I segreti del "disclosure project"

Disclosure_projectDi misteri, si sa, è pieno l'universo. Inutile dire che sono innumerevoli i segreti che ci vengono tenuti nascosti come infinite sono le verità celate o semitaciute che non ci verranno mai esplicitamente dette. Una, ad esempio, è che il governo statunitense copre l’evidenza degli UFO da oltre 50 anni. La storia ha una data, un inizio e un luogo.

      On Line

IlluminatiCome dice la parola stessa gli Illuminati sono i portatori di luce, quelli che sanno, ma la loro luce è, apparentemente, Lucifero o Satana. Appartengono a tredici delle più ricche famiglie del mondo e sono i personaggi che veramente comandano il mondo da dietro le quinte. Vengono anche definiti la Nobiltà Nera, i Decision Makers, chi fa le regole da seguire per Presidenti e Governi.

Urzi
 "È giunto il momento di alzare il velo di segretezza che circonda l'esistenza degli Ufo e di far emergere la verità affinché la gente sia messa a conoscenza di uno dei più importanti problemi che la Terra si trova ad affrontare". (Paul Hellyer)

link

La Macchina delle copie

copie

Questa volta vogliamo partire da un particolare emerso dai racconti degli addotti in Italia e
ancora prima negli U.S.A. Ad esempio (Linda Porter, 1963 Porterville, California.) la formazione
delle copie,che avviene all'interno di cilindri, sottolineando il fatto che, non vogliamo ripetere
quanto già conosciuto in merito a tale argomento, ma che si vuole soltanto trovare una possibile
spiegazione al funzionamento del meccanismo di copiatura .
Dalla testimonianze raccolte risulta che l'addotto viene introdotto in un contenitore
cilindrico trasparente totalmente immerso in un fluido caldo più denso dell'acqua e meno dell'olio
(così descritto dagli addotti) di colore verdastro dove è possibile respirare.
Il fatto che in poco tempo gli alieni e alcuni fazioni militari, riescano a creare una copia di
un individuo, uguale in tutto e per tutto, (tranne per la caratteristica di avere l'innesto di un' anima),
è molto interessante.

Il Capo dello Stato italiano ammette l' esistenza delle scie chimiche

   
30 Dicembre, 2013 | Category : Attualità | Author: Fonte | Commenti  

di Gianni Lannes - Repetita iuvant, come ho scritto più volte in passato, anche il capo dello Stato italiano non ha negato l'esistenza dell'aerosoterapia bellica a base di scie chimiche che contengono in particolare alluminio, bario, litio e polimeri artificiali in grado di innescare terremoti, uragani, ma soprattutto controllare le onde cerebrali degli esseri umani. Ecco infatti cosa ha risposto il presidente della Repubblica alla signora Luigina Marchesi che gli aveva scritto una documentata lettera per denunciare le continue operazioni di aerosol sulla sua terra. Un territorio, fra l’altro, che non è nemmeno solcato da aerovie civili:



2
Italia (29 dicembre 2013): scie chimiche
1




pur comprendendo le motivazioni e il coinvolgimento morale ed emotivo che hanno originato la Sua istanza, devo mio malgrado informarLa che risulta impossibile intervenire su materie regolate da specifiche disposizioni di legge, la cui applicazione spetta ai competenti ministeri e su cui la Presidenza della Repubblica non può in alcun modo intervenire”. 

La risposta concludeva dicendo: “La informo che la sua istanza è stata nuovamente portata del competente Ministro della Difesa, per un sollecito esaustivo diretto riscontro”.

Anche in questo caso, il capo dello Stato italiano non ha detto che le scie chimiche non esistono, bensì che lui non può farci nulla, e che la competenza del problema ricade sotto il Ministero della Difesa. Il che non è proprio vero, perché il presidente della Repubblica, in base alla Cosituzione è anche il capo supremo delle forze armate.



E' in corso un genocidio di massa e chi nega l'evidenza è complice di questo crimine contro il popolo italiano, e ne risponderà personalmente alla giustizia e al consesso umano.


 

 

Copyright © 2008 by PHP-Nuke 8.1 WL-Ed.. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license