I mondi alieni in orbita  TRAPPIST-1 hanno più acqua della terra!

12 Settembre, 2018 |Tag: Esopolitica | from Author

 

Quello che hanno trovato potrebbe significare "buone notizie" per la vita aliena.



Ricorda la scoperta sensazionale fatta non molto tempo fa sul sistema solare TRAPPIST-1? TRAPPIST-1 è una stella nana rossa ultra-fredda situata a 39,6 anni luce (12,1 pc) dal Sole nella costellazione dell'Acquario.

Sono stati individuati sette pianeti terrestri temperati in orbita attorno alla stella, un numero maggiore di quello rilevato in qualsiasi altro sistema planetario.

Bene, come si è scoperto, un nuovo studio ha appena affermato che i sette pianeti che orbitano attorno a Trappist-1 sono per lo più rocciosi, e alcuni potenzialmente contengono più acqua liquida del nostro pianeta.
Usando i dati ottenuti dal NASA Spitzer Space Telescope e alcuni degli strumenti dell'Osservatorio Europeo Meridionale in Cile, gli scienziati hanno modellato le densità dei sette mondi.
Quello che hanno trovato potrebbe significare "buone notizie" per la vita aliena.

"Tutti i pianeti TRAPPIST-1 sono molto simili alla Terra, hanno un nucleo solido e sono circondati da un'atmosfera", ha detto a Space.com Simon Grimm, uno scienziato exoplanetario dell'Università di Berna in Svizzera.
Gli scienziati hanno usato un metodo chiamato TTV (Transit Time Variations), che consente agli astronomi di determinare la massa dei pianeti in relazione alle masse stellari. Combinata con i raggi misurati quando il pianeta transita la sua stella, la tecnica rivela con precisione le densità di ciascun mondo.

I risultati hanno rivelato densità di mondi TRAPPIST-1 che vanno da 0,6 a 1,0 volte la densità della Terra. I sette mondi sono ricchi di acqua, con livelli che raggiungono il 5% della massa totale.

In confronto, solo circa lo 0,02% della massa terrestre è contenuta nell'acqua.

Ma non è tutto.

Oltre a trovare la composizione degli esopianeti, i ricercatori hanno anche scoperto che uno dei mondi poteva vantare alcune caratteristiche familiari.

"TRAPPIST-1e è l'esopianeta che è più simile alla Terra in termini di massa, raggio ed energia ricevuta dalla sua stella", ha detto Grimm.
Nonostante questa sia davvero una buona notizia, i ricercatori hanno avvertito che i nuovi risultati, pubblicati sulla rivista Astronomy & Astrophysics, non parlano direttamente dell'abitabilità del pianeta, sebbene i risultati appena raccolti aiuteranno sicuramente a capire meglio le condizioni sistema e progredire nella comprensione del fatto che i mondi in orbita attorno a TRAPPIST-1 abbiano la possibilità di sostenere la vita così come la conosciamo.

https://www.filosofiaelogos.it

Fonte