3

Bill Ryan curatore del sito www.serpo.org

I segreti del "disclosure project"

Disclosure_projectDi misteri, si sa, è pieno l'universo. Inutile dire che sono innumerevoli i segreti che ci vengono tenuti nascosti come infinite sono le verità celate o semitaciute che non ci verranno mai esplicitamente dette. Una, ad esempio, è che il governo statunitense copre l’evidenza degli UFO da oltre 50 anni. La storia ha una data, un inizio e un luogo.

      On Line

IlluminatiCome dice la parola stessa gli Illuminati sono i portatori di luce, quelli che sanno, ma la loro luce è, apparentemente, Lucifero o Satana. Appartengono a tredici delle più ricche famiglie del mondo e sono i personaggi che veramente comandano il mondo da dietro le quinte. Vengono anche definiti la Nobiltà Nera, i Decision Makers, chi fa le regole da seguire per Presidenti e Governi.

Urzi
 "È giunto il momento di alzare il velo di segretezza che circonda l'esistenza degli Ufo e di far emergere la verità affinché la gente sia messa a conoscenza di uno dei più importanti problemi che la Terra si trova ad affrontare". (Paul Hellyer)

link

La Macchina delle copie

copie

Questa volta vogliamo partire da un particolare emerso dai racconti degli addotti in Italia e
ancora prima negli U.S.A. Ad esempio (Linda Porter, 1963 Porterville, California.) la formazione
delle copie,che avviene all'interno di cilindri, sottolineando il fatto che, non vogliamo ripetere
quanto già conosciuto in merito a tale argomento, ma che si vuole soltanto trovare una possibile
spiegazione al funzionamento del meccanismo di copiatura .
Dalla testimonianze raccolte risulta che l'addotto viene introdotto in un contenitore
cilindrico trasparente totalmente immerso in un fluido caldo più denso dell'acqua e meno dell'olio
(così descritto dagli addotti) di colore verdastro dove è possibile respirare.
Il fatto che in poco tempo gli alieni e alcuni fazioni militari, riescano a creare una copia di
un individuo, uguale in tutto e per tutto, (tranne per la caratteristica di avere l'innesto di un' anima),
è molto interessante.

Italia – Tra Miseria Nera e Nobiltà Cieca

Vota la News
13 Marzo, 2013 | Category : Attualità | Author: Fonte | Commenti  

Miseriaenobiltà

di Giovanni Antonio Fois

Roma – La forbice che logora il Paese tra privilegiati e succubi del sistema aumenta ogni giorno di più. Centinaia di Migliaia (se non milioni) di famiglie, ridotte sul lastrico, stentano ad arrivare alla fine del mese, costrette a patire la miseria. Intanto gli appartenenti alle caste, forti dei propri averi ed interessi, sfrecciano in Ferrari, gettando fango in faccia all’operaio. Ciò che va sottolineato, di questo scempio umano in voga da sempre, è il paradosso che ne è alla base: se non ci fosse il poveraccio sommerso dai debiti e col cappio al collo, ovviamente i propri creditori non potrebbero spassarsela in fuoriserie. Sembra di rivivere le scene del film "Miseria e Nobiltà’’, in un quadro che ostenta le contrapposizioni sociali, che vede da una parte pranzi a base di cipolla, dall’altra ricchi buffet di gala. Occorre sottolineare l’importanza del significato di questa parola, miseria, più volte minimizzata e presa sottogamba.

