Gli archeologi annunciano la scoperta di una piramide in Egitto-risalente a 3.700 anni!

18 Aprile, 2017 |Tag: Archeologia | from Author

Tante scoperte devono ancora essere fatte

Una terra ricca di storia antica e pensato per essere il luogo di nascita della civiltà occidentale, l'Egitto - e i suoi monumenti, in particolare, - continua a mistificare con intrighi storici e archeologi.
La maggior parte di questi monumenti risiedono sul lato occidentale del Nilo, conosciuto come la Terra dei Morti. E sul lato est del Nilo, i monumenti sono stati riservati per l'utilizzo dei vivi.
Un popolo prospero e altamente religioso, gli egiziani hanno approfittato della terra dove vivevano e le sue grandi risorse. Una nazione di perfezionisti, la loro attenzione ai dettagli li ha servito bene per tutti i loro sforzi laboriosi.
Perché gli Egiziani credevano in un dio mortale, che divenne un immortale dopo la morte, quindi si è reso necessario proteggere il suo corpo, e così l'attenzione alla degna sepoltura è diventata, una gigante pila di solida pietra.
Insieme con le piramidi anche la tomba, ha un funzionato come un complesso tempio per divinizzare il faraone.
Una cosa interessante da notare è che i corpi avrebbero dovuto essere nelle piramidi ma non erano lì, ma in qualsiasi altro luogo, se è per questo!
Sistema esteso di grotte scoperte sotto le Piramidi
Tante scoperte devono ancora essere fatte, nonostante quello che già sappiamo, e questa è forse la parte più interessante di tutto questo.
Ora, gli archeologi egiziani hanno annunciato una nuova scoperta che rischia di favorire gli intrighi, e potenzialmente suscitare più domande.
La squadra ha trovato una piramide che si ritiene essere vecchia di 3.700 anni, risalente alla 13 ° dinastia dell'antico Egitto.
Trovato appena a nord dai resti della Piramide Bent appartenente al re Sneferu, il monumento recentemente scoperto risiede a 20 miglia a sud del Cairo, secondo il capo della antica Antichità Egizie Settore, Mahmoud Afifi.
La verità sulle piramidi egizie
Resti della piramide di recente scoperta consistono nelle sue strutture interne, compreso un corridoio che conduce a una lobby che proviene da terra fino ad una rampa da un lato, e le pareti interne e colonne rivestite in geroglifici.
“Il testo è scritto sul cartiglio (geroglifici indicando il nome e il titolo di un monarca) è per il re Imani Kamau, uno dei re della 13^ famiglia”, il Ministero delle Antichità egiziane ha scritto in un post di Facebook.
Poiché le lavorazioni esterne sono mancanti, la squadra deve fare affidamento sui resti disponibili per determinare la dimensione della piramide.
Essi credono che le piste piegati sul lato potrebbe rappresentare uno dei primi tentativi di costruire una piramide con le faccie liscie, come quella di Re Sneferu.
Un faraone della IV dinastia, le sue piramidi incluso complessi funerari, come la necropoli di Dahshur (o grande cimitero di una città antica), che è servita come luogo di sepoltura per i cortigiani e funzionari di alto rango.
Era la sua piramide piegata, però, che si è distinto in tempi moderni la maggior parte, in quanto rappresenta una delle prime strutture per mostrare il passaggio ad altre forme di piramidi.
La forma piegata è successo, dopo che le condizioni del terreno instabili abbia causato una sua angolazione originale di 55 gradi a fibbia. I costruttori hanno fatto i calcoli intorno alla base, ma con il resto dei lati di misura ad angoli di 43 gradi, è venuta fuori la forma piegata.
Il ministero ha detto:
“Tutte le parti scoperte della piramide sono in ottime condizioni e ulteriori scavi dovranno rivelare altre parti.”
Speriamo ulteriormente scavare ed esplorare dei testi rivelerà più segreti dell'antica struttura.

English version

Archaeologists Announce the Discovery of A 3,700 Year-Old Pyramid in Egypt

A land steeped in ancient history and thought to be the birthplace of Western civilization, Egypt — and its monuments in particular — continues to mystify and intrigue historians and archaeologists.

The majority of these monuments reside on the west side of the Nile, known as the Land of the Dead. And on the east side of the Nile, monuments were reserved for the use of the living.

A prosperous and highly religious people, Egyptians took advantage of the land they lived on and its great resources. A nation of perfectionists, their attention to detail served them well throughout their industrious endeavours.

Because the Egyptians believes their kind a mortal god, who became one with the immortal gods when he died, it became necessary to protect his body, and so the attention to proper burial came to be, hence the giant pile of solid stone.
Along with the pyramids serving as tomb, they also functioned as a temple complex for the deified Pharaoh.

An interesting thing to note is that the bodies one would assume to find in the pyramids weren’t there, or anywhere else, for that matter!

Extensive System of Caves Discovered Under the Pyramids

So many discoveries remain to be uncovered despite what we already know, and this is perhaps the most exciting part of it all.

Now, Egyptian archaeologists have announced a new discovery that is likely to further intrigue, and potentially stir up more questions.

The team found a pyramid believed to be 3,700 years old, dating back to ancient Egypt’s 13th Dynasty.

Found just north of the remains of the infamous Bent Pyramid belonging to King Sneferu, the newly discovered monument resides 20 miles south of Cairo, according to the head of the Ancient Egyptian Antiquities Sector, Mahmoud Afifi.

The Truth About the Egyptian Pyramids

The newly discovered pyramid’s remains consist of its inner structures, including a corridor that leads to a lobby that comes from ground level and up to a ramp on one side, and interior walls and columns covered in hieroglyphics.

“The text is written on the cartouche (hieroglyphics stating the name and title of a monarch) is for King Imani Kamau, one of the kings of the 13th family,” the Egyptian Ministry of Antiquities wrote in a Facebook post.

Because the outer workings are missing, the team must rely on the remains available to determine the size of the pyramid.

They believe that the bent slopes on the side could represent one of the very first attempts at constructing a smooth-sided pyramid, like that of King Sneferu.

A pharaoh of the Fourth Dynasty, his pyramids included funerary complexes, like the Dahshur necropolis (or large cemetery of an ancient city), which served as the burial site for courtiers and high-ranking officials.

It was his Bent Pyramid, however, that has stood out in modern times the most, as it represents one of the first structures to show the transition of pyramids shapes.

The bent shape came to be after unstable ground conditions caused its original 55-degree angle to buckle. The builders made a case around the base, but with the rest of the sides measuring at 43-degree angles, the bent shape came to be.

The ministry said:

“All the discovered parts of the pyramid are in very good condition and further excavation is to take place to reveal more parts.”

Hopefully further digging and exploring of the texts will reveal more about the ancient structure’s secrets.

https://www.filosofiaelogos.it

Fonte