Il mistero della macchina gigante dell' ammiraglio Richard E. Byrd!

27 Marzo, 2017 |Tag: Esopolitica | from Author

L'incrociatore della neve è stato utilizzato per un'operazione segreta

Immaginare un enorme veicolo di 45.000 libbre (lunghezza 17,0 metri - larghezza 6,06 m) con pneumatici giganti di 1.900 libbre ciascuno (ruote con altezza retratto di 3,7 metri - e con le ruote in estensione in altezza 4,9 metri) ed alimentati da due motori diesel 200 hp. In cima a che porta un aereo di ricerca marina e si spinge sopra le lande ghiacciate del Polo Sud.
Questo è esattamente ciò che è accaduto nel 1939. Questo gigante incrociatore che trasportava cinque uomini e un biplano della marina e attrezzature sufficienti per un viaggio della durata un anno.
La storia ufficiale ci dice che l'icrociatore dell'Antartide aveva lo scopo di facilitare il trasporto in Antartide mentre l'equipaggio composto da scienziati conduceva esperimenti sismologici, le misurazioni dei raggi cosmici, e carotaggi di ghiaccio mentre vivevano nella capanne di legno coperto di neve Cruiser.
Ma è più probabile che l'incrociatore della neve è stato utilizzato per un'operazione segreta condotta dall' ammiraglio Richard E. Byrd.
Gli americani sapevano che i tedeschi stavano conducendo una spedizione segreta in Antartide, l'ammiraglio Richard E. Byrd ha ricevuto ordini riservati dalla Casa Bianca per mettere insieme una spedizione americana in Antartide e questi ordini era un segreto del Dipartimento di Stato, anche l'esistenza degli ordini era stato tenuto segreto.
La ragione possibile per la spedizione ... gli americani hanno voluto essere i primi a ottenere l'ingresso e esplorare le terre leggendarie all'interno della terra al di là del palo.
Dovete sapere che la macchina della neve è stata descritta in ogni titolo di giornale riguardante i preparativi per nel 1939 Antarctic Expedition e per mesi gli americani aveva letto ogni piccolo dettaglio sullo stato di avanzamento della produzione della bestia.
Ma dopo la neve la Cruiser è arrivata a Little America nella baia delle Balene, Antartide ai primi del gennaio 1940 ... il mistero ha inizio ... Da questo punto in poi l'incrociatore della neve non è mai stato più menzionato nei giornali e fu come se l'incrociatoredella neve non è mai esistito.
C'era solo un articolo di giornale finale emesso in data 15 maggio 1940 del The New York Times che dettagliava il rapporto dell'ammiraglio Byrd sui risultati del 1939 Antarctic Expedition.
L'ammiraglio ha riferito che la spedizione “ha ottenuto molto più di quanto pensasse possibile tra cui la scoperta di 900 miglia di sconosciuta costa che gli esploratori avevano cercato per un centinaio di anni, ma anche in questo articolo non ha mai menzionato l'incrociatore della neve, ancora più strano a quanto pare non è mai stato chiesto. La macchina gigante che era stata sulla mente e sulle labbra di tutti prima di Byrd è come fosse mai esistita.
Durante operazione highjump verso la fine del 1946, un team di spedizione ha trovato il veicolo abbandonato ,ma dentro, il veicolo era esattamente come l'equipaggio lo aveva lasciato, con documenti, riviste, e sigarette sparsi tutte intorno. Il cabinato necessava solo dei pneumatici e qualche manutenzione per renderlo operativo.
Nel 1958, una spedizione internazionale ha scoperto l'incrociatore neve di nuovo con un bulldozer. Era coperto da parecchi piedi di neve, ma una canna di bambù lunga ha segnato la sua posizione.
Spedizioni poi hanno riferito che non c'era più nessuna traccia del veicolo e ora a più di 75 anni di distanza , la domanda è : che è successo alla macchina ?

Enclish Version

The Mystery of Admiral Richard E. Byrd’s Giant Antarctic Snow Cruiser


Imagine an enormous 45,000 pound vehicle (length 17.0 meters - width 6.06 meters) with giant tires of 1,900 pounds each (height wheels retracted 3.7 meters – height wheels extended 4.9 meters) and powered by two 200-hp diesel engines. On top of that it carries a Navy pursuit plane and it drives over the South Pole’s icy wastelands.
That is exactly what happened in 1939. This giant snow cruiser carried five men and a Navy BI-plane and sufficient equipment for an exploring trip to last a year and it is missing.

The official story tells us that the Antarctic snow cruiser was intended to facilitate transport in Antarctica while the crew consisting of scientists conducted seismologic experiments, cosmic-ray measurements, and ice core sampling while living in the snow- and timber-covered Snow Cruiser.

But it is more likely that the snow cruiser has been used for a secret operation led by Admiral Richard E. Byrd.

As the Americans knew that the Germans were conducting a secret expedition in Antarctica, Admiral Richard E. Byrd received confidential orders from the White House for putting together an American expedition to Antarctica and these orders were a State Department secret, even the existence of the orders had been kept secret.

The possible reason for the expedition… the Americans wanted to be the first to gain entrance and to explore the legendary lands inside the earth beyond the pole.
You have to know that the snow machine was featured in every newspaper headline concerning the preparations for the 1939 Antarctic Expedition and for months Americans had read every tiny detail about the progress of manufacturing the beast.

But after The Snow Cruiser arrived at Little America in the Bay of Whales, Antarctica in early January 1940… the mystery begins… From this point on the snow cruiser was never mentioned again in the newspapers and it was as though the snow cruiser never existed.
There was only a final newspaper article issued on May 15, 1940 of The New York times detailing Admiral Byrd’s report on the findings of the 1939 Antarctic Expedition.

The Admiral reported that the expedition “achieved much more than he thought possible including the discovery of 900 miles of unknown coastline that explorers had been seeking for a hundred years but also in this article he never mentioned the snow cruiser, even stranger what was that apparently he was never asked. The giant machine that had been on everyone’s minds and lips before Byrd left was might never had existed.
During Operation Highjump in late 1946, an expedition team found the abandoned vehicle but inside, the vehicle was exactly as the crew had left it, with papers, magazines, and cigarettes scattered all around. The snow cruiser needed only air in the tires and some servicing to make it operational.

In 1958, an international expedition uncovered the snow cruiser again using a bulldozer. It was covered by several feet of snow but a long bamboo pole marked its position.

Later expeditions reported no trace of the vehicle and now more than 75 years later, it is still unsure where the snow cruiser is and the question remains what happened to the monster machine and the data it was designed to gather and the crew and support team that were left behind to carry on?

https://www.filosofiaelogos.it

Fonte : http://ufosightingshotspot.blogspot.it/2017/03/the-mystery-of-admiral-richard-e-byrds.html