che come fonte dell'onda di gravità A.
In virtù dell'elemento 115 usato nel reattore, esso si esaurisce molto lentamente. Un pezzo di 115 di questa taglia può essere usato come combustibile nel reattore del disco molti anni.

Sol-3Sol-3

Sol 3

Gli scienziati per anni hanno formulato una teoria che c'erano combinazioni possibili di protoni e neutroni che potrebbero formare atomi che non appaiono naturalmente sulla Terra.

L'ammontare di massa ed elettromagnetismo presente alla creazione dell'universo ha determinato gli elementi formatisi fra quelle galassie e sistemi stellari.

Il nostro Sole è un nano, comparato alla maggior parte degli altri sistemi stellari e sistemi stellari binari. In altre parole, nessuna sorpresa che gli elementi super-pesanti stabili di questi sistemi non esistono naturalmente sulla Terra.

DistorsionDistorsion

Configurazioni Delta e Omicron

Configurazione Delta: usare la gravità per viaggi Interstellari.
Quando tutti e 3 questi amplificatori sono usati per viaggiare, sono nella configurazione Delta.
Quando noi distorciamo lo spazio/tempo e abbiamo la capacità di generare un intenso campo gravitazionale, allora la via più veloce da un punto A ad un punto B è distorcere, o curvare lo spazio/tempo tra i punti A e B, portando i punti A e B più vicini. Più intenso è il campo gravitazionale, più grande è la distorsione dello spazio/tempo e più corta è la distanza tra i punti A e B.

DistorsionDistorsion

Configurazione Omicron: Viaggiare vicino la superficie di pianeti o lune.


Quando per viaggiare è usato solo un amplificatore, siamo nella configurazione Omicron.
Quando un disco è vicino un'altra fonte di gravità, simile alla Terra, l'onda di Gravità A, che si propaga all'esterno del disco, è spostata di fase nell'onda di gravità B, che si propaga fuori dalla Terra e questo, crea l'innalzamento.
Gli amplificatori di gravità del disco possono essere focalizzati indipendentemente e sono pulsati e non stanno accesi continuamente. Nella configurazione Omicron un amplificatore è pulsato e la nave essenzialmente galleggia neutrale e stabile tra queste 2 gravità cambiando la fase. In questo caso, gli altri 2 amplificatori sono liberi di influenzare la nave in una direzione laterale o usati per prendere qualcosa su.


Elemento 115 Elemento 115

L'elemento crudo 115 è stato provvisto agli americani in forma di dischi. Gli scienziati a S4 hanno spedito l'elemento dal Lago Groom al Los Alamos National Laboratory, per essere macinato per l'uso nel reattore. A Los Alamos fu detto che era un nuovo modulo di armatura. Semplicemente hanno seguito gli ordini, l'hanno macinato come segue e l'hanno spedito indietro a Lago Groom.

Fu durante questo processo che un pò dell'elemento è risultato mancante. Come si vedrà dalle pagine seguenti, la macinatura citata produce un ammontare tremendo di scarti.
Il reattore è un sistema chiuso, che usa l'elemento 115 come suo combustibile. L'elemento è anche la fonte dell'onda di gravita-A la quale è amplificata per la distorsione dello spazio/tempo e per i viaggi.
Il disco è 1 dei 9  donati al governo americano in un programma di "scambio" nei primi 1970.

I creatori della nave e i fornitori del combustibile venivano dal sistema stellare Zeta Reticuli. Quello che abbiamo scambiato per la tecnologia non è conosciuto. Un programma di retro-ingegneria è cominciato nel 1979 del rimanente hardware e della tecnologia.


Processo di lavorazione

  • 1° Step

 

The Element 115 was provided to the scientists at S4 in the form of discs.

  • 2° Step

 

The Element 115 discs were fused to form a single cylinder.

  • 3° Step

 

The Element 115 cylinder is then turned on a mill to form a cone.

  • Step 4

The Element 115 cone is sliced to extract a wedge out of its center.

Il reattore

La fonte del potere è un reattore, che usa l'elemento 115 come il suo combustibile.  In questo reattore l'elemento 115 è usato come un bersaglio ed è bombardato con protoni in un acceleratore di particelle piccolo molto sofisticato.

Quando un protone fonde nel nucleo di un atomo di 115, è tramutato e diviene un atomo di elemento 116. Benché noi possiamo anche tramutare elementi qui sulla Terra, esso non è fatto tipicamente in questa maniera, o comunque vicino questo livello di efficienza. Inoltre, abbiamo ancora da produrre qualche cosa di più pesante dell'elemento 112.

