I segreti del "disclosure project"

Disclosure_projectDi misteri, si sa, è pieno l'universo. Inutile dire che sono innumerevoli i segreti che ci vengono tenuti nascosti come infinite sono le verità celate o semitaciute che non ci verranno mai esplicitamente dette. Una, ad esempio, è che il governo statunitense copre l’evidenza degli UFO da oltre 50 anni. La storia ha una data, un inizio e un luogo.

      On Line

IlluminatiCome dice la parola stessa gli Illuminati sono i portatori di luce, quelli che sanno, ma la loro luce è, apparentemente, Lucifero o Satana. Appartengono a tredici delle più ricche famiglie del mondo e sono i personaggi che veramente comandano il mondo da dietro le quinte. Vengono anche definiti la Nobiltà Nera, i Decision Makers, chi fa le regole da seguire per Presidenti e Governi.

Urzi
 "È giunto il momento di alzare il velo di segretezza che circonda l'esistenza degli Ufo e di far emergere la verità affinché la gente sia messa a conoscenza di uno dei più importanti problemi che la Terra si trova ad affrontare". (Paul Hellyer)

link

La Macchina delle copie

copie

Questa volta vogliamo partire da un particolare emerso dai racconti degli addotti in Italia e
ancora prima negli U.S.A. Ad esempio (Linda Porter, 1963 Porterville, California.) la formazione
delle copie,che avviene all'interno di cilindri, sottolineando il fatto che, non vogliamo ripetere
quanto già conosciuto in merito a tale argomento, ma che si vuole soltanto trovare una possibile
spiegazione al funzionamento del meccanismo di copiatura .
Dalla testimonianze raccolte risulta che l'addotto viene introdotto in un contenitore
cilindrico trasparente totalmente immerso in un fluido caldo più denso dell'acqua e meno dell'olio
(così descritto dagli addotti) di colore verdastro dove è possibile respirare.
Il fatto che in poco tempo gli alieni e alcuni fazioni militari, riescano a creare una copia di
un individuo, uguale in tutto e per tutto, (tranne per la caratteristica di avere l'innesto di un' anima),
è molto interessante.

Ernrico Letta e l'affilazione al gruppo Bilderberg

Vota la News
29 Aprile, 2013 | Category : Attualità | Author: Fonte | Commenti  

Letta

Ecco cosa aveva scritto mister Enrico Letta il 5 giugno 2012, a proposito della sua partecipazione al meeting del criminale Bilderberg Group negli Stati Uniti d'America.


1


L'obiettivo di questo sodalizio mafioso è principalmente la distruzione degli Stati nazionali e delle democrazie per erigere un unico super Stato mondiale. Il Bilderberg che alimenta un'ideologia razzista basata sull'accaparramento di denaro, è stato fondato da un ex membro del partito nazista (dimessosi dal terzo reich per sposare la regina olandese), il "principe" Bernhard d'Olanda. Questo club esclusivo di criminali persegue la drastica riduzione della popolazione della Terra, in ossequio alle regole del Nuovo Ordine Mondiale, dietro cui figura tra l'altro David Rockefeller che finanzia l'Aspen Institute Italia, di cui lo stesso Enrico Letta è vice presidente dall'anno 2003. 

2
governo per conto terzi

I ministri hanno giurato fedeltà alla Costituzione: un'evidente finzione in pasto alle formalità di rito da dare in pasto all'opinione pubblica in letargo avanzato, in quanto la stessa costituzione italiana è stata effettivamente annullata dal Trattato di Lisbona, firmato il 13 dicembre 2007 da Romano Prodi e Massimo D'Alema, ed entrato in vigore nel 2009.

Solo in una repubblichetta delle banane un maggiordomo della finanza terroristica poteva assurgere a capo di un governo fantoccio a stelle e strisce!




"A proposito di Bilderberg

da Enrico Letta (Note) Martedì 5 giugno 2012 alle ore 3.14



In molti in questi giorni mi fanno domande sul meeting Bilderberg al quale son stato invitato a Washington lo scorso fine settimana. In sintesi, era presente una parte importante dell'amministrazione Obama e dei partiti democratico e repubblicano americani. C'erano poi leader socialisti, liberali, verdi e conservatori di molti Paesi europei. E, inoltre, sindacalisti e imprenditori, docenti universitari e finanzieri. Senza contare rappresentanti dell'opposizione siriana e russa. La lista dei partecipanti è stata peraltro resa pubblica dagli stessi organizzatori.







Si è discusso dei principali temi in materia di economia e di sicurezza al centro dell'agenda globale. Ed è stata per me un'occasione interessante e utile per ribadire la fiducia nei confronti dell'Euro e per rilanciare con grande determinazione l'invito a compiere i passi necessari (e indispensabili) verso gli Stati Uniti d'Europa.







Nulla di queste discussioni, e del franco e 'aperto' dialogo tra i partecipanti, mi ha fatto anche solo per un momento pensare a quell'immagine di piovra soffocante che decide dei destini del mondo, incurante dei popoli e della democrazia, descritta da una parte della critica sul web e sulla stampa.







È vero: la discussione era a porte chiuse. Ma la presenza dei direttori di alcuni dei principali giornali internazionali (di tutte le tendenze politico-culturali) mi pare possa 'rassicurare' i sostenitori di una lettura complottistica del meeting".

di Gianni Lannes
riferimenti:

https://www.facebook.com/notes/enrico-letta/a-proposito-di-bilderberg/10151776431455411

http://www.bilderbergmeetings.org/participants2012.html

https://www.aspeninstitute.it/


Copyright © 2008 by PH-Nuke 8.1 WL-Ed.. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license