Basta

I segreti del "disclosure project"

Disclosure_projectDi misteri, si sa, è pieno l'universo. Inutile dire che sono innumerevoli i segreti che ci vengono tenuti nascosti come infinite sono le verità celate o semitaciute che non ci verranno mai esplicitamente dette. Una, ad esempio, è che il governo statunitense copre l’evidenza degli UFO da oltre 50 anni. La storia ha una data, un inizio e un luogo.

      On Line

IlluminatiCome dice la parola stessa gli Illuminati sono i portatori di luce, quelli che sanno, ma la loro luce è, apparentemente, Lucifero o Satana. Appartengono a tredici delle più ricche famiglie del mondo e sono i personaggi che veramente comandano il mondo da dietro le quinte. Vengono anche definiti la Nobiltà Nera, i Decision Makers, chi fa le regole da seguire per Presidenti e Governi.

Urzi
 "È giunto il momento di alzare il velo di segretezza che circonda l'esistenza degli Ufo e di far emergere la verità affinché la gente sia messa a conoscenza di uno dei più importanti problemi che la Terra si trova ad affrontare". (Paul Hellyer)

link

La Macchina delle copie

copie

Questa volta vogliamo partire da un particolare emerso dai racconti degli addotti in Italia e
ancora prima negli U.S.A. Ad esempio (Linda Porter, 1963 Porterville, California.) la formazione
delle copie,che avviene all'interno di cilindri, sottolineando il fatto che, non vogliamo ripetere
quanto già conosciuto in merito a tale argomento, ma che si vuole soltanto trovare una possibile
spiegazione al funzionamento del meccanismo di copiatura .
Dalla testimonianze raccolte risulta che l'addotto viene introdotto in un contenitore
cilindrico trasparente totalmente immerso in un fluido caldo più denso dell'acqua e meno dell'olio
(così descritto dagli addotti) di colore verdastro dove è possibile respirare.
Il fatto che in poco tempo gli alieni e alcuni fazioni militari, riescano a creare una copia di
un individuo, uguale in tutto e per tutto, (tranne per la caratteristica di avere l'innesto di un' anima),
è molto interessante.

Mega c'è. Kim Dotcom offre 50GB a tutti, ma occhio alla password

Vota la News
22 Gennaio, 2013 | Category : Attualità | Author: Fonte | Commenti  

Mega

C'era una volta Megaupload

Mega è online da qualche ora e i numeri sono già impressionanti. Oltre 100.000 iscritti nella prima ora, nonostante rallentamenti nel processo di iscrizione e problemi vari nell'accesso al servizio. Mentre leggete queste righe, a circa 24 ore dal lancio, sono oltre un milione gli utenti che hanno registrato una propria utenza in quello che viene definito dal proprio creatore, Kim Dotcom, come il servizio cloud più sicuro del mondo.

Cerchiamo di capire di cosa si tratta con una breve storia di quello che c'era prima, dicendo subito che era qualcosa di molto diverso. Megaupload era uno dei più celebri siti web di file hosting, dicitura divenuta nel frattempo "old" a cui viene oggi preferita la più elegante e attuale "cloud storage". Nella sostanza poco cambia: il servizio consisteva nel mettere a disposizione dell'utenza uno spazio di archiviazione gratuito online (2GB), con possibilità di estensione adottando membership a pagamento.

Fin qui nulla di strano, un servizio offerto da molti. Il vero motivo di successo stava nel poter scaricare praticamente qualsiasi cosa, film compresi, rendendolo di fatto un enorme contenitore di file a disposizione di tutti, facendosi beffe di ogni tipo di diritto di autore. Ecco spiegato come, nel culmine del proprio successo, Megaupload fosse arrivato a costituire da solo il 4% del traffico internet a livello globale, con 150 milioni di utenze registrate e 50 milioni di visitatori al giorno.

2

Numeri impressionanti, che hanno spinto le major e il governo degli Stati Uniti a prendere contromisure drastiche, con blitz che non sarebbero sfigurati in alcuni film di azione. Megaupload chiuso, e grane legali per Kim Dotcom, la persona dietro a questo servizio. Certe azioni e certi nemici avrebbero spaventato molti, ma non certo Kim Dotcom, che ha un caratterino niente male.

Non solo ha scelto di aprire il Mega ad un anno esatto dal blitz che ha portato alla chiusura di Megaupload (e anche dei siti satellite1 Megavideo e Megaporn), ma non si è mai fatto mancare la soddisfazione di "punzecchiare" i responsabili della chiusura di Megaupload, ad onor del vero con un sagacia e frecciatine sottili.

Kim DotCom era e rimane controverso: da una parte la sua sfida a muso duro ai poteri forti lo ha fatto assurgere a mito per molti, dall'altra non si può escludere che in passato abbia fatto della violazione del copyright un'opportunità per fare veramente molti soldi. Quando parliamo di punzecchiare, parliamo di azioni come quella avvenuta in occasione della nascita delle sue due figlie gemelle: parte della placenta è stata spedita all'FBI, perché controllasse che non ci fosse "DNA pirata".

Fonte http://www.hwupgrade.it/articoli/storage/3502/mega-c-e-kim-dotcom-offre-50gb-a-tutti-ma-occhio-alla-password_index.html


Copyright © 2008 by PHP-Nuke 8.1 WL-Ed.. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license