I segreti del "disclosure project"

Disclosure_projectDi misteri, si sa, è pieno l'universo. Inutile dire che sono innumerevoli i segreti che ci vengono tenuti nascosti come infinite sono le verità celate o semitaciute che non ci verranno mai esplicitamente dette. Una, ad esempio, è che il governo statunitense copre l’evidenza degli UFO da oltre 50 anni. La storia ha una data, un inizio e un luogo.

      On Line

IlluminatiCome dice la parola stessa gli Illuminati sono i portatori di luce, quelli che sanno, ma la loro luce è, apparentemente, Lucifero o Satana. Appartengono a tredici delle più ricche famiglie del mondo e sono i personaggi che veramente comandano il mondo da dietro le quinte. Vengono anche definiti la Nobiltà Nera, i Decision Makers, chi fa le regole da seguire per Presidenti e Governi.

Urzi
 "È giunto il momento di alzare il velo di segretezza che circonda l'esistenza degli Ufo e di far emergere la verità affinché la gente sia messa a conoscenza di uno dei più importanti problemi che la Terra si trova ad affrontare". (Paul Hellyer)

link

La Macchina delle copie

copie

Questa volta vogliamo partire da un particolare emerso dai racconti degli addotti in Italia e
ancora prima negli U.S.A. Ad esempio (Linda Porter, 1963 Porterville, California.) la formazione
delle copie,che avviene all'interno di cilindri, sottolineando il fatto che, non vogliamo ripetere
quanto già conosciuto in merito a tale argomento, ma che si vuole soltanto trovare una possibile
spiegazione al funzionamento del meccanismo di copiatura .
Dalla testimonianze raccolte risulta che l'addotto viene introdotto in un contenitore
cilindrico trasparente totalmente immerso in un fluido caldo più denso dell'acqua e meno dell'olio
(così descritto dagli addotti) di colore verdastro dove è possibile respirare.
Il fatto che in poco tempo gli alieni e alcuni fazioni militari, riescano a creare una copia di
un individuo, uguale in tutto e per tutto, (tranne per la caratteristica di avere l'innesto di un' anima),
è molto interessante.

Per le lobby massoniche della farmaceutica il 2013 ha portato la notizia peggiore che potesse arrivare

02 Gennaio, 2013 | Category : Attualità | Author: Fonte | Condividi | Commenti

Andraka

Jack Andraka ha inventato un test clinico per stabilire se una persona ha il cancro al pancreas in fase precoce. Consiste in un supporto di carta ricoperto di anticorpi che dà una risposta accurata al 90% e promette di essere 28 volte meno costoso rispetto ai metodi oggi in circolazione. La storia non finisce qui, perché venerdì scorso l’inventore ha ricevuto un premio di 75mila dollari per il suo progetto. Quando hanno fatto il suo nome sul palco dell’Intel International Science and Engineering Fair 2012 (Isef 2012) di Pittsburgh, lui si è dimenticato di essere in giacca e cravatta e si è messo a correre gridando. Proprio come farebbe un ragazzo di 15 anni. Solo che Jack ha davvero 15 anni.

Ma questo non vuol dire che sia un genio unico nel suo genere: a Isef 2012 di giovani geek come lui ce ne erano 1500. Ragazze e ragazzi da 70 diversi paesi, tutti con talento da vendere e rigorosamente under 19. Quella che si è tenuta a Pittsburgh tra il 13 e il 18 maggio è stata la sesta edizione del concorso che mette alla prova gli studenti delle superiori più brillanti del mondo. L’evento era ospitato dalla Society for Science and & the Public, e in palio c’erano premi per 3 milioni di dollari.

I due ragazzi che sono arrivati al secondo posto – Nicholas Schiefer, un canadese di 17 anni e Ari Dyckovsky, americano di 18 – sono altri due personaggi incredibili. Nicholas è un informatico, e si porta a casa 50mila dollari per il suo progetto di microsearch: si tratta di un algoritmo per effettuare ricerche su informazioni di taglia ridotta come singoli tweet e post su Facebook. E, guarda a caso, è proprio una delle funzionalità di cui i due social media sono ancora sprovvisti. Probabilmente un giorno Zuckerberg o Dorsey dovranno segnarsi il numero di questo giovane canadese che snocciola con disinvoltura dati sulla crescita di Twitter.

Ari invece è un altro ragazzo sveglio che ragiona alla velocità della luce. Il suo progetto riguarda lo studio dei qubits e delle basi dell’Internet quantistica. Insomma, tutto ciò che ha a che fare con entanglement di fotoni e teletrasporto quantistico. Con l’unica differenza che non si tratta di roba da fantascienza ma di applicazioni concrete che in un futuro non molto lontano potrebbero interessare anche alla National Security Administration.

Alle spalle dei primi tre classificati ci sono altri 14 finalisti che sono stati premiati con 5000 dollari all’interno di altrettante categorie. Tutti progetti sorprendenti che coprono aspetti che vanno dall’animal science fino alla robotica e alle scienze ambientali. Le foto dell’evento dicono più di qualsiasi parola: non è vero che i più bravi a scuola non riescono a farsi notare.

Nicholas e Ari il loro contributo a trasformare Internet e il modo in cui accediamo alle informazioni lo vogliono dare subito. Lo stesso vale per Jack, che ha deciso di combattere il cancro al pancreas dopo la morte di suo zio. È una malattia molto aggressiva, soprattutto se non viene contrastata nelle sue fasi iniziali: ogni anno nei soli Stati Uniti si verificano 44mila casi, mentre i decessi ammontano a 37mila.

Cosa faranno questi tre ragazzi con i loro premi per adesso nessuno lo sa. Le ipotesi più plausibili sono due: vederli iscrivere a qualche università o, magari, bruciare le tappe e fondare la loro prima startup in giro per il mondo.

fonte Lorenzo mannella

http://www.chefuturo.it/2012/05/piccoli-geek-crescono-15-anni-jack-studia-per-sconfiggere-il-cancro/


 

Copyright © 2008 by PHP-Nuke 8.1 WL-Ed.. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license