Il video recentemente catturato dalla sonda Cassini rivela le caratteristiche "artificiali" di Saturno!

04 Maggio, 2017 |Tag: Astronomia | from Author

Il video incredibile rivela alcune caratteristiche molto emozionanti e bizzarre su Saturno!

Cassini ha registrato un video eccezionale durante la sua immersione negli anelli di Saturno, rivelando alcune caratteristiche curiosamente sagomate sul secondo pianeta più grande del nostro sistema solare. Uno dei ricercatori che ha osservato il video ha detto: "Sono rimasto sorpreso di vedere tanti bordi taglienti lungo il bordo esterno dell'esagono e la parete degli occhi del vortice polare. Qualcosa deve mantenere diverse latitudini dalla mescolanza per mantenere questi bordi ".
La sonda spaziale di Cassini sta facendo la storia mentre scrivo questo,
Il video incredibile rivela alcune caratteristiche molto emozionanti e bizzarre su Saturno, il sesto pianeta dal Sole e il secondo più grande del sistema solare, dopo Giove.
Non solo questo video storico ci offre una visione senza precedenti di Saturno, che rivela alcune caratteristiche estremamente curiose come la nave spaziale ha fatto il suo modo scattando una visione del vortice vorticoso al polo nord del pianeta, poi testa oltre il confine esterno della forma esagonale e oltre.
Mentre la navicella spaziale di Cassini della NASA ha fatto la sua prima immersione attraverso il divario tra Saturno ei suoi anelli il 26 aprile 2017, una delle sue telecamere ha scattato una serie di immagini a fuoco rapido che sono state utilizzate per rendere questa sequenza di film. Il video inizia con una visione del vortice al Polo Nord di Saturno, poi testa oltre il confine esterno del flusso jet esagonale a forma di pianeta e continua verso sud, riferisce NASA.
"Sono rimasto sorpreso di vedere così tanti bordi taglienti lungo il bordo esterno dell'esagono e la parete degli occhi del vortice polare", ha dichiarato Kunio Sayanagi, membro del team di imaging di Cassini, alla Hampton University di Virginia, che ha contribuito a produrre il nuovo film .
"Qualcosa deve mantenere diverse latitudini dalla miscelazione per mantenere quei bordi", ha aggiunto.
Secondo quanto riportato dalla NASA, mentre i telai sono stati catturati, l'altezza della nave spaziale Cassini sopra le nuvole è scesa da 45.000 a 4.200 miglia (72.400 a 6.700 chilometri). Come si è verificato, le più piccole caratteristiche risolutive dell'atmosfera sono passate da 8,7 chilometri per pixel a 0,5 miglia (810 metri) per pixel.
Vuoi vedere il video giusto? Lo so, è qui :
"Le immagini del primo passaggio erano fantastiche, ma siamo stati conservatori con le impostazioni della fotocamera. Abbiamo intenzione di aggiornare le nostre osservazioni per un'occasione simile il 28 giugno, che pensiamo possa portare a una visione ancora migliore ", ha dichiarato Andrew Ingersoll, membro del team di imaging di Cassini, con sede a Caltech a Pasadena, in California.
Cassini ha iniziato la sua discesa che si concluderà nel settembre del 2017.
Parlando della nave spaziale Cassini e del suo viaggio su Saturno, Jim Green, direttore della Divisione Scienza Planetaria presso la sede NASA di Washington, ha dichiarato: "Nella più grande tradizione di esplorazione, la nave spaziale della NASA ha nuovamente illuminato un sentiero, mostrando nuove meraviglie E dimostrando dove la nostra curiosità può portarci se crediamo ".
Cassini, una navicella spaziale di 6,7 metri, è ormai in orbita per 13 anni da orbita in orbita in Saturno. La missione di Cassini terminerà ufficialmente il 15 settembre quando la navicella entrerà in Saturno.

English version

Newly captured video from Cassini reveals ‘artificial-like’ features on Saturn

Cassini has beamed back an AMAZING video during its dive into Saturn’s rings, revealing some curiously shaped features on the second largest planet in our solar system. One of the researchers who observed the video said: “I was surprised to see so many sharp edges along the hexagon’s outer boundary and the eye-wall of the polar vortex. Something must be keeping different latitudes from mixing to maintain those edges.”
The Cassini spacecraft is making history as I am writing this, and you read eagerly through the lines to take a peek at a video from Saturn.

Mesmerizing to say the least. The incredible video reveals some very exciting and bizarre features on Saturn—the sixth planet from the Sun and the second-largest in the Solar System, after Jupiter.

Not only does this historic video offer us an unprecedented view of Saturn, it reveals some extremely curious features as the spacecraft made its way snapping a view of the swirling vortex at the planet’s north pole, then heads past the outer boundary of the hexagon-shaped jet stream and beyond.

As NASA’s Cassini spacecraft made its first-ever dive through the gap between Saturn and its rings on April 26, 2017, one of its imaging cameras took a series of rapid-fire images that were used to make this movie sequence. The video begins with a view of the vortex at Saturn’s North Pole, then heads past the outer boundary of the planet’s hexagon-shaped jet stream and continues further southward, reports NASA.

“I was surprised to see so many sharp edges along the hexagon’s outer boundary and the eye-wall of the polar vortex,” said Kunio Sayanagi, an associate of the Cassini imaging team based at Hampton University in Virginia, who helped produce the new movie.
“Something must be keeping different latitudes from mixing to maintain those edges,” he added.

According to reports from NASA, as the movie frames were captured, the Cassini spacecraft’s altitude above the clouds dropped from 45,000 to 4,200 miles (72,400 to 6,700 kilometers). As this occurred, the smallest resolvable features in the atmosphere changed from 5.4 miles (8.7 kilometers) per pixel to 0.5 mile (810 meters) per pixel.

Do you want to see the video right? I know, here it is:
“The images from the first pass were great, but we were conservative with the camera settings. We plan to make updates to our observations for a similar opportunity on June 28 that we think will result in even better views,” said Andrew Ingersoll, a member of the Cassini imaging team based at Caltech in Pasadena, California.

Cassini has begun its descent which will eventually conclude in September of 2017.

Speaking about the Cassini spacecraft and its trip into Saturn, Jim Green, director of the Planetary Science Division at NASA Headquarters in Washington, said: “In the grandest tradition of exploration, NASA’s Cassini spacecraft has once again blazed a trail, showing us new wonders and demonstrating where our curiosity can take us if we dare.”

Cassini—a 6.7-meter tall spacecraft—has faithfully been orbiting Saturn for 13 years since it reached orbit in 2004. Cassini’s mission will officially terminate on September 15 when the spacecraft will plunge into Saturn.

https://www.filosofiaelogos.it

Fonte