Così come ciascuno atomo di 115 è tramutato nel 116, immediatamente decade e produce una radiazione dissimile da quella che normalmente osserviamo in un decadimento nucleare. Ciascun atomo di elemento 116 decade e rilascia 2 antiprotoni ( anti-idrogeno ), una forma di antimateria.

L' antimateria può essere prodotta in acceleratori di particelle qui sulla Terra, ma solo in piccole quantità e solo per brevi periodi di tempo.


Camera di combustione

Camera di combustione

Processo di combustione ( simulazione )

Processo di combustione ( simulazione )

Reattore

Reattore

Ricostruzione del reattore in scala

Ricostruzione del reattore in scala

Posizione del reattore

Posizione del reattore

Il flusso di particelle di antimateria prodotte nel reattore sono canalizzate giù da un tubo di evacuazione accordato ( il quale lo tiene dal contattare la materia che lo circonda ) e reagisce con un bersaglio di materia gassosa. Questa reazione di Annichilazione Totale è la reazione più efficiente di energica nucleare che c'è. Le reazioni nucleari più familiari sono la Fissione, che produce energia dal frazionamento di atomi come usati nei reattori nucleari e bombe atomiche, e Fusione.

La fusione o combinazione di atomi ( tipicamente nuclei di idrogeno ) che rilasciano anche più energia.

La fusione è la reazione che motorizza il sole e le altre stelle ed è quello che dà il loro "punch" alle bombe all'idrogeno.
Queste 2 reazioni nucleari più comuni, sono rimpicciolite dal potere ed efficienza della reazione di annichilazione operante nel reattore alieno. La reazione tra il bersaglio di materia gassosa e le particelle di antimateria producono una liberazione continua di quantità tremende di calore. Questo calore è convertito direttamente in elettricità dall'uso di un generatore termoionico. Il generatore termoionico usato in questo reattore è così efficiente, che non c'è nessuna misurabile scoria di calore prodotta. Questa è una violazione apparente di una delle leggi di base della termodinamica.
Simile, ma non come efficienza o potenza, i generatori termoionici sono usati come fonti di energia nei nostri satelliti e sonde spaziali. Anche se tutto questo sembra sorprendente ed efficiente, è solo secondario alla funzione primaria del reattore. Il flusso di antiparticelle emesse dall'elemento 115 tramutanti non è la sola energia irradiata durante operazione.

Questo è il punto al quale l'onda di gravità A è prodotta.

L'onda di gravità emessa dalla reazione del 115 appare sull'emisfero del reattore, propagante su una guida d'onda accordata in una maniera molto simile al comportamento delle microonde. Tutte le azioni e reazioni all'interno del reattore è orchestrato perfettamente come un piccolo balletto, ed in questa maniera, il reattore fornisce una quantità enorme di energia usata per amplificare l'onda di gravità A, che così, può causare la richiesta distorsione dello spazio/tempo per i viaggi spaziali.

Antigravity

Antigravity

Le rivelazioni di Boyd Bushman sugli UFO e l'antigravità

AntigravityAntigravity

Il ricercatore UFO statunitense David B. Sereda quache anno fa produsse un documentario dal titolo “From Here to Andromeda” e che noi di Silverland non vogliamo assolutamente farci mancare, al momento disponibile solo inglese. 

In questo video, della durata totale di circa 216 minuti, venivano intervistati personaggi, chi più chi meno, implicati nella questione degli oggetti volanti non identificati.

Queste personalità erano rappresentate da Robert Thurman, Roger Weir, John Hutchison, Dean Haglund, Rob Simone, Stephen Bassett, Jesse Marcel III e il Dr. Roger Leir.

Ma è anche presente una lunga intervista ad un grande scienziato, il quale nel passato ha lavorato per le grandi industrie della Difesa statunitense. Stiamo parlando di Boyd Bushman. Nato nel 1936 del secolo scorso, Bushman è un anziano ingegnere ricercatore in pensione che ha lavorato per la Lockheed Martin, la Texas Instruments e la Hughes Aircraft. E' considerato come uno degli investitori del missile Stinger.
Nell'intervista presente in questo DVD, Boyd Bushman ha discusso su leggi fisiche, come l'assenza di gravità e gli UFO.

Ed ha fatto delle dichiarazioni davvero sensazionali.
Secondo Bushman, la Lockheed Martin ha scoperto altre fonti di energia provenienti dall'eolico, dal solare e dall'atomica e le ha sviluppate con ottimi risultati.
Quello che a volte si crede siano gli UFO, sono un qualcosa che ( in alcuni casi ) ha coinvolto dall'interno la Lockheed Martin.
Lo scienziato menziona inoltre, la cosiddetta “Area 51” e i “black programs” che sono stati sviluppati lì e che, quindi, alcuni avvenimenti catalogati come "misteriosi" rientravano in questo determinato settore di sperimentazione.

