Il Priorato di Sion e l'antico segreto incorporato nell'ultima cena di Leonardo da Vinci!

18 Maggio, 2017 |Tag: Esopolitica | from Author

Il Priorato di Sion è un'organizzazione segreta ispirata ai rosicruciani,

Nonostante la versione di Leonardo da Vinci dell'ultima cena sia senza dubbio la più ampiamente riconosciuta, non è l'unica versione. Infatti, ci sono numerose altre versioni dell'ultima cena che ritraggono Gesù ei suoi 12 discepoli. Curiosamente, tutte le altre versioni hanno una cosa comune: i Halos sono raffigurati attorno a quelli presenti al banchetto con Gesù Cristo. Perché? I ricercatori ritengono che c'è un messaggio nascosto nella versione di Leonardo.
Il Priorato di Sion è un'organizzazione segreta ispirata ai rosicruciani, fondata dal francese Pierre Plantard negli anni '50. Plantard ha affermato di essere l'erede diretto della dinastia merovingiana e per questo ha sviluppato una genealogia fantasiosa che ha indicato che i suoi membri erano discendenti diretti di Gesù Cristo. Nella versione di Plantard, il Priorato era dedicato all'installazione di una segreta linea di sangue della dinastia merovingiana sui troni della Francia e del resto d'Europa.
L'organizzazione fraterna fu fondata nel 1956 nella città di Annemasse, Alta Savoia, nella Francia orientale.
La teoria quirky ha avuto un boom di popolarità dopo la pubblicazione di libri come "The Sacred Enigma" nel 1982 e "The Da Vinci Code" nel 2003.
Secondo Plantard, i Merovingi occuparono un luogo sacro di potere sulla Terra, geneticamente legato da Gesù Cristo. Lo scrittore ha sostenuto che grandi figure nella storia occidentale fossero parte della famiglia reale, tra cui Nostradamus, Joan of Arc, Isaac Newton, Botticelli e Leonardo Da Vinci.
Come si prevede, numerose teorie di cospirazione hanno la loro origine in questo approccio.
È particolarmente popolare che Da Vinci si nasconde nella sua famosa pittura "L'ultima cena" che dimostrerebbe che Maria Maddalena era incinta con il figlio di Gesù durante il banchetto.
Secondo questa ipotesi, il Messia cristiano non era un uomo celibato, ma era presunto sposato con un'ex prostituta, che avrebbe dato vita alla sua prole.
Anche se la maggior parte di queste storie è stata dimostrata falsa, attualmente numerosi specialisti nell'opera del pittore fiorentino tentano ancora di decodificare la complessa simbologia che Da Vinci ha nascosto nelle sue tele.
Come indicato da mentalfloss.com, in The Templar Revelation, Lynn Picknett e Clive Prince propongono che la figura a sinistra di Gesù non sia Giovanni, ma Maria Maddalena e che l'Ultima Cena è una prova fondamentale in una copertura della vera identità Di Cristo dalla Chiesa Cattolica Romana.
L'Ultima Cena e gli alunni mancanti
Nonostante la versione di Leonardo da Vinci dell'ultima cena sia senza dubbio la più ampiamente riconosciuta, non è l'unica versione. Infatti, ci sono numerose altre versioni dell'ultima cena che ritraggono Gesù ei suoi 12 discepoli. Curiosamente, tutte le altre versioni hanno una cosa comune: i Halos sono raffigurati attorno a quelli presenti al banchetto con Gesù Cristo.
La versione di Da Vinci non ha Halos, quindi devi chiederti perché? Did di Vinci sapere qualcosa che non lo faceva?
Prima di Leonardo da Vinci, tutte le versioni dell'ultima cena mostrarono Gesù ei suoi discepoli con gli aureoli, in effetti, li ritraevano come santi, ma il Da Vinci scelse di ignorare questa convenzione e di dipingerle senza ariete ».
Mario Taddei, inventore di Milano e esperti dell'opera di da Vinci afferma che scegliendo di ignorare gli aureoli nei suoi dipinti, il genio rinascimentale italiano ha voluto inviare un messaggio.
Secondo l'interpretazione del signor Taddei, le persone raffigurate nella pittura di Da Vinci non sono santi ma sono invece «uomini semplici», implicando che anche Gesù è mortale.
"Credo che Leonardo non abbia mai messo gli aureoli perché pensa che la gente sia gente comune, e questo è il vero segreto di Leonardo", spiega Taddei nel video.
"Non c'è oggetto extraterrestre o soprannaturale nell'ultima cena. Leonardo vuole dirci che i tredici uomini sono uomini semplici. E questo ha detto qualcosa di molto più potente "conclude Taddei.
Un antico manoscritto che "prova" Gesù era sposato e aveva figli
Un antico manoscritto sostiene sensazionalmente che Gesù sposò Maria Maddalena e persino aveva figli. Esiste una prova scritta che suggerisce Gesù sposato a Maria Maddalena e persino avuto figli. Inoltre, l'antico manoscritto chiama Giuseppe - proprio come Gesù - il Figlio di Dio.
Il testo antico, creduto risalire al 570 dC, è stato scritto in Siria, è stato coperto di polvere, atteso negli archivi della Biblioteca Britannica negli ultimi 20 anni e copiato da un monaco anonimo.
Il manoscritto ha almeno 1,450 anni, probabilmente risalente al primo secolo, cioè alla vita di Gesù. Ed ora, il Lost Gospel fornisce la prima traduzione da Syriac in inglese di questo documento unico che racconta la storia interna della vita sociale, familiare e politica di Gesù.
Il Lost Gospel porta il lettore in un'avventura storica senza precedenti attraverso un manoscritto che cambia paradigma. Quello che scoprono gli autori è quanto stupefacente quanto sorprende: la conferma del matrimonio di Gesù Maddalena; I nomi dei loro due figli; La presenza torreggiante di Maria Maddalena; Una trama precedentemente sconosciuta sulla vita di Gesù, 13 anni prima della crocifissione; Un tentativo di assassinio contro Maria Maddalena e loro figli; La connessione di Gesù alle figure politiche al più alto livello dell'Impero romano; E un movimento religioso che precede quello di Paolo, la Chiesa di Maria Maddalena. (fonte)
Prima di arrivare alla Biblioteca Britannica, l'antico manoscritto fu acquisito dal Museo Britannico nel 1847 da un concessionario che sostiene di averlo ottenuto dall'antico monastero di San Macarius in Egitto.


