I segreti del "disclosure project"

Disclosure_projectDi misteri, si sa, è pieno l'universo. Inutile dire che sono innumerevoli i segreti che ci vengono tenuti nascosti come infinite sono le verità celate o semitaciute che non ci verranno mai esplicitamente dette. Una, ad esempio, è che il governo statunitense copre l’evidenza degli UFO da oltre 50 anni. La storia ha una data, un inizio e un luogo.

      On Line

IlluminatiCome dice la parola stessa gli Illuminati sono i portatori di luce, quelli che sanno, ma la loro luce è, apparentemente, Lucifero o Satana. Appartengono a tredici delle più ricche famiglie del mondo e sono i personaggi che veramente comandano il mondo da dietro le quinte. Vengono anche definiti la Nobiltà Nera, i Decision Makers, chi fa le regole da seguire per Presidenti e Governi.

Urzi
 "È giunto il momento di alzare il velo di segretezza che circonda l'esistenza degli Ufo e di far emergere la verità affinché la gente sia messa a conoscenza di uno dei più importanti problemi che la Terra si trova ad affrontare". (Paul Hellyer)

link

La Macchina delle copie

copie

Questa volta vogliamo partire da un particolare emerso dai racconti degli addotti in Italia e
ancora prima negli U.S.A. Ad esempio (Linda Porter, 1963 Porterville, California.) la formazione
delle copie,che avviene all'interno di cilindri, sottolineando il fatto che, non vogliamo ripetere
quanto già conosciuto in merito a tale argomento, ma che si vuole soltanto trovare una possibile
spiegazione al funzionamento del meccanismo di copiatura .
Dalla testimonianze raccolte risulta che l'addotto viene introdotto in un contenitore
cilindrico trasparente totalmente immerso in un fluido caldo più denso dell'acqua e meno dell'olio
(così descritto dagli addotti) di colore verdastro dove è possibile respirare.
Il fatto che in poco tempo gli alieni e alcuni fazioni militari, riescano a creare una copia di
un individuo, uguale in tutto e per tutto, (tranne per la caratteristica di avere l'innesto di un' anima),
è molto interessante.

Abelard Reuchlin e la congiura dei Pisoni

18 Gennaio, 2013 | Category : Attualità| Author: Fonte | Condividi | Commenti

La congiura dei Pisoni

Quali sono le osservazioni che si possono rivolgere alla teoria di Abelard Reuchlin? Chi era Ario Pisone?

Veniamo ora ad Abelard Reuchlin, un autore la lettura delle cui teorie 1 ci è stata suggerita dalla persona citata in 877. Anche per questo ricercatore il Cristianesimo sarebbe stato una specie di "congiura" costruita ad arte da parte dei Romani per vendere una nuova religione ai sudditi del loro Impero, fatta partire dalla Palestina. Artefice principale di questa "macchinazione" sarebbe stato un tale Ario Pisone, discendente dell'omonima famiglia di cui fecero parte alcuni sobillatori contro l'imperatore Nerone.

Anche questo nuovo personaggio, come il Giovanni di Gamala, è perfettamente sconosciuto ai testi antichi. Per giustificare questa manchevolezza lo stesso Reuchlin ipotizza una serie di fatti:

- che le lettere del suo nome fossero state modificate nei testi antichi

- che i nomi con cui ci è pervenuto nel tempo siano quelli di Giuseppe Flavio, Gesù, Montano ed altri ancora

- che volutamente il suo vero nome, Ario, sia stato nascosto per celare una congiura che poi si sarebbe perpetuata nei secoli.

È indubbio che nella ricerca di Reuchlin vi sono intuizioni importanti, che coincidono con altre riscontrabili in Deiricchi e che di seguito elenchiamo:

- la possibilità che vi fosse un nome di un particolare personaggio da nascondere utilizzando diversi personaggi all'interno dei racconti neotestamentari

- che fosse una casata importante, particolarmente legata ai Flavi, a dare inizio e sostenere il Cristianesimo

- che Giuseppe Flavio fosse sicuramente coinvolto in questa missione di "redenzione" delle masse giudaiche.

Quando abbiamo stilato questa pagina per la prima volta ci erano rimaste diverse perplessità in merito alla bontà delle ricostruzioni di Reuchlin sulle origini del Cristianesimo. Dopo gli studi svolti dall’estate 2008 1325 le divergenze delle nostre ricerche con le gesta dei Pisoni narrate da Reuchlin sono diminuite notevolmente.

Il lettore troverà modo di verificare meglio quanto abbiamo appena affermato, nel libro “Giovanni Battista – La storia mai raccontata” 1387.

Le teorie di Reuchlin sono interessanti per i presupposti che non tralasciano di utilizzare, ovvero quello di considerare anche una probabile falsità dei racconti neotestamentari; purtroppo si fondano su argomentazioni ben poco provate che abbiamo dovuto sviscerare una ad una.

Tanto per Reuchlin che per Cascioli e Donnini rimane alla fine sempre questa domanda: perché in fin dei conti inventare un personaggio di cui non conosciamo alcunché dalla storia? In questo modo non facciamo che contraddire il famoso principio di Occam, secondo il quale la miglior spiegazione è quella che fa uso di elementi già noti, senza doverne aggiungere altri. I testi sono pieni di personaggi ben descritti. Era tra questi che andavano individuati i colpevoli, senza inventarsene altri.

Fonte http://www.deiricchi.it/index.php?docnum=879

Copyright © 2008 by PHP-Nuke 8.1 WL-Ed.. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license