I segreti del "disclosure project"

Disclosure_projectDi misteri, si sa, è pieno l'universo. Inutile dire che sono innumerevoli i segreti che ci vengono tenuti nascosti come infinite sono le verità celate o semitaciute che non ci verranno mai esplicitamente dette. Una, ad esempio, è che il governo statunitense copre l’evidenza degli UFO da oltre 50 anni. La storia ha una data, un inizio e un luogo.

      On Line

IlluminatiCome dice la parola stessa gli Illuminati sono i portatori di luce, quelli che sanno, ma la loro luce è, apparentemente, Lucifero o Satana. Appartengono a tredici delle più ricche famiglie del mondo e sono i personaggi che veramente comandano il mondo da dietro le quinte. Vengono anche definiti la Nobiltà Nera, i Decision Makers, chi fa le regole da seguire per Presidenti e Governi.

Urzi
 "È giunto il momento di alzare il velo di segretezza che circonda l'esistenza degli Ufo e di far emergere la verità affinché la gente sia messa a conoscenza di uno dei più importanti problemi che la Terra si trova ad affrontare". (Paul Hellyer)

link

La Macchina delle copie

copie

Questa volta vogliamo partire da un particolare emerso dai racconti degli addotti in Italia e
ancora prima negli U.S.A. Ad esempio (Linda Porter, 1963 Porterville, California.) la formazione
delle copie,che avviene all'interno di cilindri, sottolineando il fatto che, non vogliamo ripetere
quanto già conosciuto in merito a tale argomento, ma che si vuole soltanto trovare una possibile
spiegazione al funzionamento del meccanismo di copiatura .
Dalla testimonianze raccolte risulta che l'addotto viene introdotto in un contenitore
cilindrico trasparente totalmente immerso in un fluido caldo più denso dell'acqua e meno dell'olio
(così descritto dagli addotti) di colore verdastro dove è possibile respirare.
Il fatto che in poco tempo gli alieni e alcuni fazioni militari, riescano a creare una copia di
un individuo, uguale in tutto e per tutto, (tranne per la caratteristica di avere l'innesto di un' anima),
è molto interessante.

Il serpente tentatore - Genesi 3,1 [108]


25 Giugno, 2012 | Category :Esoterismo | Author: Fonte | Condividi | Commenti

Leggendo Genesi 3,1 e segg. ci domandiamo:

Chi è il serpente?

• Che cosa rappresenta?

• Che significato ha la tentazione?

Questo personaggio che interviene nella vicenda dell’Eden va necessariamente interpretato alla luce di elementi esterni al contesto biblico.

In sintesi, ricordiamo che le mitologie sumero-accadiche ci narrano del contrasto costante tra due divinità Anunnaki (Enlil ed Enki) che hanno idee diverse sul rapporto con la nuova specie da loro creata. Tra i vari contrasti uno molto importante riguardava proprio la possibilità di rendere fertile il nuovo essere e dargli così la possibilità di riprodursi autonomamente.

Enlil era tendenzialmente ostile all’uomo che considerava niente più che uno schiavo e dunque era contrario; Enki, che aveva espressamente voluto e formato la nuova specie, provava attaccamento per la sua creatura e desiderava facilitarne lo viluppo e l’evoluzione.

Enki, responsabile degli scavi nelle miniere per i quali l’uomo era stato appositamente creato, veniva considerato il conoscitore di ciò che sta nel profondo ed era spesso raffigurato con l’immagine del serpente.

La radice ebraica che identifica il serpente, [nachàsc], indica originariamente l’atto del conoscere in anticipo le intenzioni e dunque la conoscenza è un elemento fondamentale della simbologia che lo accompagna.

Per la maggioranza delle mitologie antiche questo animale era il detentore per eccellenza di un sapere riservato a pochi, esoterico diremmo noi, e la conoscenza della profonda struttura del patrimonio genetico appartiene a quel tipo di scienza che, per ovvi motivi, non poteva e non doveva essere diffusa con superficialità. Il doppio serpente attorcigliato all’Albero della Vita rappresenterebbe infatti la doppia elica del DNA utilizzata dalla divinità femminile che collaborò per creare gli [adàm] operando sullo [tzelèm] e sull’[afàr], di cui abbiamo detto in altro capitolo.

Il serpente e la tentazione sarebbero dunque la trasposizione in linguaggio biblico del contrasto tra Enlil ed Enki e l’intervento del serpente/Enki rappresenterebbe il momento in cui la nuova specie è stata resa fertile.

Tratto dal libro “Il Dio alieno della Bibbia” di Mauro Biglino

 

First Page
First Page
First Page
Last Page

 

Copyright © 2008 by PHP-Nuke 8.1 WL-Ed.. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license