I segreti del "disclosure project"

Disclosure_projectDi misteri, si sa, è pieno l'universo. Inutile dire che sono innumerevoli i segreti che ci vengono tenuti nascosti come infinite sono le verità celate o semitaciute che non ci verranno mai esplicitamente dette. Una, ad esempio, è che il governo statunitense copre l’evidenza degli UFO da oltre 50 anni. La storia ha una data, un inizio e un luogo.

      On Line

IlluminatiCome dice la parola stessa gli Illuminati sono i portatori di luce, quelli che sanno, ma la loro luce è, apparentemente, Lucifero o Satana. Appartengono a tredici delle più ricche famiglie del mondo e sono i personaggi che veramente comandano il mondo da dietro le quinte. Vengono anche definiti la Nobiltà Nera, i Decision Makers, chi fa le regole da seguire per Presidenti e Governi.

Urzi
 "È giunto il momento di alzare il velo di segretezza che circonda l'esistenza degli Ufo e di far emergere la verità affinché la gente sia messa a conoscenza di uno dei più importanti problemi che la Terra si trova ad affrontare". (Paul Hellyer)

link

La Macchina delle copie

copie

Questa volta vogliamo partire da un particolare emerso dai racconti degli addotti in Italia e
ancora prima negli U.S.A. Ad esempio (Linda Porter, 1963 Porterville, California.) la formazione
delle copie,che avviene all'interno di cilindri, sottolineando il fatto che, non vogliamo ripetere
quanto già conosciuto in merito a tale argomento, ma che si vuole soltanto trovare una possibile
spiegazione al funzionamento del meccanismo di copiatura .
Dalla testimonianze raccolte risulta che l'addotto viene introdotto in un contenitore
cilindrico trasparente totalmente immerso in un fluido caldo più denso dell'acqua e meno dell'olio
(così descritto dagli addotti) di colore verdastro dove è possibile respirare.
Il fatto che in poco tempo gli alieni e alcuni fazioni militari, riescano a creare una copia di
un individuo, uguale in tutto e per tutto, (tranne per la caratteristica di avere l'innesto di un' anima),
è molto interessante.

Siria - I Bilderberg vogliono boicottare la Pace e la Conferenza di Ginevra

   
04 Giugno, 2013 | Category : Attualità | Author: Fonte | Commenti  


Thumb

"La Siria, dopo due anni di conflitto, conosce morte, distruzione, ingenti danni economici e ambientali e le conseguenze della guerra colpiscono la popolazione inerme". Lo ha detto all'Angelus ieri il Papa, che ha fatto un appello contro quella che ha definito la "piaga dei sequestri di persona e si è rivolto all'umanità dei sequestratori affiché liberino le vittime". Tra le persone rapite in Siria ci sono ancora – ricordiamo – due vescovi ortodossi, mentre – notizia Ansa – sarebbe scomparso da ben 50 giorni il giornalista italiano Domenico Quirico. Intanto i cosiddetti ribelli (mercenari coinvolti negli stessi rapimenti) armati segretamente dai paesi occidentali da tempo, in questi giorni hanno ricevuto dall’Unione Europea la benedizione ufficiale per poter ricevere armi alla luce del sole contro il governo Siriano. I ministri degli Esteri europei hanno deciso lunedì sera 27 maggio a Bruxelles di cancellare l’embargo di armi verso la Siria, ma chi sono questi ribelli? Come detto in centinaia di articoli, essi sono persone che protestano contro Assad, pressocché tutti (o quasi) mercenari stranieri, mandati li a combattere per rovesciare il legitimo governo di Damasco. Una "guerra civile" (per usare un eufemismo) un pò strana, dunque, dove il numero di mercenari presenti tra i ribelli ha una notevole consistenza. Ora l’Unione Europea ritiene di risolvere il conflitto in Siria vendendo armi ai ribelli. Francamente – ribadiamo – non ci sembra una soluzione per così dire "adeguata"; piuttosto una scelta che ancora una volta mette davanti a tutto e tutti il profitto e il Piano per un NWO invece che le vite umane. E’ giusto ricordare ai vari politici europei – e non ci stancheremo mai di farlo – che ogni giorno muoiono - tra l'altro - decine di bambini siriani. Ma lor signori invece di trovare una soluzione diplomatica, preferiscono vendere le armi, inasprire il conflitto e quindi aumentare la morte di civili e bambini.

 L'Ecatombe – Ad oggi oltre 94 mila morti, 1,5 milioni di sfollati                 

Lo ha detto finanche la leader dell’UNHCR, l’Agenzia per i rifugiati delle Nazioni Unite, Navi Pillay, a Ginevra per le sessioni del Consiglio per i diritti umani. In 26 mesi di conflitto, oltre 94 mila morti e più di 1,5 milioni di sfollati. Senza contare gli abusi sulle donne, le crudeli torture verso i soldati siriani e i casi di cannibalismo documentati. Questo è quello che succede in Siria. Potete vedere con i vostri occhi i video e le foto inviate dal cinereporter italiano Nino Fezza che ogni giorno rischia la vita per raccontarci cosa succede in Siria. 

Emma Bonino e L'Imperialismo USA-NATO in Siria - Una Domanda da Aleppo

 Questa è la decantata Europa..Un Agglomerato di stati guerrafondai?  

