I segreti del "disclosure project"

Disclosure_projectDi misteri, si sa, è pieno l'universo. Inutile dire che sono innumerevoli i segreti che ci vengono tenuti nascosti come infinite sono le verità celate o semitaciute che non ci verranno mai esplicitamente dette. Una, ad esempio, è che il governo statunitense copre l’evidenza degli UFO da oltre 50 anni. La storia ha una data, un inizio e un luogo.

      On Line

IlluminatiCome dice la parola stessa gli Illuminati sono i portatori di luce, quelli che sanno, ma la loro luce è, apparentemente, Lucifero o Satana. Appartengono a tredici delle più ricche famiglie del mondo e sono i personaggi che veramente comandano il mondo da dietro le quinte. Vengono anche definiti la Nobiltà Nera, i Decision Makers, chi fa le regole da seguire per Presidenti e Governi.

Urzi
 "È giunto il momento di alzare il velo di segretezza che circonda l'esistenza degli Ufo e di far emergere la verità affinché la gente sia messa a conoscenza di uno dei più importanti problemi che la Terra si trova ad affrontare". (Paul Hellyer)

link

La Macchina delle copie

copie

Questa volta vogliamo partire da un particolare emerso dai racconti degli addotti in Italia e
ancora prima negli U.S.A. Ad esempio (Linda Porter, 1963 Porterville, California.) la formazione
delle copie,che avviene all'interno di cilindri, sottolineando il fatto che, non vogliamo ripetere
quanto già conosciuto in merito a tale argomento, ma che si vuole soltanto trovare una possibile
spiegazione al funzionamento del meccanismo di copiatura .
Dalla testimonianze raccolte risulta che l'addotto viene introdotto in un contenitore
cilindrico trasparente totalmente immerso in un fluido caldo più denso dell'acqua e meno dell'olio
(così descritto dagli addotti) di colore verdastro dove è possibile respirare.
Il fatto che in poco tempo gli alieni e alcuni fazioni militari, riescano a creare una copia di
un individuo, uguale in tutto e per tutto, (tranne per la caratteristica di avere l'innesto di un' anima),
è molto interessante.

Cosmonautici della Stazione Spaziale Russa "Salyut 7" videro esseri Angelici nello spazio

Vota la News
23 Marzo, 2013 | Category : Ufologia | Author: Fonte | Commenti  

Salyut

Documento Top Secret venuto da poco alla luce, svela l’icontro tra l’equipaggio dei cosmonauti russi della Stazione Spaziale Salyut 7 e alcuni esseri angelici, dall’aspetto umanoide.

UN ESPERIENZA INDIMENTICABILE
La fatica e lo stress di essere soli nello spazio per lunghi periodi di tempo, potrebbe essere motivo per avere delle allucinazioni, ma i cosmonauti russi a bordo della Salyut 7 videro insieme realmente, qualcosa di misterioso, di stupendo che non dimenticheranno mai nella loro vita.
2

Questa storia è a dir poco  strabiliante!! Era il 12 luglio del 1984, i cosmonauti russi  si trovavano a bordo della stazione spaziale Salyut Soviet 7, ed erano nello spazio da 155 giorni. Questo è stato anche il giorno in cui il gruppo vide delle strane luci e la comparsa di misteriosi esseri. 
Secondo il comandante Oleg Atkov e i cosmonauti Vladimir Soloviev e Leonid Kizim, la stazione spaziale era stata completamente immersa in una luce potente e nello  stesso tempo affascinante, un colore arancione intenso mai visto prima. Questa luce sembrava di entrare da fuori la stazione spaziale e si poteva distinguere un effetto…di sanguinamento attraverso una parete assolutamente opaca.
SETTE ANGELI DALL’ASPETTO UMANOIDE
Per un breve periodo di tempo, la luce arancione era così brillante che accecava l’equipaggio e ognuno di loro poteva benissimo osservare dall’oblò la sorgente di luce intensa..ed era un effetto strano, come se ci fosse una esplosione di questa luce arancione e all’interno vi erano come dei volti di circa sette esseri misteriosi. I cosmonauti conoscevano ogni centimetro della Salyut 7 e sapevano se si fosse trattato di un incendio, ma ciò che stava vedendo l’equipaggio era un fenomeno incomprensibile: una luce arancione, avvolgeva misteriose presenze nello spazio.
1
3
Tutti i cosmonauti hanno riferito di aver visto i volti dei sette angeli che si libravano appena fuori dalla stazione spaziale. Hanno poi confermato, tramite il centro di controllo spaziale a terra, che questi esseri erano di aspetto umanoide (volti e corpi sembrava umani), ma avevano le ali e degli aloni di luce intorno. Questi esseri sono stati vicino alla Stazione Spaziale Salyut 7 per 10 minuti circa, prima di sparire nel nulla.
5
Il 167° giorno, l’equipaggio è stato poi raggiunto da un altro team di tre cosmonauti a bordo della navicella T-12 Soyuz, ed erano: Svetlana Savitskaya, Igor Volk e Vladimir Dzhanibekov. Poco dopo essere entrati nella stazione Salyut 7, sono stati ancora una volta immersi in una calda luce arancione. Poi tutti quanti gli astronauti hanno guardato fuori dagli oblò e ancora una volta, sono stati raggiunti da esseri angelici. I cosmonauti hanno poi riferito che le dimensioni di questa luce con gli esseri angelici, era grande come un aereo commerciale. Questo incidente è stato messo sotto copertura e ritenuto Top Secret da parte dell’ Ex Unione Sovietica e l’equipaggio è stato ammonito e ricattato per evitare di rendere di dominio pubblico la loro esperienza spettacolare.
4
Le ultime affermazioni dei cosmonauti sono a dir poco strabilianti. Hanno tutti riferito di aver visto “un angelo che sorrideva”. Le autorità hanno negato e respinto l’incidente, giustificandolo come estrema fatica a causa di un soggiorno prolungato nello spazio. Ma non era stato solo un cosmonauta ad osservare gli Angeli nello spazio, quindi tutta la squadra li aveva visti. Dopo questo strano incidente, l’equipaggio ha continuato a rimanere nella stazione spaziale battendo il record di permanenza di 237 giorni prima di abbandonarla.

Fonte http://noiegliextraterrestri.blogspot.it/2013/03/cosmonauti-della-missione-russa-salyut.html


Copyright © 2008 by PH-Nuke 8.1 WL-Ed.. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license