Keshe

La Keshe Foundation è stata fondata da Mehran Keshenato in Iran e laureato in ingegneria nucleare alla University of London. Negli ultimi 40 anni le sue ricerche si sono concentrate sulle dinamiche del plasma caricato elettricamente e utilizzato come fonte di energia e di campi gravitazionali.

La Keshe Foundation è registrata come organizzazione senza scopo di lucro in Olanda ed ha la sua sede permanente a Ninove, in Belgio. Essendo un’organizzazione di ricerca spaziale, il suo obiettivo è stato lo sviluppo di tecnologia ad uso spaziale come il trasporto, la generazione di energia, i sistemi sanitari e la nutrizione per persone che viaggiano nello spazio.

 

 

Oltre la mente di Dio

Il 12 luglio 2012 è uscita la notizia di eccezionali tecnologie in grado di modificare la gravità e di consentire viaggi tra un continente e l’altro in pochi minuti. L’ingegnere nucleare iraniano Mehran Keshe ha progettato dei reattori al plasma capaci di generare i propri campi, magnetico e gravitazionale, e contrastare così quelli della Terra.

 

Articoli

De Angelis

Giuliana Conforto su Meheran Keshe: Finalmente sfatato il tabu’ della gravita’

Non conosco la tecnologia, ma riconosco i suoi fondamenti teorici e sono felice che sfati il tabù della gravità, il “mistero” che la scienza ortodossa spaccia per risolto e che, invece, non lo è affatto.

In un video l’ingegnere nucleare, Mehran Keshe, mostra i principi base della sua tecnologia, indicando l’esistenza al centro della Terra di un wormhole – un buco nero – e proponendo una concezione della materia simile a quella che io considero in sintonia con il Modello Standard. Nel mio libro Il Parto della Vergine, suggerisco che il “buco” al centro della Terra coincide con quello che i geofisici chiamano “inner inner core” – una sfera di 300 km di raggio – al centro del Core Cristallino.

Non solo: dico anche che questo buco nero è il SOL INVICTUS legato al culto di Mitra, iniziato nell’antica Persia (Iran) e propagatosi a Roma antica. I tasselli della storia ritornano con le tesi ermetiche che ripropongo: il buco nero al centro della Terra è in istantaneo contatto con quel buco bianco che è il sole in cielo. È una rivoluzione astronomica e antropica, proposta da millenni e cancellata sia dalle religioni che dalle scienze.

 

gravità

Le tesi ermetiche non sono effetti del metodo scientifico, ma prove di un’abilità naturale del cervello umano che è una strabiliante antenna dell’iperspazio. Nei miei seminari io e anche tanti altri abbiamo “visto” che il sole in cielo non è affatto la palla di gas, dipinta dai modelli astrofisici. Nel nucleo del sole, non ci sono milioni di gradi né la tanto decantata fusione calda. La tecnologia gravitazionale di Keshe ha di sicuro qualcosa di vero e non è affatto una bufala. Mi chiedo quali governi invieranno i loro rappresentanti agli appuntamenti di settembre 2012 fissati dalle Keshe Foundation. Come potranno trovare gli “esperti” in grado di comprenderla? Potrebbe cambiare le sorti del mondo, ma rischia di arenarsi nel solito gioco del potere.


Keshe - Foundation


Tecnologia dell’Ing. Keshe: verità o finzione?

kf De Angelis

Ormai si sta diffondendo a macchia d’olio, era quello che stavamo attendendo, il futuro che ci immaginiamo, la speranza di un mondo equo e migliore, per una Terra ripulita, curata e non sfruttata. Stiamo parlando della tecnologia sviluppata dalla Fondazione Keshe (vedi video sotto) il cui sito ufficiale è http://www.keshefoundation.org dove vengono condivise liberamente informazioni, è presente un forum a cui previa attivazione dell’account è possibile partecipare,  ed è presente il modulo per acquistare i libri del fondatore Ing. Keshe, di nazionalità iraniana e religione ebraica.

Abbiamo presentato molti articoli riguardo alle meravigliose invenzioni dichiarate dal fondatore a seguito di una nuova concezione della fisica, della natura della materia e dall’unificazione della natura dei campi in un solo unico campo magnetico-gravitazionale MAGRAV. E’ possibile visionarli alla pagina http://www.dionidream.com/category/scienza/keshe.

A molti sono sorti dei dubbi perché affermano che le parole devono seguire i fatti, perché è ebreo e quindi appartiene agli illuminati che vogliono dominare e soggiogare il mondo, perchè nell’intervista (che consiglio vivamente di ascoltare integralmente e riportata a fine articolo) ha dichiarato che alla sua morte lascerà le sue ricerche alle Nazioni Unite (ONU) e a Israele il quale è anni ormai che minaccia di distruggere l’Iran, perché dovrebbe comunicare la sua tecnologia a tutti liberamente, perché vorrebbe condividere i suoi numerosi brevetti conla NASAche invece ha tutto l’interesse di mantenere lo status quo, perché è ancora vivo sebbene parla di cura di tutte le malattie (facendo quindi chiudere tutto il ricchissimo e florido sistema farmaceutico delle big pharma) e la possibilità di spostarsi senza l’uso di combustibili (costringendo quindi alla bancarotta i grandi petrolieri e coloro che ci speculano), perché sebbene affermi che tutte le religioni devono fondersi insieme continui a sostenere di essere ebreo.

