Il mondo nascosto sotto l'antartide viene rivelato: Gli scienziati trovano un mondo inimmaginabile!

03 Giugno, 2018 |Tag: Esopolitica | from Author

The Discovery è stato pubblicato sulla rivista Geophysical Research Letters

Nonostante il fatto che i satelliti in orbita attorno alla terra abbiano contribuito a mappare la superficie del nostro pianeta in modo molto dettagliato, c'era una fessura attorno ad un'area del Polo Sud, che non è coperta dai satelliti a causa dell'inclinazione delle loro orbite.

Ora, gli scienziati hanno finalmente rivelato ciò che è lì, ed è una sorpresa.

Scienziati che esplorano l'Antartide hanno trovato enormi catene montuose e vasti canyon che corrono per centinaia di chilometri sotto il denso ghiaccio del continente.

Nascosti sotto l'Antartide meridionale, i ricercatori hanno utilizzato i radar che penetrano nel ghiaccio per scoprire enormi canyon che attraversano tre distese catene montuose sotterranee sotto la piattaforma di ghiaccio dell'Antartide.

I risultati sono i primi a emergere dai dati radar di penetrazione del ghiaccio raccolti in Antartide come parte del progetto PolarGAP dell'Agenzia spaziale europea e sono stati pubblicati sulla rivista Geophysical Research Letters .

Sebbene vi siano dati satellitari estesi che aiutano a ottenere immagini della superficie della Terra e del suo interno profondo, c'era una fessura attorno all'area del Polo Sud, che non è coperta dai satelliti a causa dell'inclinazione delle orbite.

Pertanto, il progetto PolarGAP è stato progettato per colmare il vuoto nella copertura dei dati satellitari dal Polo Sud e, in particolare, per acquisire i dati mancanti riporta il British Antarctic Survey, che ha partecipato alla ricerca.

Gli scienziati avvertono come i progressi del riscaldamento globale, queste enormi valli potrebbero svolgere un ruolo importante nel flusso del ghiaccio.

"Dal momento che c'erano lacune nei dati satellitari intorno al Polo Sud, nessuno sapeva esattamente cosa ci fosse", ha detto il dott. Kate Winter, autore principale dello studio e ricercatore del vice-cancelliere nel Dipartimento di geografia e scienze ambientali dell'Università della Northumbria.

"Ora capiamo che la regione montuosa sta impedendo il ghiaccio dall'Antartide orientale che scorre attraverso l'Antartide occidentale fino alla costa. Inoltre, abbiamo anche scoperto tre valli subglaciali nell'Antartide occidentale che potrebbero essere importanti in futuro.

"Se la calotta glaciale si assottiglia o si ritira, questi corridoi controllati topograficamente potrebbero facilitare un maggiore flusso di ghiaccio nell'entroterra e potrebbero portare allo spostamento del ghiacciolo nell'Antartide occidentale. Ciò, a sua volta, aumenterebbe la velocità e la velocità con cui il ghiaccio fuoriesce dal centro dell'Antartide fino ai suoi bordi, portando ad un aumento dei livelli globali del mare ".

Il Dott. Winter aggiunge : "I dati raccolti consentiranno ai modellisti delle calotte polari di prevedere cosa accadrà se la calotta glaciale si assottiglia, il che significa che possiamo iniziare a rispondere alle domande a cui prima non potevamo rispondere".

La missione ha segnato la prima volta che gli scienziati sono stati in grado di mappare tre vaste valli subglaciali nell'Antartide occidentale. La valle più grande, conosciuta come Foundation Trough, è lunga più di 350 chilometri e larga 35 chilometri. La sua lunghezza equivale alla distanza da Londra a Manchester, mentre la sua larghezza equivale a più di una volta e mezza la lunghezza dell'isola di Manhattan a New York.

Due delle valli rimanenti sono ugualmente vaste. Il canale di Patuxent è lungo più di 300 chilometri e largo più di 15, mentre il bacino di sfasamento è lungo 150 e largo 30.

Gli scienziati avvertono che se il cambiamento climatico provoca la riduzione della calotta glaciale, queste valli potrebbero aumentare la velocità alla quale il ghiaccio scorre dal centro dell'Antartide al mare, innalzando il livello globale del mare.

https://www.filosofiaelogos.it

Fonte