Gli antichi egiziani sono sbarcati in America 5.000 anni fà e qui è la "prova"

26 Settembre, 2017 |Tag: Esopolitica | from Author

Coca e tabacco trovati nelle antiche mummie egiziane: questa è l'evidenza definitiva dei viaggi transoceanici 5.000 anni fa?

Coca e tabacco trovati nelle antiche mummie egiziane: questa è l'evidenza definitiva dei viaggi transoceanici 5.000 anni fa?
E se l'antica civiltà egiziana fosse molto più avanzata di quanto abbiamo mai immaginato? Dopo tutto, sono i legittimi proprietari di alcune delle strutture antiche più impressionanti sulla superficie del pianeta.
È difficile credere che avrebbero potuto costruire navi potenti che avrebbero permesso loro di viaggiare in altri continenti?
Secondo l'analisi del DNA eseguita su antiche mummie egizie, questo non può essere solo un'altra cospirazione pazza.
Il Dr. Svetla Balabanova è rimasto in totale incredulità quando ha visto i risultati delle sue analisi.
Il prestigioso esaminatore medico tedesco era stato commissionato ad analizzare diverse mummie che cercavano tracce di uso di droga nei governanti dell'antico Egitto.
Quello che trovava era considerato un cambiatore di storia.
Dopo aver analizzato diverse antiche mummie egiziane, i ricercatori hanno scoperto la presenza di alti livelli di cocaina, nicotina e tetraidrocannabinolo in corpi conservati per migliaia di anni.
Con rigore scientifico, il Dr. Balabanova ha ripetuto più volte le prove e ha inviato campioni ad altri laboratori per test indipendenti.
Tutte le analisi successive hanno confermato i risultati iniziali.
Antiche mummie egiziane avevano livelli elevati di cocaina, nicotina e tetraidrocannabinolo. Ma da dove gli antichi egiziani ottennero i prodotti?
Nonostante la ricerca di prove, la comunità scientifica rimase scettica, accusando i ricercatori che avevano scoperto l'incompetenza.
Iniziarono affermando che le mummie erano false finché non si dimostrarono autentiche.
Poi hanno continuato a sostenere che sono stati contaminati fino a quando non si è dimostrato che è impossibile contaminare lo stelo interno di un capello.
Hanno quindi sostenuto che gli esperimenti non erano riproducibili finché un gruppo indipendente di esperti non trovò tracce di cocaina e nicotina in altre mummie egiziane in un museo britannico.
Infine, hanno finito per difendere l'indifendibile: che il tabacco e la coca non provenivano dall'America del Sud, ma erano specie molto rare di origine africana.
Ma nessuna prova della coltivazione di coca o tabacco era mai stata trovata in Africa, in Europa o in Asia prima di Cristoforo Colombo.
Quello che le mummie ci dicono è una storia intollerabile per la storia come la abbiamo appresa a scuola.
Coca e il tabacco sono indubbiamente originari del Sud America.
Gli Egiziani hanno apparentemente avuto la capacità di costruire la Piramide, ma non avevano capacità navali sufficienti per attraversare l'Oceano Atlantico.
Come possiamo spiegare questi risultati controversi?
È possibile che gli antichi egiziani hanno viaggiato in qualche modo nel continente americano migliaia di anni fa?
O potrebbe essere sufficiente la prova che una civiltà altamente avanzata esisteva sulla Terra migliaia di anni fa? Una civiltà che aveva conoscenze e tecnologie che non avevano allora né gli egiziani, né i greci né i romani?
Qualunque sia sia stato, molti autori concordano sul fatto che si tratta di una prova irrefutabile che gli antichi Egizi avessero contatti con prodotti che hanno avuto origine a metà del globo; sul continente americano
Ma cosa succede se sbagliamo? Per tutti coloro che sono interessati a vedere un altro lato di questa storia, ti consiglio di leggere un articolo che è stato pubblicato per la prima volta nel numero di New Dawn Magazine 156, maggio / giugno 2016. Essa si oppone sostanzialmente a tutto ciò che è stato dichiarato in questa. 😉
Per quelli di voi che non potete leggere l'articolo attuale della rivista è un'alternativa.
Immagine esposta: Il papiro di Ebers

English Version

5,000 years ago, the Ancient Egyptians sailed to America and here’s the ‘evidence’

Coca and tobacco found in ancient Egyptian mummies: Is this the ultimate evidence of transoceanic voyages 5,000 years ago?

What if the ancient Egyptian civilization was much more advanced than we’ve ever imagined? After all, they are the rightful owners of some of the most impressive ancient structures on the surface of the planet.

Is it hard to believe they could have constructed powerful vessels that would have allowed them to travel to other continents?

According to DNA analysis performed on ancient Egyptian mummies, this may not be just ‘another crazy conspiracy.’

Dr. Svetla Balabanova was left in total disbelief when she saw the results of her own analyzes.

The prestigious German medical examiner had been commissioned to analyze several mummies looking for traces of drug use in the rulers of ancient Egypt.

What she found was considered to be a history changer.

After analyzing several ancient Egyptian mummies, the researchers discovered the presence of high levels of cocaine, nicotine, and tetrahydrocannabinol in bodies that were preserved for thousands of years.

With scientific rigor, Dr. Balabanova repeated the tests several times and sent samples to other laboratories for independent testing.

All successive analyzes confirmed the initial results.

Ancient Egyptian mummies had high levels of cocaine, nicotine, and tetrahydrocannabinol. But where did the ancient Egyptians obtain the products from?

Despite finding evidence, the scientific community remained skeptical, accusing the researchers who had made the discovery of incompetence.

They began by stating that the mummies were false until they were proven to be authentic.

Then they went on to argue that they were contaminated until it was shown that it is impossible to contaminate the inner stem of a hair.

They then claimed that the experiments were not reproducible until an independent group of experts found traces of cocaine and nicotine in other Egyptian mummies in a British museum.

Finally, they ended up defending the indefensible: that tobacco and coca did not come from South America but rather were very rare varieties of African origin.
But no evidence of coca or tobacco cultivation was ever found in Africa, Europe or Asia before the time of Christopher Columbus.
What the mummies tell us is an intolerable story for history as we have learned in school.

Coca and tobacco are undoubtedly originating in South America.

The Egyptians apparently had the ability to build the Pyramid but did not have sufficient naval skills to cross the Atlantic Ocean.

How can we explain these controversial results?

Is it possible that the Ancient Egyptians traveled somehow to the American continent thousands of years ago?

Or could this be evidence enough that a highly advanced civilization existed on Earth thousands of years ago? A civilization that had knowledge and technologies that neither the Egyptians nor the Greeks nor the Romans had at that time?

Whatever it may have been, many authors agree that this is irrefutable proof that the ancient Egyptians had contact with products that originated halfway around the globe; on the American Continent.ž

But what if we are wrong? For all of those who are interested in seeing another side to this story, I recommend you read an article which was first published in the New Dawn Magazine issue 156, May/June 2016. It basically opposes everything stated in this one. 😉

For those of you who cant read the actual magazine article here’s an alternative.

Featured image: The Ebers papyrus

https://www.filosofiaelogos.it

Source:

American Drugs in Egyptian Mummies

The Mystery of the Cocaine Mummies

Fonte