Velivoli che ad occhio nudo sembravano extraterrestri, ma in realtà non lo erano.


B. Bushman & anti gravityB. Bushman & anti gravity

Bushman ha dimostrato ( vedi immagine sopra ) di aver raggiunto l'antigravità con dei magneti il giorno 12 dicembre 1995. Poi, alla domanda di Sereda se alla Lockheed Martin stiano ancora sviluppando l'antigravità, Bushman aggiunge che: molti, in modo errato, stanno cercando il "Santo Graal" all'interno dell'Area 51, ma le operazioni inerenti questo progetto, sono state trasferite a Tooele, nello stato dello Utah ( Dugway Proving Ground ).

B. Bushman, 5 Test vehicle antigravityB. Bushman, 5 Test vehicle antigravity

Sin dagli anni 60 del secolo scorso, gli Stati Uniti hanno sviluppato un aereo a propulsione nucleare.

Il velivolo ( secondo Bushman ) potrebbe volare senza l'utilizzo di ali. Le ali sono state usate solo come copertura. Boyd Bushman si è però rifiutato di dire quando questo velivolo è stato costruito, ma si evince ( da un documento che porta in visione ) che il motore è stato costruito dalla Convair, Fort Worth, Texas.

B. Bushman & antigravityB. Bushman & antigravity

Estrapolando però alcune immagini di questo progetto dal filmato in questione, si evince che si tratta ( con ogni probabilità ) del velivolo NX-2, il cui disegno fu divulgato all'opinione pubblica già dal 1961 del secolo scorso, come dimostra un articolo apparso su "Science and Mechanics" del mese di gennaio di quell'anno (clicca qui).


Ma se poteva volare senza ali, come Bushman dichiara, possibile che fosse il velivolo NX-2? A meno che si riferisse ad un disco volante di fabbricazione terrestre.

B. Bushman & antigravityB. Bushman & antigravity

Infatti, Bushman mostra un altro documento dove viene mostrato un vecchio disegno di un disco volante prodotto dai militari che era posizionato nella base USAF di Wright Patterson. Il disco volante era alimentato da propulsione nucleare. Era custodito nel cosiddetto "Hangar 4" di sopracitata base e il primo esemplare avrebbe volato nell'anno 1959 del secolo scorso. Bushman dichiara, inoltre, che un pilota abbatté un UFO con un'arma. L'aereo, che aveva quest'arma in dotazione, era forse ( secondo ciò che pensa il ricercatore UFO Sereda ) il veloce aereo Bell X-1.

Bushman non lo dice, ma l'episodio potrebbe riferirsi all'UFO che sarebbe caduto a Roswell, New Mexico, nell'anno 1947 del secolo scorso. Lo scienziato afferma che essi hanno sviluppato molte tipologie di armi là fuori nell'Area 51 o di nascosto alla Proving Ground. L'ufologo David Serada lascia, inoltre, intendere che l'arma che abbattè l'UFO potrebbe essere stata il “raggio della morte” di Nikola Tesla. Secondo quanto esposto nel documentario, il pilota atterrò in una pista d'atterraggio nelle vicinanze. Il giorno successivo, assieme ad altri militari, si diresse verso l'UFO precipitato e vide dei corpi.

Entrò all'interno dell'UFO e potè guardare "sia dentro e fuori, attraverso il rivestimento metallico". Il materiale stava in piedi su una specie di gomma morbida. Bushman conclude affermando che la potenza del pensiero è più veloce della velocità della luce. E, la Lockheed Martin ha scoperto che esiste un altro Universo, un Universo Neutrino.

Che dire, le dichiarazioni di Boyd Bushman sembrano, sulla carta, eccezionali, ma è tutto verò ciò che ha dichiarato? Oppure ha mescolato verità a prevedibili menzogne? Probabilmente sarà così. Bushman, anche se in pensione, continua ad avere contatti con gente influente nell'ambito della Difesa e degli appalti in questo comparto sensibile degli Stati Uniti d'America. Quindi una possibile disinformazione è probabile in questo contesto. Per concludere, nella video intervista Bushman parla dell'asteoride Aphophis, confermando l'impatto con la Terra nell'anno 2036 e di Bob Lazar, quest'ultimo considerato suo amico. La prima edizione del DVD, mai digitalizzato in lingua italiana, risale all'anno 2007.

source

Commenti

homepage