Italia – Il Prezzo del Tradimento sociale: manca il necessario per vivere

La mancanza di ciò che è fondamentalmente necessario per vivere, cui conseguono avvilimento spirituale, infelicità e senso di desolazione. La cittadinanza continua ad urlare al mondo le proprie difficoltà, stretta nella morsa salario-prezzi, il primo sempre più basso, i secondi in aumento costante. L’Istat nelle ultime ore ha confermato queste stime, esibendo dei dati a dir poco allarmanti: il gap tra i due indici ha infatti raggiunto l’1,1 % durante lo scorso anno, in rialzo rispetto al 2011 dello 0,5 % ( che non è una bazzecola). Un fattore che non va sottovalutato è l’aumento dei costi dei trasporti, registrato intorno al mezzo punto percentuale, che costringe la popolazione all’utilizzo dell’automobile, con conseguenti introiti da capogiro per le multinazionali petrolifere. Un altro punto che va evidenziato è quello relativo ai numerosi tagli alla cultura che hanno portato ad un innalzamento dei prezzi di tutti i beni che ne competono ( libri, cinema, teatro, opera).

Una Generazione Distrutta dalla masso-mafia europea

L’italiano si fa sempre più ignorante, continuando a stabilire importanti record in negativo. Il numero dei laureati è il più basso d’Europa, solamente un cittadino su cinque, con un età compresa tra i 30 ed i 34 anni, risulta aver conseguito un titolo accademico, contro l’uno su tre della media UE. Del resto gli stessi giovani, futuro della Nazione, a causa delle numerose sforbiciate ai bilanci di cultura ed istruzione, si sentono fortemente demotivati ad intraprendere un qualsiasi percorso di vita. Pertanto il 22,7% dei ragazzi tra i 15 ed i 29 anni, in Italia, non ha un impiego lavorativo, né studia. Proprio questo punto risulta di cruciale importanza per l’uscita da questa angusta situazione di crisi truffa. Una crisi indotta e provocata per portare a termine un colossale processo di espropriazione di massa. Il più sistematico e disumano della storia della penisola italica. Neppure i barbari osarono tanto, anzi, Attila si fermò dinnanzi al Papa.

Nasce il BES a ricordarci che "siamo in Grecia"

Il motore che da la possibilità all’uomo di rimettersi in piedi una volta caduto in disgrazia è il lavoro che, come ben sappiamo, manca. Risulta impossibile, infatti, per un cassaintegrato, un ultra quarantenne che ha perso il posto, per un pensionato e finanche per un giovane trovare un impiego. Senza lavoro l’essere umano è un contenitore vuoto, privo di sostanza, di equilibro, d’identità. Così, oggigiorno, milioni di italiani che hanno sudato il proprio salario per l’intera esistenza si trovano senza una casa, senza uno stipendio, senza una vita. Ad oggi, dalla collaborazione istaurata tra Istat e Cnel, nasce un nuovo indice da affiancare al PIL, ovvero il BES, pseudonimo di ‘’Benessere equo solidale’’. Questa nuova scala pone il focus su quello che viene definito ‘’stato di grave deprivazione’’, identificabile nella manifestazione di quattro o più sintomi di disagio, su un elenco di nove. Tra questi la possibilità di far fronte ai rincari sulla spesa per il riscaldamento, affrontare le spese impreviste, permettersi una vacanza l’anno.

Il Principe De Curtis e la "Pialla Sociale"

I primi dati relativi a questo nuovo indice sono sconcertanti: solo al Sud il Bes è salito vertiginosamente dalla percentuale del 2010 pari al 12,1 della popolazione, a quello del 2011 che raggiunge quota 19,3 %. Questi gli effetti delle politiche di Monti, Fornero, Barroso e dell'eurocasta fin qui perseguite. Un'euro-casta assetata di potere e sangue e complice di una colossale euro-truffa. Uno dei Paesi fino al 2011 più ricchi e belli del mondo, ridotto ad un cumulo di macerie, sacrificato sull'altare del dio euro e del mercatismo. Intanto la cittadinanza, ridotta sul lastrico, vive nella falsa speranza che la pialla sociale, citata dal principe Antonio de Curtis nell’omonima poesia, possa verificarsi non solo in punto di morte.

Fonte http://www.quieuropa.it/italia-tra-miseria-nera-e-nobilta-cieca/

 


Copyright © 2008 by PH-Nuke 8.1 WL-Ed.. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license