Ma è questa – ci chiediamo – la tanto osannata e decantata Europa alla quale tutti noi cittadini europei dobbiamo aspirare? Non solo euro-truffa economica dunque, ma anche sconcertanti  relazioni  con il resto del mondo.   L’Europa si presenta come un agglomerato di stati guerrafondai a trazione Bilderberg che hanno come scopo quello di dettare le linee in Medioriente – anche per quei governi europei favorevoli alla pace in Siria – e di interferire in altri stati sovrani al fine di mettere le mani sulle risorse energetiche e di instaurare un Nuovo Ordine Mondiale come in Libia, in Iraq, Afghanistan e in altri paesi. Vi è poi l'aspetto religioso: la cancellazione della presenza cristiana in Europa e Medioriente. L’allentamento dell’embargo di rifornimenti di armi da parte dell’Unione europea, voluto dalle filo-sioniste Gran Bretagna e dalla Francia, che da tempo premevano in tale direzione, conferma la difficoltà di una linea comune e condivisa nell’Unione, come è già avvenuto nella vicenda libica. Alla fine hanno deciso che ogni governo è libero di fare come vuole: anarchia! Quindi sappiamo già come andrà a finire… La nobile ed antica Europa nelle mani di questa vergognosa élite masso-mafiosa è divenuta il fantasma di sé stessa.

Emma Bonino e L'Imperialismo USA-NATO in Siria - Ora Pro Siria

  L'opposizione austriaca e l'ambiguità di Roma e Washington                   

Il governo austriaco aveva messo in guardia i propri partner europei contro un’eventuale intenzione di fornire ai ribelli siriani materiali d’armamento, ritenendo che tali forniture rappresentassero “una violazione del diritto internazionale e delle leggi fondamentali dell’Unione europea” oltre che “dei principi della Carta delle Nazioni Unite in materia di non-intervento e uso della forza”. Speriamo che almeno l’Italia cambi atteggiamento e decida di rinsavire e di non sporcarsi le mani del sangue di tanti uomini, donne e bambini siriani, come hanno deciso di fare altri paesi europei. La minoranza, per fortuna.  Riguardo poi agli Usa, il portavoce della Casa Bianca, Jay Carney, ha dichiarato ai giornalisti “approviamo l’azione dell’UE!”. D'altra parte, come detto finora in altri articoli i  ribelli siriani hanno già armi americane da tempo

 La strada buia imboccata dall'Ue                                                                            

La Russia, come visto – prima alleata di Damasco insieme alla Cina e allo stesso Iran - ha criticato questa decisione europea (vedi articolo in allegato) ed ha confermato le consegne previste di sistemi missilistici S-300 al governo siriano (vedi articolo in allegato). Il Ministro degli Esteri siriano contrario alla scelta intrapresa dalla comunità internazionale ha dichiarato come "la decisione dell’Unione Europea costituisca un ostacolo agli sforzi internazionali per ottenere una soluzione politica alla crisi in Siria". Essa ha inoltre accusato Bruxelles di sostenere e incoraggiare i terroristi procurando loro armi e violando la legge internazionale dell’ONU. Ma a ben vedfere, non si tratta della "decisione degli stati dell'Ue", ma della decinione di due/tre governi: Regno Unito, Francia e Italia. Cosa ben diversa, quanto grave.

Siria e Nuovo Ordine Mondiale

  L'Ombra Nera del Nuovo Ordine Mondiale contro la Pace                         

La decisione è stata dunque sostenuta da uno sparuto e belligerante gruppetto di alleati Usa dell'Ue. Ciò rappresenta alla luce di ciò una sorta di colpo al cuore della Conferenza di Ginevra in programma nelle prossime ore. Paesi come Repubblica Ceca, Olanda, Svezia, Austria e Finlandia (ma anche in parte Danimarca, Germania e Belgio) hanno dimostrato il proprio aspro dissenso verso la posizione di Cameron (UK) e Hollande (Francia). Eppure la linea di Downing Street e dell'Eliseo (Roma compresa) sembra aver prevalso, pur se minoritaria. William Hague (leader del Foreign Office) ha dichiarato come "l’assenza di consenso sul prolungamento dell’embargo significhi di fatto la sua abolizione". Conclusione davvero ambigua e forzata, completamente schiacciata ed appiattita alle posizioni Usa. Figuriamoci se andrà in porto il deleterio progetto degli Stati Uniti d’Europa. In quel caso la sottomissione dell'Europa delle nazioni e di 500 milioni di europei ai voleri Usa e Nato sarà pressocché totale. In tal ottica di prostrazione intellettuale e reale deve inquadrarsi l'ultima dichiarazione del Ministro degli Esteri Italiano, made in Bilderberg, Emma Bonino, secondo la quale in sostanza non ci si deve aspettare poi tanto dalla Conferenza di Ginevra. “Tutti – ha dichiarato la radicale – prendono la conferenza di Ginevra come già acquisita, come se fosse una conferenza già decisa. Credo che la strada sia ancora lunga, anche solo per arrivarci”. Come dire: la Pace? Un'utopia! Almeno – aggiungiamo - finché a decidere le sorti dell'Europa e delle vite degli abitanti del Medioriente continueranno ad essere gli stati massonici, ed i loro occulti governi ombra che spingono per la scristianizzazione dell'Europa e dell'intera area mediorientale e per il repentino completamento di un Nuovo Ordine Mondiale anti-cristiano. Quindi non si tratta soltanto di una questone di businness o risorse. C'è qualcosa di molto più profondo ed oscuro!

Fonte http://www.quieuropa.it/siria-i-governi-bilderberg-vogliono-boicottare-la-pace-e-la-conferenza-di-ginevra/

 

Copyright © 2008 by PHP-Nuke 8.1 WL-Ed.. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license