Un’altra cosa strana è che se prendete l”indirizzo riportato nel sito come sede della Fondazione Keshe in Belgio, ovvero “Ring Oost 14, 9400 Ninove, East-Flanders, Belgium”, nell’immagine corrispondente di Google Maps che potete vedere cliccando qui c’è un’altra ditta chiamata PDB. La foto è del 2009, ma non è questo il punto. Il punto è che nella foto della fondazione che poté vedere a questo link http://www.keshefoundation.org/en/events?view=events è la stessa identica foto di google maps del 2009 (stesse macchine, luce, struttura) e ci avessero appiccicato sopra con photoshop le bandiere e l’insegna. Il fatto è che però hanno comunicato l’indirizzo e affermano che sono aperti alle visite negli orari e giorni indicati. Forse non hanno voluto rifare la foto e hanno preferito modificarla?

Ma..

Non è che forse il problema non è tanto se la sua tecnologia funziona o no (secondo me sì, è una mia intuizione), ma se siamo veramente pronti per quello che è un vero e proprio salto evolutivo?

Le considerazioni scientifiche aprono un nuovo modo di concepire il mondo, la sua creazione e il suo funzionamento. Molto interessante è quello che dice a proposito di massa e gravità in questo post sul suo forum http://www.keshefoundation.org/phpbb/viewtopic.php?f=9&t=226

Nell’intervista, con le lacrime agli occhi, Mehran Tavakoli Keshe  spera che neanche un uomo, un solo uomo venga mai danneggiato dalle sue invenzioni, dai suoi revolver che possono far svanire nel nulla il corpo che viene colpito, dai suoi missili che possono raggiungere40.000 km/h(al momento la nostra tecnologia arriva a2.000 km/h). Con commozione afferma di non sapere come sarà usata dal mondo la sua tecnologia, ma il suo obiettivo è di porre ogni nazione, ogni individuo sullo stesso livello diffondendo a tutti le conoscenze per raggiungere lo stesso grado militare cosicché nessuno attaccherà.

Probabilmente se fosse tutta una bufala non sarebbe stato arrestato senza motivo per 10 giorni a Toronto dove stava facendo scalo con l’aereo per andare ad un meeting a Città del Messico, non gli avrebbero confiscato tutti i documenti e dispositivi che aveva con sé, come spiega oltre che nell’intervista anche in questo articolo pubblicato sul suo sito http://www.keshefoundation.org/en/media-a-papers/keshe-news/124-canada

Probabilmente se fosse tutta una bufala Obama il 23 Aprile, due giorni dopo la prima presentazione ufficiale, non avrebbe dichiarato tale tecnologia fuorilegge, per  cui l’uso da altri governi delle tecnologie spaziali sviluppate dalla Fondazione Keshe è ormai diventato un reato penale.

 Ma..se fosse tutto vero dovrebbe mostrare le invenzioni.

Nell’intervista mostra una torcia senza batterie che si accende. Ovviamente dal video non possiamo analizzare la circuitistica che la compone per confermalo, ma giù è un’evidenza.

Qualche giorno fa, nel forum, il nostro ingegnere nucleare, riguardo la conferenza del 6 settembre nella quale sono state presentate alle rappresentanze tecnico-diplomatiche della varie nazioni del mondo le rivoluzionarie tecnologie, ha commentato:

Il terzo programma internazionale per la pace è pianificato per Dicembre di quest’anno o Gennaio dell’anno prossimo. Per questa occasione, invitamo i cittadini dei paesi aderenti, a designare al massimo 3 delegati per partecipare all’incontro. In occasione di tale incontro consegneremo la tecnologia completa a tutte le persone del mondo in assenza dei rappresentanti dei loro governi, poichè i governi, già informati su ciò che sta per accadere, dovranno organizzare i propri affari di stato nei prossimi tre mesi.
Nel frattempo il processo di insegnamento andrà avanti come pianificato e presto sarete in grado di produrre i primi piccoli sistemi per la produzione di energia da pochi watt, da soli. Invitiamo coloro che ci hanno contattato o coloro che sono riusciti nella realizzazione del sistema di produzione di energia, a realizzare video dove possano mostrare i propri procedimenti.
Da oggi ha inizio il gioco del trasferimento delle tecnologie della Fondazione Keshe a voi, la gente di questo pianeta.

Dato che anche io sono ingegnere è mia intenzione riuscire a comprendere come poter accedere a questo programma di insegnamento. Il modulo contatti del sito si riferisce solamente alle prestazioni mediche (la nuova tecnologia permette di curare malattie senza alcuna cura ufficiale come cancro, etc.) e non sono riuscito a trovare un altro modulo di contatto. Mi sono iscritto al forum un paio di giorni fa ma ancora l’account non è stato attivato quindi non posso scrivere nel forum per richieste di “informazioni”.Quindi per ora le affermazioni di cui sopra del prof. Keshe non sono state verificate direttamente.

Vi terrò aggiornati sugli sviluppi.

Le invenzioni descritte da Keshe non sono fantascientifiche. Questo è il futuro che ci è stato negato tanto tempo fa con Tesla, Ighina (approfondiremo a breve), Marconi, e quanti oggi sono sconosciuti perché sono stati fatti tacere.

In conclusione citando un commento all’articolo sulla tecnologia Keshe che ho pubblicato nel sito di Stampalibera, viene affermato da  un’azionista presso una industria che opera nel fotovoltaico in Germania:

 [...]ho parenti e amici in Belgio e mi sono messo in contatto con un gruppo che opera sulle energie alternative,essi mi comunicano che esiste un generale fermento tra gli addetti ai lavori e in virtu’ della presentazione della tecnologia keshe alcuni dirigenti hanno momentaneamente congelato degli investimenti destinati a nuovi progetti proprio per questa tecnologia [...]

Ricordate, siamo noi ad aprire le porte al nuovo mondo. Ebbene che abbia inizio.


Allan Sterling intervista Mehran Keshe e Konstantin Meyl - 21 Settembre 2012 - subITA

 

 

Copyright © 2008 by PHP-Nuke 8.1 WL-Ed.. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license