English version
The Priory of Sion and the ancient secret embedded in the Last Supper

Despite the fact that Leonardo da Vinci’s version of the Last Supper is without a doubt the most widely recognized, it isn’t the only version. In fact, there are numerous other versions of the Last Supper portraying Jesus and his 12 disciples. Curiously, all other versions have one thing in common: Halos are depicted around those present at the banquet with Jesus Christ. Why? Researchers believe there is a hidden message in Leonardo’s version.
The Priory of Sion is a secret organization inspired by the Rosicrucians, founded by the Frenchman Pierre Plantard during the 1950s. Plantard claimed to be the direct heir of the Merovingian dynasty, and for this purpose, he developed a fanciful genealogy that indicated that his members were direct descendants of Jesus Christ. In Plantard’s version, the Priory was devoted to installing a secret bloodline of the Merovingian dynasty on the thrones of France and the rest of Europe.

The fraternal organization was founded in the town of Annemasse, Haute-Savoie in eastern France in 1956.

The quirky theory had a boom of popularity after the publication of books like “The Sacred Enigma” in 1982, and “The Da Vinci Code” in 2003.

According to Plantard, the Merovingians occupied a sacred place of power on Earth, genetically bequeathed by Jesus Christ. The writer argued that great figures in Western history had been part of the Royal family, including Nostradamus, Joan of Arc, Isaac Newton, Botticelli, and Leonardo Da Vinci.

As is expected, numerous conspiracy theories have their origin in this approach.

It is particularly popular that Da Vinci hid in his famous painting “The Last Supper” images that would prove that Mary Magdalene was pregnant with the son of Jesus during the banquet.

According to this hypothesis, the Christian messiah was not a celibate man but was supposedly married to a former prostitute, who would have given birth to his offspring.

Although most of these stories have been proven false, at present numerous specialists in the work of the Florentine painter still try to decode the complex symbology that Da Vinci hid in his canvases.

As noted by mentalfloss.com, in The Templar Revelation, Lynn Picknett and Clive Prince propose that the figure to the left of Jesus is not John, but Mary Magdalene and that The Last Supper is key evidence in a cover-up of the true identity of Christ by the Roman Catholic Church.

The Last Supper and the missing halos

Despite the fact that Leonardo da Vinci’s version of the Last Supper is without a doubt the most widely recognized, it isn’t the only version. In fact, there are numerous other versions of the Last Supper portraying Jesus and his 12 disciples. Curiously, all other versions have one thing in common: Halos are depicted around those present at the banquet with Jesus Christ.
Da Vinci’s version has no Halos, so you gotta’ ask why? Did da Vinci know something others did not?
Before Leonardo da Vinci, all versions of The Last Supper showed Jesus and his disciples with halos, in effect, portraying them as saints, but, da Vinci chose to ignore this convention and paint them without halos.’

Mario Taddei, a Milan-based inventor, and experts on the work of da Vinci says that choosing to omit halos in his paintings, the Italian Renaissance genius wanted to send out a message.

According to Mr. Taddei’s interpretation, the people depicted in da Vinci’s painting are not saints but are instead ‘simple men,’ implying that Jesus, too, was mortal.

“I believe that Leonardo never put the halos because he thinks that the people are common people, and this is the true secret of Leonardo,” Taddei explains in the video.

“There is no extraterrestrial or supernatural object inside the last supper. Leonardo wants to tell us that the thirteen men are simple men. And this said something much more powerful,” concludes Taddei.

An ancient Manuscript that ‘proves’ Jesus was married and had Children

An ancient manuscript sensationally claims that Jesus married Mary Magdalene and even had children. Written evidence exists that suggests Jesus married to Mary Magdalene and even had children. Furthermore, the ancient manuscript calls Joseph—just like Jesus— the Son of God.

The ancient text, believed to date back to 570 AD, was written in Syriac has been covered in dust, waiting in the archives in the British Library for the past 20 years, and copied by an anonymous monk.

The manuscript is at least 1,450 years old, possibly dating to the first century i.e., Jesus’ lifetime. And now, The Lost Gospel provides the first ever translation from Syriac into English of this unique document that tells the inside story of Jesus’ social, family and political life.

The Lost Gospel takes the reader on an unparalleled historical adventure through a paradigm-shifting manuscript. What the authors eventually discover is as astounding as it is surprising: the confirmation of Jesus’ marria Magdalene; the names of their two children; the towering presence of Mary Magdalene; a previously unknown plot on Jesus’ life, 13 years prior to the crucifixion; an assassination attempt against Mary Magdalene and their children; Jesus’ connection to political figures at the highest level of the Roman Empire; and a religious movement that antedates that of Paul―the Church of Mary Magdalene. (source)

Before arriving at the British Library, the ancient manuscript was acquired by the British Museum in 1847 from a dealer who claims to have obtained it from the ancient St. Macarius monastery in Egypt.

https://www.filosofiaelogos.it

Fonte